Teleriscaldamento e teleraffrescamento: le prassi di riferimento UNI

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Disponibili le due prassi di riferimento UNI relative al servizio di teleriscaldamento e teleraffrescamento. Ecco i dettagli

Sono state pubblicate dall’Ente Italiano di Normazione (UNI) le due prassi di riferimento sulle reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento:

  • UNI/PdR 93.1:2020 dal titolo “Linee Guida di Pronto Intervento e Gestione delle Emergenze per il servizio di Teleriscaldamento e Teleraffrescamento“;
  • UNI/PdR 93.2:2020 dal titolo “Linee guida per le caratteristiche e la qualità del fluido termovettore delle reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento“.

I due documenti commissionati da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) nascono dalla collaborazione tra UNI e  CTI (Comitato Termotecnico italiano Energia e Ambiente).

 UNI/PdR 93.1:2020 – Pronto intervento e gestione delle emergenze

La prassi di riferimento fornisce linee guida sull’esecuzione delle attività di pronto intervento e di gestione delle emergenze per:

  • le reti di trasporto,
  • le reti di distribuzione,
  • gli allacciamenti,
  • le sottostazioni d’utenza,

in merito alla sicurezza di infrastrutture riguardanti il Teleriscaldamento (TLR) e/o il Teleraffrescamento (TLF) secondo la legislazione nazionale vigente.

Obiettivi e finalità del documento

Il documento definisce in particolare:

  • obiettivi,
  • attività,
  • struttura organizzativa,
  • competenze necessarie,

finalizzati ad assicurare una rapida ed efficace gestione del servizio teso a:

  • ricevere la segnalazione di anomalie;
  • individuare le anomalie segnalate sulle reti di trasporto, le reti di distribuzione, gli allacciamenti e/o le sottostazioni d’utenza;
  • assicurare tempestivamente il ripristino e il mantenimento delle condizioni di sicurezza;
  • minimizzare gli effetti dell’anomalia e prevenire conseguenti emergenze con particolare riguardo ai clienti finali.

La norma UNI/PdR 93.1:2020 è scaricabile a pagamento dal sito UNI (Ente Italiano di Normazione).

UNI/PdR 93.2:2020 – qualità del fluido termovettore delle reti

Il documento descrive le caratteristiche e la qualità del fluido termovettore per:

  • le reti di trasporto,
  • le reti di distribuzione,
  • gli allacciamenti,
  • le sottostazioni d’utenza,

in merito alla sicurezza di infrastrutture riguardanti il Teleriscaldamento (TLR) e/o il Teleraffrescamento (TLF) secondo la legislazione nazionale vigente.

La prassi si applica alle infrastrutture nuove o esistenti al fine di prevenire guasti e/o dispersioni di fluido dovuti alla composizione chimica dello stesso che potrebbero influire sull’esercizio.

Sono escluse dal campo di applicazione delle presenti linee guida le reti di TLR e TLF geotermiche a bassa temperatura che utilizzano come fluido termovettore l’acqua prelevata e reimmessa in falda (reti aperte).

La norma UNI/PdR 93.2:2020 è scaricabile a pagamento dal sito UNI (Ente Italiano di Normazione).

 

edificius-mep
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *