Home » Notizie » Lavori pubblici » Nuovo codice: le principali novità secondo ANCI

Prima Nota ANCI Codice Appalti

Nuovo codice: le principali novità secondo ANCI

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Nuovo Codice appalti 2023 in Gazzetta: l’ANCI pubblica una prima nota esplicativa con le principali novità di maggiore interesse per gli enti locali

In vigore dal 1° aprile 2023 il nuovo Codice appalti anche se le disposizioni, ricordiamo, saranno efficaci a decorrere dal 1° luglio 2023.

Il decreto legislativo n. 36 del 31 marzo 2023, attuativo dell’articolo 1 della legge n. 78/2022 (legge delega), è stato approvato definitivamente dal Consiglio dei Ministri in data 28 marzo 2023 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale (la n. 77 del 31 marzo 2023).

Tante le novità di interesse per i professionisti del settore delle costruzioni: torna l’appalto integrato, i livelli di progettazione scendono a 2, previsto il subappalto a cascata, BIM obbligatorio per i progetti sopra al milione di euro dal 2025 e incentivi per chi lo utilizza, cambia la figura del RUP, novità anche per gli appalti sotto soglia e le cause di esclusione. La normativa è, quindi, in costante aggiornamento, per questo ti consiglio di affidarti a specifici software per lavori pubblici: soluzioni complete che rispondono alle esigenze delle pubbliche amministrazioni per gestire al meglio i lavori pubblici.

Nota ANCI: le principali novità del nuovo Codice appalti

L’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) ha pubblicato una prima nota esplicativa con le novità in merito al nuovo Codice appalti 2023 che, con 229 articoli ed una serie di allegati (che recepiscono le linee guida ANAC), andrà a sostituire il dlgs n. 50/2016 comunque operativo per un periodo transitorio.

Di seguito le principali novità di maggiore interesse per gli enti locali raccolte per tematica:

  • il RUP (Responsabile Unico del Procedimento) è il responsabile unico del progetto per la programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione di ciascuna procedura soggetta al Codice;
  • il subappalto è consentito senza limiti percentuali e “a cascata”;
  • le stazioni appaltanti sono tenute ad adottare adeguate misure per prevenire e risolvere eventuali situazioni di conflitto di interesse nello svolgimento delle procedure di aggiudicazione ed esecuzione degli appalti;
  • nel caso di opere pubbliche di interesse locale o di interesse statale, per cui non è richiesto il parere del CSLP o del Provveditorato interregionale, la stazione appaltante deve inviare il progetto alle autorità competenti per la Valutazione di Impatto Ambientale, VIA;
  • scendono a 2 i livelli di progettazione, progetto di fattibilità tecnico-economica e progetto esecutivo;
  • prevista la possibilità di ricorrere all’appalto integrato; non si applica per gli appalti relativi ad interventi di manutenzione ordinaria;
  • affidamento diretto per appalti di servizi e forniture o lavori;
  • obbligatorio l’inserimento delle clausole di revisione prezzi;
  • qualificazione per le stazioni appaltanti, SA, e Centrali di Committenza, CC, in vigore il 1° gennaio 2024.

Periodo transitorio

La nota ANCI si sofferma, infine, sul periodo transitorio che terminerà il 1° gennaio 2024.

Ricorda che il nuovo Codice entra in vigore il 1° aprile 2023, ma le sue disposizioni acquistano efficacia dal 1° luglio 2023; tuttavia, per avvisi o bandi pubblicati prima di tale data, si continuano ad applicare le norme procedurali secondo il dlgs 50/2016.

Fino al 31 dicembre 2023 è previsto un periodo transitorio, ossia la vigenza di alcune disposizioni del dlgs 50/2016.

 

Per rispondere correttamente alle esigenze delle Pubbliche Amministrazioni e gestire al meglio i lavori pubblici, ti consiglio il software capitolati speciali sempre aggiornato alle ultime novità normative comprese quelle in materia di adeguamento prezzi.

 

 

primus-c
primus-c

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *