professionisti-sostenibilita-UNI

UNI/PdR 109: pubblicata la norma per i professionisti della sostenibilità

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Attività, compiti e requisiti dei professionisti che operano nel settore della sostenibilità ambientale, economica e sociale: ecco i dettagli sulla UNI/PdR 109

Da tempo la sostenibilità è al centro delle politiche industriali nazionali ed europee e, pertanto, sono sempre più richieste competenze specifiche da parte dei professionisti che operano in questo settore; figure sempre più richieste dal mercato del lavoro.

Al fine di poter garantire una corretta ed univoca definizione delle caratteristiche proprie dei cosiddetti “professionisti della sostenibilità” è stata pubblicata la Prassi di riferimento: UNI/PdR 109Attività professionali non regolamentate: profili professionali nell’ambito della sostenibilità.

Si tratta di uno strumento utile a livello nazionale che individua le conoscenze, le abilità e le competenze che i professionisti devono avere.

La norma si divide in due parti:

  • la parte 1 (UNI/PdR 109.1:2021)Attività professionali non regolamentate: profili professionali nell’ambito della sostenibilità – Parte 1: Sustainability manager, Sustainability Practitioner – Requisiti di conoscenza, abilità, responsabilità e autonomia”;
  • la parte 2 (UNI/PdR 109.2:2021) “Attività professionali non regolamentate: profili professionali nell’ambito della sostenibilità – Parte 2: Sustainability & CSR Auditor, SDG Action Manager, SDG User – Requisiti di conoscenza, abilità, responsabilità e autonomia”. 

UNI/PdR 109.1:2021

La norma definisce i requisiti relativi all’attività professionale del Sustainability Manager e Sustainability Practitioner ossia del professionista che svolge attività di gestione a livello manageriale della sostenibilità in azienda e della responsabilità sociale d’impresa e del professionista che sviluppa e gestisce a livello operativo la sostenibilità.

UNI/PdR 109.2:2021

La seconda parte della norma definisce, invece, i requisiti relativi all’attività professionale del Sustainability & CSR Auditor, SDG Action Manager, SDG User, ossia del professionista che svolge attività di audit nell’ambito della sostenibilità e della responsabilità sociale d’impresa, gestione degli obiettivi SDGs in strutture organizzative, aspetti di gestione e attività quotidiane dei cittadini correlate agli SDGs non correlate a specifiche attività professionali.

In entrambi i documenti i requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche e dall’identificazione dei relativi contenuti, in termini di conoscenze e abilità, anche al fine di identificarne chiaramente il livello di autonomia e responsabilità in coerenza con il Quadro Nazionale delle Qualificazioni (QNQ) e sono espressi in maniera tale da agevolare e contribuire a rendere omogenei e trasparenti, per quanto possibile, i relativi processi di valutazione della conformità.

 

Le due parti della Prassi di rifermento (parte 1 e parte 2) possono essere scaricate, previa registrazione, dal sito UNI ai seguenti link:

 

primus-platform
primus-platform

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *