Home » Notizie » Rinnovabili ed edilizia sostenibile » Testo Unico per le Rinnovabili: è la volta buona?

Testo Unico delle Rinnovabili

Testo Unico per le Rinnovabili: è la volta buona?

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Al via la stesura di un nuovo testo per la semplificazione delle procedure di autorizzazione per le fonti energetiche rinnovabili

Il MASE (Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica) ha annunciato l’avvio della redazione del Testo Unico sulle semplificazioni procedimentali per le energie rinnovabili.

L’obiettivo è semplificare tutte le procedure burocratiche legate alle energie pulite mediante un unico testo normativo primario, che sostituirà le leggi esistenti e renderà più trasparenti e accessibili le regole per l’utilizzo di energie rinnovabili.

Se pensi che quello delle fonti rinnovabili sia un ambito di primaria importanza per la tua professione, ti consiglio di provare questo software fotovoltaico per la progettazione e la simulazione economica di qualsiasi tipo di installazione connesso alle rete elettrica.

Testo Unico per le Rinnovabili: semplificazione e razionalizzazione

Il Testo Unico sulle Rinnovabili, in linea con la direttiva RepowerEU, si propone di unificare in un unico corpo normativo tutte le disposizioni concernenti l’impiego delle energie rinnovabili, superando la frammentazione normativa attuale. Un passo cruciale verso la semplificazione amministrativa, la razionalizzazione e l’armonizzazione delle procedure di autorizzazione, destinato a sbloccare il pieno potenziale delle fonti energetiche sostenibili nel contesto italiano.

Il Testo Unico per le Rinnovabili assumerà la forma di un testo legislativo primario, che concentrerà e sintetizzerà tutte le regolamentazioni relative alle energie rinnovabili, sostituendo così la molteplicità di leggi esistenti su questo tema.

Non solo Testo Unico per le Rinnovabili: PNIEC e revisione del Conto termico 2.0

Il percorso verso una gestione semplificata e efficiente delle energie rinnovabili avviato con il Testo Unico per le Rinnovabili è solo una delle iniziative intraprese dal MASE per creare le condizioni normative e procedurali necessarie al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione entro il 2025.

Parallelamente alla semplificazione procedimentale per le rinnovabili, infatti, è stata avviata la consultazione pubblica per l’aggiornamento del PNIEC, il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima che fissa gli obiettivi nazionali al 2030 sull’efficienza energeticasulle fonti rinnovabili e sulla riduzione delle emissioni di CO2, nonché gli obiettivi in tema di sicurezza energetica, interconnessioni, mercato unico dell’energia e competitività, sviluppo e mobilità sostenibile, delineando per ciascuno di essi le misure che saranno attuate per assicurarne il raggiungimento.

Il Ministro ha annunciato l’avvio di consultazioni pubbliche per la revisione del Conto termico 2.0, con particolare riguardo alle tecnologie a bioenergie.

E’ in corso inoltre la predisposizione del decreto per la definizione di incentivi ad asta per grandi impianti di produzione di energia termica rinnovabile.

Tra le misure in cantiere, vi è anche la revisione delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici.

 

 

Solarius-PV

 

Solarius-PV

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *