uni en 12464 1 illuminazione posti di lavoro interrni

UNI EN 12464-1: illuminazione dei posti di lavoro interni

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

La UNI EN 12464-1 stabilisce i requisiti minimi per l’illuminazione dei luoghi di lavoro interni in modo da soddisfare le esigenze di sicurezza

La commissione UNI “Luce e illuminazione” ha pubblicato la norma UNI EN 12464-1:2021 (che sostituisce la UNI EN 12461:2011) dal titolo: “Luce e illuminazione – Illuminazione dei posti di lavoro – Parte 1: Posti di lavoro in interni” che stabilisce i requisiti minimi per l’illuminazione dei luoghi di lavoro in modo da soddisfare le esigenze di sicurezza.

Una corretta illuminazione, all’interno dei luoghi di lavoro, è fondamentale per garantire un benessere visivo dei lavoratori. Come per ogni aspetto legato agli ambienti lavorativi, anche l’illuminazione è regolamentata da vari riferimenti normativi, come l’allegato IV “requisiti dei luoghi di lavoro” del dlgs 81/2008, l’allegato XXXIV “videoterminali” del dlgs 81/2008 e la norma UNI EN 12464 “luce e illuminazione – illuminazione dei posti di lavoro”.

L’illuminazione all’interno di un luogo di lavoro deve essere adeguata in modo da assicurare al lavoratore le condizioni ottimali per portarlo a svolgere la sua attività in totale sicurezza. In caso contrario, un’illuminazione non corretta comporta diversi disturbi sulla salute del lavoratore che vanno ad influire sulla produttività e il rendimento individuale.

E’ importante, quindi, verificare sempre che le condizioni siano effettivamente rispettate e che gli impianti illuminotecnici siano stati realizzati ad opera d’arte. Per questo motivo, ti consiglio di scaricare un software per la progettazione illuminotecnica e verificare l’illuminamento degli ambienti di lavoro secondo la norma UNI EN 12464-1.

La UNI EN 12464-1

La norma UNI EN 126464-1 specifica i requisiti di illuminazione per persone, in posti di lavoro in interni, che corrispondono alle esigenze di comfort visivo e di prestazione visiva di persone aventi capacità oftalmiche (visive) normali o corrette. Sono considerati tutti i compiti visivi abituali, inclusi quelli che comportano l’utilizzo di attrezzature munite di videoterminali.

Quindi all’interno della UNI EN 12464 viene spiegato che l’illuminazione deve soddisfare tre requisiti fondamentali:

  • confort visivo, con una buona illuminazione i lavoratori hanno una sensazione di benessere e in modo indiretto ciò contribuisce anche a generare un livello di produttività più elevato e una qualità del lavoro migliore;
  • prestazioni visive, in cui i lavoratori sono in grado di svolgere i loro compiti visivi, anche in condizioni di difficili circostanze e per periodi più lunghi;
  • sicurezza, i punti luce devono essere installati in sicurezza.

Per soddisfare tali requisiti è utile considerare alcuni parametri fondamentali che caratterizzano l’ambiente luminoso di seguito elencati:

  • distribuzione delle luminanze, bisogna evitare elevati contrasti di luminanze eccessivamente elevati o troppo bassi ai fini di aumentare il comfort visivo; esistono veri e propri fattori di riflessione per il calcolo adatto alle luminanze:
    • per il soffitto da 0.6 a 0.9;
    • per le pareti da 0.3 a 0.8;
    • per i piani di lavoro da 0.2 a 0.6 e per il pavimento da 0.1 a 0.5;
  • illuminamento medio, ossia devono essere mantenuti degli illuminamenti medi per garantire il comfort visivo ai lavoratori e riguardano le superfici indicate nella zona del compito visivo;
  • illuminamento delle zone circostanti al compito che può essere più basso di quello del compito ma non deve essere minore a determinati valori;
  • abbagliamento molesto che impedisce una visione corretta del compito visivo;
  • apparenza del colore che si riferisce al colore apparente della luce emessa ed è definita dalla temperatura di colore correlata;
  • resa del colore che definisce la capacità effettiva della lampada a restituire in modo adeguato i colori;
  • fattore di manutenzione che deve essere stabilito dal progettista in base alle conoscenze dell’impianto.
Calcolo illuminotecnico con Impiantus-ELETTRICO

Calcolo illuminotecnico con Impiantus-ELETTRICO

 

Una buona illuminazione e buona visibilità possono fare la differenza nello svolgimento delle attività perché influenzano il benessere e la sicurezza dei lavoratori.

Pertanto, per effettuare un buona progettazione illuminotecnica ti consiglio di scaricare gratuitamente per 30 giorni un software per la progettazione illuminotecnica che ti consente di importare le caratteristiche fotometriche degli apparecchi illuminanti in formato EULUMDAT (che racchiude il diagramma dell’intensità luminosa e le dimensioni del solido rappresentante il corpo illuminante) e di calcolare i livelli di illuminamento.

La UNI EN 126464-1 sull’illuminazione dei posti di lavoro in interni è scaricabile a pagamento dal sito UNI.

 

impiantus-elettrico
impiantus-elettrico

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.