Articoli

Articoli con tag stazioni-appaltanti

Il Cnappc invita le stazioni appaltanti a vigilare sulla corretta applicazione delle norme per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura, rispettando gli atti indirizzo dell’Anac.

L’AVCP (Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici) ha pubblicato sul proprio sito internet un comunicato rivolto alle Stazioni Appaltanti delle Regioni Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia e delle Provincie di Trento e Bolzano.

L’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici (A.V.C.P.) torna ad occuparsi di tracciabilità dei pagamenti con la Determinazione n. 10 del 22 dicembre 2010 “Ulteriori indicazioni sulla tracciabilità dei flussi finanziari"

L’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici ha comunicato l’entità dei contributi da versare per la partecipane e l’indizione di gare pubbliche a partire dal 1° gennaio 2011.

Il gruppo "sicurezza appalti" di ITACA ha elaborato le "Linee guida per la stima dei costi della sicurezza nei contratti pubblici di forniture o servizi".

L’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici copre i costi relativi al proprio funzionamento attraverso contributi versati dai soggetti che deve monitorare (Stazioni Appaltanti, Imprese, Società Organismo di Attestazione ).

La Circolare n. 2473 del 16 novembre 2007 fornisce alle stazioni appaltanti importanti chiarimenti sulle procedure di affidamento dei servizi di ingegneria e architettura.

La procedura accelerata di conciliazione del contenzioso, denominata "accordo bonario", prevista dall’art. 31 bis della legge 109/94, è ora contemplata all’art. 240 del nuovo Codice dei Contratti.

Con l’entrata in vigore del D.Lgs. 163/2006 (Codice dei Contratti) le Stazioni Appaltanti, ai fini dell’aggiudicazione dell’appalto, possono optare (art. 81) tra il criterio del prezzo più basso e quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Il comma 67 della Legge 23 dicembre 2005 n. 266 (Finanziaria 2006) ha previsto che l’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici copra i costi relativi al proprio funzionamento attraverso contributi versati dai soggetti che deve monitorare (Stazioni Appaltanti, Imprese, Società Organismo di Attestazione ).