Tasi e Imu, a dicembre il saldo e poi addio! Ecco i possibili risparmi

Tasi e Imu, a dicembre il saldo e poi addio? Ecco i possibili risparmi

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

A dicembre saldo Tasi e Imu. Ecco quanto risparmieranno le famiglie italiane nel 2016 se le tasse sulla casa saranno abolite

I contribuenti iniziano a prepararsi al versamento del saldo dei tributi sulla casa che dovrà avvenire entro il prossimo 16 dicembre, con il doppio appuntamento Tasi e Imu.

Probabilmente, però, sarà l’ultimo appuntamento, visto che (stando alle dichiarazioni del Governo dei giorni scorsi) con la prossima legge di Stabilità  Tasi ed Imu sulla prima casa potrebbero essere abolite.

La CGIA di Mestre ha già effettuato i calcoli.

Le famiglie che potrebbero essere beneficiate dall’abolizione della tassazione sulla prima casa sono quasi 19 milioni.

Ecco i risparmi:

  • possessori delle abitazioni di categoria A2: il risparmio medio annuo sarà di circa 227 euro 
  • possessori delle abitazioni di categoria A3: il risparmio medio annuo sarà di circa 120 euro 
  • possessori di una abitazione di tipo signorile o castelli destinati ad abitazione principale: il risparmio medio annuo sarà di oltre 1.800 euro  

 

Clicca qui per scaricare le tabelle predisposte dalla CGIA di Mestre

 

Pagamento Tasi 2015

In attesa della nuova legge di Stabilità 2016, ricordiamo le modalità di calcolo per la Tasi 2015.

Il calcolo della prima rata (da versare entro il 16 giugno 2015) avveniva sulla base delle aliquote e delle detrazioni decise dal Comune per il 2014.

Per il calcolo del saldo (da versare entro il 16 dicembre 2015), si utilizzeranno le nuove aliquote Tasi che ogni Comune pubblicherà entro il 28 ottobre 2015 sul sito del Dipartimento delle Finanze.

Quindi, se l’aliquota 2015 sarà maggiore di quella 2014, l’importo del saldo Tasi 2015 sarà superiore all’acconto.

Se la nuova aliquota Tasi 2015 sarà la stessa del 2014, l’importo del saldo coinciderà con quello già versato in acconto a giugno.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.