Home » BIM Topic » BIM e professioni » Vantaggi e svantaggi del BIM per i geometri

Vantaggi e svantaggi del BIM per i geometri

Vantaggi e svantaggi del BIM per i geometri

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Il BIM migliora il risultato del lavoro di professionisti e imprese. Vediamo nel dettaglio vantaggi e svantaggi del BIM per i geometri

La diffusione del BIM sta incidendo in maniera estremamente positiva sui flussi di lavoro di professionisti e imprese. I vantaggi sono tantissimi e talmente evidenti che stanno contribuendo al successo e allo sviluppo di questa metodologia in tutte le discipline del settore delle costruzioni. Geometri, architetti, strutturisti hanno la possibilità di relazionarsi in ambito interdisciplinare e di collaborare senza limiti di spazio, tempo e risorse tecnologiche. In questo articolo ci soffermiamo principalmente sui vantaggi e gli svantaggi del BIM per i geometri. In particolare vedremo quali benefici comporta il BIM, quali strumenti di BIM management system utilizzare e perché è così conveniente investire su questa nuova metodologia di lavoro. Scoprilo subito!

I vantaggi del BIM_Ottimizzazione costi, tempi e risorse

I vantaggi del BIM | Ottimizzazione costi, tempi e risorse

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo del BIM per i geometri?

I vantaggi del BIM per i geometri sono tantissimi. Vediamo nel dettaglio quali sono.

  • collaborazione – il BIM favorisce la collaborazione e lo scambio d’informazioni anche tra professionisti o team di lavoro che utilizzano software diversi e che non lavorano nello stesso luogo. Si utilizzano formati aperti di scambio (IFC, BCF, ecc.) e si lavora tutti allo stesso modello informativo evitando incomprensioni o fraintendimenti, sfruttando tutti i vantaggi del cloud e delle applicazioni online;
  • computo metrico in automatico – redigere il computo metrico è uno dei compiti più frequenti per un geometra. Ottenere il computo metrico estimativo in automatico dal modello 3D del fabbricato aiuta ad abbattere notevolmente i tempi da dedicare a questa attività e il rischio di incorrere in errore. Per approfondire, leggi anche Come ottenere automaticamente un computo metrico dal modello 3D;
  • ottimizzazione delle risorse – l’utilizzo di software e metodologie BIM permette di rispettare tempi e budget preventivati e di ottimizzare al meglio ogni risorsa (materie prime, personale, ecc.). Alcuni studi dimostrano una riduzione dei tempi di costruzione di circa il 30% e una sensibile diminuzione degli errori di progetto che contribuiscono, a loro volta, al rispetto dei tempi di consegna di un cantiere;
  • manutenzione – avere un modello informativo implementabile e aggiornabile nel tempo, agevola tutte le attività di gestione e manutenzione del bene. Nel Facility Management tutti i soggetti incaricati collaborano con il team di progettazione e contribuiscono alla pianificazione degli asset, fornendo indicazioni utili sulla scelta dei materiali, sull’organizzazione dello spazio, sul tipo di apparecchiature da installare e sulla tipologia di informazioni richieste per la manutenzione. Tutto questo si traduce in una significativa riduzione dei tempi e dei costi di gestione dell’opera. Per approfondire, leggi BIM facility management: il potere del BIM nella gestione degli asset;
  • sicurezza – il BIM applicato alla sicurezza (BIM safety) offre l’opportunità di identificare e prevenire i rischi per la salute e l’incolumità dei lavoratori, fin dall’inizio della progettazione. Grazie alla simulazione digitale del cantiere e alle nuove tecnologie che includono l’utilizzo di digital twin, VRi, ecc., è possibile limitare rischi e incidenti e migliorare la formazione degli operai. Per saperne di più, leggi BIM Safety: i 10 modi in cui il BIM aumenta la sicurezza;
  • attività di verifica  e controllo – l’utilizzo di modelli BIM e di applicazioni di BIM clash detection software aiutano a rilevare visivamente eventuali conflitti tra i modelli delle diverse discipline in gioco (MEP, architettura, struttura, ecc.), già durante la fase di progettazione. È possibile avere un report con tutte le interferenze geometriche in modo da poter intervenire e risolverle prima dell’inizio del cantiere;
  • BIM e GIS – facilità di gestione di mappe GIS e modelli BIM georeferenziati al fine di condurre analisi territoriali e d’inquadramento del progetto. Per approfondire, leggi Integrazione BIM e GIS, tutto quello che devi sapere;
  • visualizzazione realistica del progetto – le nuove modalità di gestione e visualizzazione del modello 3D consentono un approccio realistico al progetto e a tutte le soluzioni di dettaglio previste. Rendering real-time, VRi, BIM viewer online, aiutano a visualizzare il progetto come se fosse già realizzato e ad avere una visione chiara delle scelte fatte. In questo modo anche il cliente è costantemente informato di tutti i dettagli del progetto, evitando fraintendimenti che emergono nella fase di cantierizzazione dell’opera. Infine, una migliore comprensione del progetto aumenta la produttività e aiuta i geometri e i progettisti a basarsi su flussi di lavoro più creativi e di miglior livello, aumentando anche la competitività della propria attività professionale.

Per approfondire i vantaggi del BIM, leggi anche:

Come tutte le modalità di lavoro, oltre ai tantissimi benefit possono esserci anche degli inconvenienti. Oltre ai vantaggi, vediamo quali sono gli svantaggi del BIM per i geometri:

  • approccio lavorativo nuovo – lo svantaggio più evidente dell’introduzione del BIM nei flussi si lavoro è l’alto grado di innovazione delle tecnologie, delle modalità operative e degli strumenti da utilizzare. Si lavora esclusivamente su modelli 3D e questo comporta una riconversione dei flussi di lavoro utilizzati finora. Implementare il BIM nel proprio sistema lavorativo può richiedere tempo e adeguata formazione;
  • tecnologia ancora poco conosciuta – mentre il BIM sta diventando obbligatorio negli appalti pubblici, nei lavori privati non è ancora così conosciuto, soprattutto dai committenti e dai non addetti ai lavori. Di conseguenza, tra le richieste del committente difficilmente sarà espressa la richiesta di un approccio di tipo BIM;
  • necessità di formazione – per utilizzare correttamente metodi e strumenti BIM occorrono soldi e tempo da destinare alla formazione.

Gli svantaggi, dunque, sono semplicemente legati alla novità di questo approccio lavorativo e alla necessità di un investimento iniziale da dedicare alla formazione professionale. I vantaggi, però, superano ampiamente gli svantaggi, per cui prendere in considerazione tale investimento non può che essere una buona idea!

 

usbim
usbim
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *