Lauree abilitanti: ecco il nuovo disegno di legge che rivoluzionerebbe il mondo delle professioni

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Si prevede che diventino abilitanti le lauree in: geometra laureato, agrotecnico laureato, perito agrario laureato, perito industriale laureato, odontoiatria, farmacia, veterinaria, psicologia

Il Consiglio dei Ministri n. 67 del 18 ottobre 2020 ha approvato un disegno di legge, presentato dal Ministro dell’università e della ricerca Gaetano Manfredi, che introduce nuove disposizioni in materia di titoli universitari/lauree abilitanti.

Il testo prevede una radicale semplificazione delle modalità di accesso all’esercizio delle professioni regolamentate, finalizzata a una più diretta, immediata ed efficace collocazione dei giovani nel mercato del lavoro. In seguito all’entrata in vigore delle nuove norme, si prevede che il necessario tirocinio pratico-valutativo sia svolto all’interno dei corsi di laurea e che, di conseguenza, l’esame conclusivo del corso di studi divenga anche la sede nella quale espletare l’esame di Stato di abilitazione all’esercizio della professione.

Le classi di laurea interessate

Il nuovo modello di abilitazione si applicherà alle lauree magistrali a ciclo unico in:

  • Odontoiatria e protesi dentaria;
  • Farmacia e farmacia industriale;
  • Medicina veterinaria;
  • Psicologia.

Tali lauree quindi conferiranno automaticamente l’abilitazione all’esercizio delle professioni di odontoiatra, farmacista, veterinario e psicologo.

Il disegno di legge prevede inoltre le lauree professionalizzanti in:

  • professioni tecniche per l’edilizia e il territorio;
  • professioni tecniche agrarie, alimentari e forestali;
  • professioni tecniche industriali e dell’informazione;

abilitando quindi all’esercizio delle professioni, correlate ai singoli corsi di studio, di:

  • geometra laureato;
  • agrotecnico laureato;
  • perito agrario laureato;
  • perito industriale laureato.

Ulteriori lauree che potrebbero diventare abilitanti

Su richiesta dei consigli degli ordini o dei collegi professionali o delle relative federazioni nazionali, si prevede che i seguenti titoli universitari:

  • di tecnologo alimentare;
  • di dottore agronomo;
  • di dottore forestale;
  • di pianificatore paesaggista e conservatore (attinenti alle ex facoltà di architettura);
  • di assistente sociale;
  • di biologo;
  • di chimico;
  • di geologo;

possano essere resi abilitanti, con uno o più regolamenti da adottare su proposta del Ministro dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro vigilante sull’ordine o sul collegio professionale competente.

Con i medesimi regolamenti saranno disciplinati gli esami finali, con lo svolgimento di una prova pratica valutativa per il conseguimento delle lauree abilitanti, prevedendo che i titoli universitari conclusivi dei corsi di studio hanno valore abilitante all’esercizio della professione, previo superamento di un tirocinio pratico-valutativo interno ai corsi.

 

Clicca qui per scaricare il decreto

 

primus

 

1 commento
  1. Elisabetta
    Elisabetta dice:

    Buongiorno,
    sono Elisabetta laureata in ingegneria Edile-Architettura e sto studiando per l’esame di stato.
    non mi è chiara la logica del perche non possa essere esteso a tutte le facoltà! Sembra che non si voglia rendere chiare e semplici le cose una volta per tutte…
    Non sono contro l’esame di stato in sè perchè se serve lo si fa, certo che se fosse inserito all’interno del percorso di laurea forse si ridurrebbero i tempi di accesso al mondo del lavoro.
    La vera questione è che forse non sono ben inserite, nei corsi di laurea, le “reali” competenze pratico-normative per le attività professionali….!!
    O se solo si obbligassero tutti gli studenti a svolgere periodicamente esperienze di tirocinio…sarebbe una gran bella cosa!
    grazie per i vostri articoli a presto!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *