Articoli

Articoli con tag rspp

I chiarimenti del Ministero del lavoro sulla possibilità di istituire un unico corso di aggiornamento per professionisti antincendio, RSPP e coordinatori per la sicurezza

Approvato il nuovo Accordo Stato-Regioni del 7 luglio che definisce le nuove modalità di formazione RSPP e ASPP e introduce una serie di modifiche per la tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro

La Commissione del Ministero del Lavoro ha risposto ad un interpello circa la possibilità di avere un solo Servizio di Prevenzione e Protezione all’interno di un’azienda con più unità produttive.

Nell’apposita sezione FAQ del proprio sito internet il Ministero del Lavoro ha fornito le risposte ai nuovi quesiti in materia di RSPP e Impresa Familiare.

L’andamento degli infortuni e delle malattie professionali, pur registrando complessivamente una tendenza decrescente in termini di frequenza, evidenzia livelli ancora preoccupanti. L’informazione e la formazione diventano strumento fondamentale per tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori oltre che parte integrante della pianificazione e programmazione aziendale.

Il Responsabile del Sevizio di prevenzione protezione (R. S. S. P. ) è una figura che deve essere presente in tutte le aziende; tale mansione, a seconda dei casi, nel rispetto delle disposizioni degli art. 31 e 34 del Testo Unico della Sicurezza (D. Lgs. 81/2008), può essere svolta direttamente dal datore di lavoro, da […]

La Regione Lombardia ha sviluppato il "Vademecum per il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori nelle opere di asfaltatura" nell’ambito del programma triennale di promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

I contenuti minimi dei corsi di formazione per i responsabili del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) sono stati definiti dalla “Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato le regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano” con il Provvedimento pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 2006 (vedi BibLus-net n. […]

Il provvedimento della “Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato le regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano”  che definisce i contenuti minimi dei corsi di formazione per i responsabili del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 2006 (vedi BibLus-net n. […]

Il D.Lgs. 195/2003 (che ha modificato il D. Lgs. 626/94 con l’aggiunta dell’art. 8.bis) ha introdotto norme più dettagliate e rigide relativamente ai requisiti necessari per svolgere le mansioni di responsabile ed addetto al servizio di prevenzione e protezione.

Nell’ambito dell’edilizia, i lavori stradali, ed in particolare le opere di asfaltatura (che generalmente avvengono sotto il sole) sono certamente da annoverare tra le attività più faticose e, forse, anche tra le più esposte al rischio di infortuni e malattie professionali.

Il Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 187, "Attuazione della Direttiva 2002/44/CE sulle prescrizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti da vibrazioni", è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 21 settembre 2005, n. 22.

Lo schema di decreto legislativo di attuazione della direttiva 2002/44/CE (prescrizioni minime di sicurezza e salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti da vibrazioni meccaniche), dopo aver ottenuto il parere positivo delle Commissioni Parlamentari, è stato inviato all’esame della Conferenza Unificata Stato Regioni.

Il D.Lgs. 195/2003 (che ha modificato il D. Lgs. 626/94 con l’aggiunta dell’art. 8.bis) ha introdotto norme più dettagliate e rigide relativamente ai requisiti necessari per svolgere le mansioni di responsabile ed addetto al servizio di prevenzione e protezione.

Il consiglio dei Ministri, nella seduta del 19/06/2003, ha approvato un decreto legislativo che individua le capacità ed i requisiti professionali richiesti agli addetti ed ai responsabili dei servizi di prevenzione e protezione.