Home » Notizie » Titoli edilizi » Tettoie per auto senza permesso: è possibile?

tettoie-per-auto-senza-permesso

Tettoie per auto senza permesso: è possibile?

Tempo di lettura stimato: 7 minuti

È possibile installare tettoie come garage per auto senza permesso? Scopri cosa prevede la normativa per evitare sanzioni e rischi legali

Le tettoie per auto rappresentano una soluzione pratica ed economica per proteggere i veicoli dagli agenti atmosferici, prolungandone la durata e mantenendoli in buone condizioni. Tuttavia, la costruzione di una tettoia per auto può essere soggetta a diverse disposizioni edilizie che ne regolano la costruzione ed evitano di costruire strutture senza i necessari permessi.

Costruire una tettoia per auto senza permesso comporta una serie di rischi e problematiche legali e penali.

Pertanto, è sempre fondamentale gestire la pratica di qualsiasi installazione edilizia in maniera ottimale e conservarla nel tempo. A tal proposito, ti suggerisco una piattaforma di gestione documentale online che ti consente di gestire in maniera innovativa la documentazione di tutte le procedure.

Scopri nel dettaglio la normativa e i requisiti che regolano la costruzione di tettoie per auto e in quali circostanze è possibile costruirle senza l’ottenimento di alcun titolo abilitativo.

Garage esterno per auto: caratteristiche e tipologie

Un garage esterno per auto è una struttura dedicata alla protezione e al parcheggio di veicoli all’aperto.

Questi garage possono essere realizzati in diversi materiali, come legno, acciaio o ferro, e possono essere costruiti sotto forma di varie strutture come tettoia o gazebo.

La costruzione di un garage esterno per auto può richiedere o non richiedere un permesso a seconda delle caratteristiche della struttura. Se si tratta di una struttura mobile, amovibile, autoportante e priva di fondamenta o ancoraggi, potrebbe essere sufficiente presentare una Segnalazione Certificato di Inizio Attività (SCIA edilizia) accompagnata dalla relazione di un tecnico che ne attesti le caratteristiche, senza necessità di un permesso di costruire.

Tuttavia, se la struttura è considerata una “nuova costruzione” fissa, potrebbe essere necessario ottenere un permesso di costruire, a seconda delle normative edilizie del Comune di riferimento. Pertanto, la possibilità di costruire un garage esterno per auto senza permesso dipende dalle specifiche caratteristiche della struttura e dalle normative locali vigenti.

Quali sono le caratteristiche di una tettoia per auto?

Una tipologia di struttura che può essere utilizzata come garage esterno è la tettoia, una soluzione pratica ed economica per chi non ha la possibilità di costruire un garage chiuso.

Una tettoia per auto è una struttura esterna, generalmente aperta su almeno tre lati, utilizzata per proteggere un veicolo dagli agenti atmosferici come pioggia, grandine, sole e neve.

Le tettoie per auto possono essere realizzate in diversi materiali come legno, acciaio, alluminio o PVC e possono essere fisse o amovibili.

La loro installazione è soggetta a specifiche normative edilizie che variano da comune a comune.

In alcuni casi, è possibile installare una tettoia senza permesso se questa rispetta determinati requisiti di dimensione, solidità e amovibilità.

Come progettare una tettoia per auto?

Per la progettazione di una tettoia, è fondamentale valutare lo spazio disponibile e definire l’area da coprire.

Di solito, l’altezza della tettoia varia tra i 2,35 e i 2,60 metri. Per ancorare la struttura verticalmente, una soluzione comune è l’ancoraggio dei pali in una colata di cemento: è possibile fissarli nella malta cementizia oppure optare per dei portapali in acciaio, ai quali fissare successivamente i pali.

Solitamente, i pali o pilastri vengono interrati per circa 40 centimetri e il loro numero varia in base alle dimensioni della tettoia. È importante ancorare l’intera struttura portante utilizzando staffe (zanche) che vanno fissate nel muro di supporto.

Nel caso in cui la tettoia debba coprire un’entrata, è necessario ancorarla alla facciata, distribuendo il carico su montanti, travi e puntoni: maggiore è la lunghezza di questi elementi, maggiore sarà la capacità di reggere il peso delle coperture in legno. Una tettoia funzionale di dimensioni ridotte generalmente ha una lunghezza di circa 1,20 metri.

È obbligatorio rispettare le distanze dagli edifici confinanti e verificare che l’area non sia soggetta a vincoli.

Se desideri ulteriori informazioni sulla costruzione di una tettoia, ti consiglio di leggere anche l’articolo di approfondimento “Calcolare la pendenza delle tettoie: guida completa“.

Per progettare una tettoia in maniera facile e professionale, ti suggerisco di utilizzare il software per la progettazione edilizia, che ti consente di progettare in 3D/BIM qualsiasi struttura edilizia.

Si può costruire una tettoia per auto senza permesso?

Affinché una struttura possa essere costruita senza alcun permesso, è necessario che si tratti di una struttura temporanea e che rispetti specifici requisiti di dimensioni, solidità e permanenza sul suolo come:

  • presenza di colonne che consentono il passaggio delle persone;
  • apertura della costruzione su almeno 3 lati;
  • assenza di una copertura al soffitto;
  • facile amovibilità;
  • assenza di fissaggio al suolo.

Contrariamente al pergolato, che viene definito come un elemento di arredo per aree specifiche come giardini o terrazzi (Glossario per l’edilizia libera), rientrando quindi tra gli interventi di edilizia libera, la tettoia è considerata un’opera edilizia a tutti gli effetti. Le sue caratteristiche strutturali contribuiscono ad aumentare sia il volume che la superficie dell’abitazione su cui viene costruita, sia che si appoggi a un muro perimetrale sia che sia indipendente.

In generale, la realizzazione di una tettoia di dimensioni significative e fissata al suolo costituisce un intervento che altera lo stato originario del luogo. Di conseguenza, comportando una modifica sostanziale dell’edificio di pertinenza e un eventuale aumento di volumetria, non è possibile costruirla senza prima ottenere il permesso di costruire.

Infatti, se queste tettoie influenzano l’assetto edilizio preesistente, non rappresentano una semplice rinnovazione o sostituzione di un elemento architettonico e non possono essere considerate interventi di manutenzione straordinaria ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. b) del D.P.R. 380/01. Questo è confermato anche dalla sentenza n. 10897-2022 del Consiglio di Stato, che esplicita la necessità del permesso di costruire per una tettoia che, nonostante fosse considerata pertinenza, alterava visivamente l’immobile preesistente e comportava una trasformazione del territorio soggetto a vincolo paesaggistico.

Leggi l’approfondimento Tettoia: quando occorre il permesso di costruire?

Specificamente per le tettoie destinate ad essere garage per auto, è necessario l’adeguato permesso, in quanto costituiscono strutture permanenti, che modificano l’aspetto originario del luogo e non possono essere facilmente rimosse, essendo ancorate al suolo. Inoltre, una tettoia per auto ha lo scopo di proteggere il veicolo parcheggiato dal sole e dalle intemperie e, solitamente, necessita di avere un soffitto coperto.

Quali permessi servono per la tettoia per auto?

La costruzione di una tettoia implica l’avvio di pratiche edilizie e l’ottenimento di titoli abilitativi, poiché si tratta di un’opera fissa che richiede un processo più complesso rispetto ad altre strutture.

In linea generale, per procedere con la realizzazione di una tettoia, è sempre fondamentale consultare le leggi edilizie locali, considerando che le normative possono variare in base alla zona geografica, al tipo di tettoia e alle sue dimensioni.

I principali titoli edilizi necessari in base alla natura dell’intervento includono:

  • CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata): quando l’intervento rientra nella categoria di manutenzione straordinaria senza influenzare la parte strutturale dell’edificio;
  • SCIA edilizia (Segnalazione Certificata di Inizio Attività): nel caso in cui l’intervento di manutenzione straordinaria coinvolga la parte strutturale dell’edificio senza comportare un aumento di volumetria;
  • permesso di costruire: se la realizzazione della tettoia comporta una modifica sostanziale dell’edificio di pertinenza.

Questi titoli sono essenziali per garantire la conformità alle normative e la sicurezza della struttura. Per essere sicuro di essere in linea con la normativa vigente, utilizza il software per i titoli abilitativi che ti guida nella scelta del titolo edilizio a seconda della tipologia intervento e di struttura con un apposito wizard e ti offre i modelli aggiornati di ciascun titolo abilitativo.

Modelli titoli abilitativi: software Praticus-TA

Modelli titoli abilitativi: software Praticus-TA

Quali sono le conseguenze di costruire una tettoia per auto senza permesso?

Le conseguenze legali di costruire una tettoia per auto senza permesso possono essere gravi e comportare sanzioni e ordinanze di demolizione. In base alle normative edilizie, la costruzione di una tettoia senza autorizzazione comunale può infatti essere considerata un abuso edilizio.

Inoltre, chi costruisce una tettoia senza permesso è soggetto a controlli, sanzioni e possibili azioni legali da parte delle autorità competenti. È importante sottolineare che il mancato rispetto delle normative edilizie può comportare anche la perdita del diritto di continuare l’intervento edilizio, con la conseguente necessità di rimuovere la tettoia non autorizzata.

In sintesi, le principali conseguenze legali di costruire una tettoia per auto senza permesso includono:

  • denunce per abuso edilizio;
  • ordini di demolizione;
  • sanzioni pecuniarie;
  • necessità di conformarsi alle normative vigenti per regolarizzare la situazione.

Garage esterno per auto: opzioni alternative alla tettoia

Alcune alternative interessanti alle tettoie per auto includono:

  • garage prefabbricati in legno o metallo: offrono una protezione completa per l’auto, con pareti e porte che la mettono al riparo dagli agenti atmosferici. Possono essere una buona opzione se si ha lo spazio sufficiente;
  • box auto in muratura: costruzioni in mattoni o cemento che forniscono una protezione duratura per l’auto. Richiedono però un investimento maggiore in termini di costi e tempi di realizzazione;
  • carport: strutture aperte su almeno un lato, spesso in legno o metallo, che offrono una protezione parziale per l’auto;
  • pensiline fotovoltaiche: coperture dotate di pannelli solari che proteggono l’auto e producono energia elettrica;
  • gazebo o pergolati: strutture in legno o metallo con copertura in tela o vegetazione rampicante; forniscono ombra e una parziale protezione per l’auto.

Sentenze di riferimento

Di seguito si riportano una serie di sentenze che affrontano delle tematiche specifiche su varie strutture e i relativi permessi.

Tettoia per scale esterne: è ristrutturazione edilizia?

La sentenza n. 6151/2023 del Tar Campania affronta la questione della definizione e della delimitazione poco chiara delle tettoie nel contesto normativo attuale, focalizzandosi su un caso specifico riguardante una tettoia per scale esterne.

Il Comune considerava la struttura come un intervento di ristrutturazione edilizia e aveva emesso un’ordinanza di demolizione per mancanza del permesso di costruire. Tuttavia, il proprietario sosteneva che si trattasse di un’opera precaria o di facile rimozione, rientrante in edilizia libera o, al massimo, in manutenzione straordinaria.

Il Tar Campania ha stabilito che le dimensioni ridotte e la mera funzione di riparo della tettoia non comportavano un’alterazione significativa dello stato dei luoghi né una trasformazione dell’edificio, quindi l’applicazione degli articoli relativi agli interventi di ristrutturazione edilizia non era giustificata.

Il ricorso è stato quindi accolto.

Altre sentenze

Leggi ulteriori sentenze sul tema:

Altri approfondimenti

Altri articoli di approfondimento sono:

Praticus-TA
Praticus-TA
0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *