Norme e leggi - BibLus-net
Dlgs 192/2005: efficienza energetica

Testo aggiornato del dlgs 192/2005 da scaricare gratis in PDF, sintesi, relazione tecnica e software per i calcoli della prestazione energetica

Il dlgs 192/2005 (attuativo della direttiva 2002/91/CE e modificato dalla legge 90/2013) stabilisce i criteri per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici.

Allo scopo di garantire un miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, il decreto impone una serie di obblighi il cui mancato rispetto può comportare una sanzione amministrativa fino a costituire un grave illecito in caso di false dichiarazioni.

Rispettare tutti i criteri normativi risulta complesso; per evitare spiacevoli sanzioni ti fornisco:

  • il testo del dlgs 192/2005 aggiornato e coordinato da scaricare subito gratis in PDF

 

2.46 MB
Scarica ora pdf

 

Sintesi del Dlgs 192/2005

Che cosa prevede il dlgs 192/2005?

Il presente decreto disciplina la metodologia per il calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici ed individua una serie di criteri generali per l’accertamento delle prestazioni energetiche degli edifici:

  1. la prestazione energetica degli edifici è determinata in conformità alla normativa tecnica UNI e CTI, allineate con le norme predisposte dal CEN a supporto della direttiva 2010/31/CE, su specifico mandato della Commissione europea;
  2. il fabbisogno energetico annuale globale si calcola per singolo servizio energetico, espresso in energia primaria, su base mensile. Con le stesse modalità si determina l'energia rinnovabile prodotta all'interno del confine del sistema;
  3. si opera la compensazione mensile tra i fabbisogni energetici e l'energia rinnovabile prodotta all'interno del confine del sistema, per vettore energetico e fino a copertura totale del corrispondente vettore energetico consumato;
  4. ai fini della compensazione di cui al numero 3, è consentito utilizzare l'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili all'interno del confine del sistema ed esportata, secondo le modalità definite dai decreti di cui al presente comma.

Tali criteri generali in materia di prescrizione energetica sono validi per:

  • nuove costruzioni;
  • ristrutturazioni importanti;
  • riqualificazioni energetiche;
  • ampliamenti superiori al 15%;
  • impianti termici;
  • sostituzione di generatori di calore;
  • demolizioni e ricostruzioni.

AQE e APE: obbligo di attestazione

L’art. 3, comma 2 del dlgs 192/2005 aggiornato prevede, contestualmente alla comunicazione di fine lavori, l'obbligo per il tecnico direttore dei lavori di provvedere a depositare presso il comune l’attestato di qualificazione energetica (AQE) cioè un documento che descrive le caratteristiche dell’edificio dal punto di vista energetico.

Allo scopo di fornire un’attestazione neutra da parte di un soggetto estraneo ai lavori (c.d. certificatore) è necessario redigere anche l’ APE (attestato di prestazione energetica). Tale attestazione è stata introdotta dal dl 63/2013 che ha modificato il dlgs 192/2005 e prevede che un certificatore esterno attesti la prestazione energetica dell’edificio e la depositi presso la regione di appartenenza.

Per ulteriori approfondimenti ti lascio anche un utile Link per avere tutte le indicazioni sulla certificazione energetica.

La relazione tecnica di progetto: che cos'è? a cosa serve? chi la fa?

La relazione tecnica di progetto è un documento redatto da un tecnico abilitato che contiene  i calcoli e le verifiche previste dal decreto e ha lo scopo di descrivere e attestare l’efficienza energetica dell’edificio (art.8 dlgs 192/2005).

Viene redatta nei casi di interventi di nuova costruzione e di ristrutturazione di edifici esistenti ed è compito del tecnico depositare al comune contestualmente al titolo edilizio presentato (permesso di costruire, dia, scia) prima dell’inizio lavori. Ai fini del rilascio dei titoli edilizi è obbligatorio presentare la relazione tecnica ex legge 10.

 

termus
termus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.