Consigli ed esempi per progettare il tetto con travi a vista

Come valutare l’impatto architettonico del tetto con travi a vista nel tuo progetto d’interior design, con render e simulazioni realistiche

Quando si tratta di creare un’atmosfera accogliente e di carattere all’interno di una casa, poche cose possono eguagliare l’impatto visivo e l’atmosfera calda di un tetto con travi a vista. Questo elemento architettonico, da sempre prediletto unicamente per le potenzialità del sistema costruttivo e molto spesso coperto e non lasciato a vista, oggi è diventato un’icona di stile e raffinatezza nell’interior design, da mostrare e valorizzare.

Per valutare l’impatto estetico di un tetto o di un solaio con travi a vista, è possibile realizzare simulazioni realistiche del risultato progettuale con un software di progettazione architettonica BIM.

Leggi l’articolo per avere tanti consigli utili alla progettazione.

Tetto con travi in legno lamellare a vista

Il fascino intramontabile delle travi a vista

Le travi a vista, con la loro bellezza rustica e il fascino intramontabile, sono diventate un elemento chiave nella creazione di spazi abitativi unici e memorabili. Originariamente utilizzate per sostenere il tetto e garantire la stabilità strutturale, queste travi sono ora considerate un elemento decorativo di grande impatto, oltre che una soluzione strutturale valida per la sua versatilità e leggerezza.

Una delle principali ragioni per cui i tetti con travi a vista sono così amati è la sensazione di calore e accoglienza che portano agli interni. Le travi aggiungono un tocco di rusticità e autenticità agli spazi, creando un ambiente che invita al relax e al comfort. Questo è particolarmente evidente in ambienti come soggiorni e camere da letto, dove il tetto a travi a vista può diventare il punto focale dell’intero ambiente.

Tetto con travi a vista in stile rustico

Un’altra caratteristica affascinante dei tetti a travi a vista è la loro versatilità nel design e nella decorazione degli interni. Possono essere utilizzati in una vasta gamma di stili, dal rustico, all’antico, al moderno, e possono essere adattati a diverse preferenze estetiche. Le travi possono essere lasciate al naturale per un’allure più tradizionale, oppure dipinte o trattate per adattarsi a uno schema di colori specifico o per aggiungere un tocco di modernità.

Struttura a vista in legno

Lo sviluppo e l’utilizzo di tecniche costruttive innovative come il legno lamellare, hanno portato alla riscoperta del fascino dei tetti in legno. Più che coprire “l’ossatura” del tetto con controsoffitti di vario genere, abbiamo imparato ad apprezzare l’estetica della struttura a vista e ad esaltarla con soluzioni architettoniche d’effetto. Il legno lamellare a vista può essere verniciato con colori chiari o lasciato al naturale, in base all’effetto finale desiderato. Travi a vista in legno scuro, invece, daranno vita ad ambienti imponenti e più austeri e formali e risulteranno più indicate per stanze con ampia metratura. Il risultato, dunque, non è per forza quello della baita di montagna, anzi si abbina a stili diversi. Perfette per lo stile scandinavo, per una casa al mare dal carattere informale, per un ambiente industrial e minimalista, uno stile rustico o addirittura vintage.

Ci sono, dunque, numerose tecniche per trattare un soffitto con travi a vista. Ecco alcuni esempi:

  • travi a vista in legno massello al naturale;
  • travi a vista in legno lamellare al naturale;
  • travi a vista in legno naturale e solaio (tavolato) completamente intonacato;
  • travi e tavolato verniciato;
    • finitura opaca,
    • finitura lucida;
    • effetto sbiancato con nodi e venature visibili, ecc.

Inoltre, lasciando le travi a vista si evitano i controsoffitti (in cartongesso o altra tipologia) e si beneficia di soffitti più alti, trame più interessanti, flessibilità di stile e un risparmio di costi non trascurabile, considerando le spese per la fornitura e la posa in opera di cartongesso, struttura di supporto, intonaco e pitturazione.

Tetto con travi a vista a contrasto

Struttura a vista in acciaio

Se pensiamo al tetto con travi a vista, le prime immagini che ci tornano alla mente sono quasi sicuramente riferite alle strutture in legno. Non trascurabile, invece, è anche la soluzione costruttiva che prevede la realizzazione di solai e tetti in acciaio, magari anche con arcarecci, travi reticolari, profili IPE, lamiere grecate, ecc. Abbinate con coperture vetrate e pavimenti in cemento, queste soluzioni ben si adattano ad uno stile industriale e spiccatamente contemporaneo. Una scelta non facile, non per tutti, solo per chi ha il coraggio di osare ed apprezzare le strutture a vista nella loro accezione più pura.

Struttura in cemento armato

Negli ultimi tempi anche il cemento armato a vista, negli ambienti interni, sta riacquisendo dignità. Molti sono gli esempi di designer che, per scelta creativa, propongono soluzioni con pilastri e travi lasciate a vista. In questo caso, per evitare l’effetto “trascurato” o addirittura “non finito” è essenziale scegliere finiture giuste e verificare che i lavori siano eseguiti a regola d’arte e con accuratezza nei dettagli. Si predilige solitamente l’abbinamento con pavimenti e intonaci total white, in resina o materiali innovativi come corian, kerlite, ecc. Da evitare soluzioni tradizionali e troppo scontate e prediligere uno stile fortemente contemporaneo con arredi di design.

Travi a vista in cemento armato

Quale pavimento con le travi a vista?

Le travi a vista, una volta considerate esclusivamente un elemento rustico, oggi rappresentano un valore aggiunto in qualsiasi casa, indipendentemente dallo stile adottato. Tuttavia, trovare l’equilibrio tra le travi a vista, i pavimenti e gli arredi è essenziale per valorizzare al massimo questa caratteristica architettonica così affascinante.

L’errore più comune, infatti, è proprio quello di abbinare legni con colori e finiture diverse in modo disarmonioso e casuale.

Ecco alcuni suggerimenti pratici per evitare errori ed ottenere risultati sorprendenti.

Travi rustiche e pavimenti naturali

Quando si tratta di travi in legno, vecchie o nuove che siano, in massello o lamellare, è importante evidenziarle per sfruttarne appieno il loro fascino. Una manutenzione adeguata e un trattamento con olio o cera possono esaltarne il colore e le venature, mantenendo un’atmosfera naturale e accogliente. Se si cerca uno stile rustico, è opportuno optare per pavimenti, texture e palette che si ispirano al mondo naturale. Via libera al parquet grezzo o trattato che riprenda il tono del legno delle travi, ai colori chiari sulle pareti e negli arredi, a tendaggi, cuscini e tappeti che stimolino le sensazioni tattili e ricordino le trame grezze del cotone, del lino e della canapa. Più complicato sarebbe ricreare l’armonia dello spazio utilizzando legni, essenze e finiture diverse o a contrasto.

Tetto in legno con travi a vista

Travi di legno verniciato per uno stile moderno

Anche in ambienti dallo stile moderno è possibile integrare travi a vista in legno, pur rimuovendo l’effetto rustico. Una strategia efficace consiste nell’optare per un soffitto bianco, che mette in risalto il disegno delle travi senza appesantire l’ambiente. Per coloro che desiderano un ambiente luminoso e versatile, combinare travi e pavimenti bianchi può essere la soluzione ideale. Dipingere il soffitto di bianco e scegliere un pavimento bianco o chiaro crea una base neutra che mette in risalto le travi senza renderle eccessivamente dominanti. Questa palette neutra permette di giocare con una vasta gamma di colori e stili di arredamento, offrendo flessibilità e libertà creativa. Aggiungere tocchi di colore tramite mobili e accessori permette di personalizzare l’ambiente e creare uno stile unico e accattivante. Il pavimento può essere scelto in diverse tonalità, dal legno sbiancato al grès porcellanato, creando un contrasto elegante e contemporaneo. L’uso di mobili bianchi e colori neutri contribuisce a mantenere un’atmosfera luminosa ed elegante, perfetta per uno stile moderno e raffinato. Più audace la scelta dei soffitti scuri, da abbinare con gres o addirittura marmo e superfici lucide e colori brillanti per un risultato raffinato.

tetto con travi a vista stile moderno

Travi in cemento armato o acciaio per uno stile industriale deciso

Le strutture in cemento armato o acciaio possono offrire un’estetica industriale e contemporanea altrettanto affascinante. Per complementare questo stile, si consiglia di scegliere pavimenti in legno dal carattere deciso, o optare per piastrelle in gres formato maxi o pavimenti continui come resina, cemento industriale o micro cemento. L’uso di mobili in ferro e vetro, accostati a elementi in legno grezzo o acciaio, completa l’atmosfera industriale e conferisce all’ambiente un tocco di modernità ed essenzialità.

Come valutare l’efficacia delle scelte di progetto

Qualsiasi sia lo stile che si vuole perseguire, per effettuare scelte consapevoli, è molto utili lavorare con i modelli 3D ed elaborare render fotorealistici o addirittura visite virtuali del modello 3D.

Come? Utilizzando un software di progettazione architettonica BIM.

In questo modo progetti i tuoi spazi direttamente in 3D, con oggetti parametrici che ti aiutano a velocizzare la modellazione. Aggiungi tutti i dettagli al modello: travi, finestre, tramezzi, porte, ecc. Definisci materiali, luci ed arredi, scegliendo da un ricco catalogo online sempre aggiornato. Verifichi il risultato con viste 3D, render e navigazioni in prima persona all’interno del modello (puoi utilizzare anche un visore e muoverti negli spazi come se fossero già realizzati). Valuti diverse soluzioni progettuali, modificando il modello in tempo reale. Ad esempio puoi cambiare il passo delle travi, la sezione dei travetti, il tipo di materiale, il colore, la finitura, la forma e la pendenza del tetto, gli arredi e confrontare le soluzioni tra loro per essere sicuro di fare la scelta giusta.

Questo metodo ti aiuta a non commettere errori, a valutare preventivamente le scelte da fare, risparmiando tempo durante i lavori. Inoltre, sei sicuro che anche il tuo cliente sia consapevole delle scelte progettuali perché avrà una visione realistica del risultato, molto più chiara rispetto ad una tradizionale rappresentazione tecnica in pianta e sezione.

 

 

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Plusvalenza da Superbonus: nuova circolare del Fisco

Dal 2024 fa plusvalenza la vendita di immobili agevolati con Superbonus. Quando va pagata l'extra-tassa…

14 Giugno 2024

Case green: il ruolo degli sportelli unici per la prestazione energetica

La direttiva prevede la creazione su tutto il territorio nazionale di strutture di assistenza tecnica…

13 Giugno 2024

Come migliorare la certificazione energetica: il sondaggio ENEA-CTI

Sei un certificatore energetico? Rispondi al questionario promosso da ENEA e CTI per la prossima…

13 Giugno 2024

Che funzioni ha e come si compone un quadro elettrico?

Il quadro elettrico è tra gli elementi più importanti di un impianto elettrico, responsabile della…

13 Giugno 2024

L’innovazione del GIS and virtual reality nel settore delle costruzioni

Come combinare la visualizzazione realistica ed interattiva di modelli 3D, mappe e dati GIS grazie…

13 Giugno 2024

As-Planned vs As-Built: cosa devi sapere

As-Planned vs As-Built: scopri le differenze tra i programmi di pianificazione ed esecuzione nella gestione…

13 Giugno 2024