Articoli

Articoli con tag reverse-charge

Il decreto fiscale 2020 estende il reverse charge agli appalti e subappalti: ecco le nuove misure sul versamento delle ritenute e sulle compensazioni

Sanzioni violazioni reverse charge: più aspre in caso di occultamento dell’operazione o debito d’imposta; più miti quelle per cui l’imposta risulta comunque assolta

Reverse charge in edilizia, l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti su frazionamento e accorpamento, demolizione e ricostruzione, garage e impianti

Con la circolare n. 14/E del 27 marzo 2015 l’Agenzia ha fornito a professionisti ed imprese i primi chiarimenti sulle novità introdotte in merito all’estensione del reverse charge

Proponiamo ai lettori uno Speciale di BibLus-net che illustra tutte le caratteristiche del Reverse Charge, con chemi, esempi, illustrazioni e tavole sinottiche.

Il testo passa ora all’esame della Camera dei Deputati.

L’Agenzia delle Entrate chiarisce che Il reverse charge non è applicabile nel caso di noleggio di ponteggi.

Con il sistema del Reverse charge l’obbligazione tributaria s’inverte trasferendo la tassazione in capo all’acquirente il quale diviene il debitore dell’imposta in luogo del cedente.

Il meccanismo del "reverse charge", previsto dall’art. 17, comma 5, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, è stato esteso al settore dell’edilizia con il D.L. Bersani (art. 35, commi 5, 6, 6-bis e 6-ter D.L. 223/06).

Le società consorziate operanti nel settore edile applicano il "reverse charge" (art.17, comma 6 del D.P.R. 633/1972) nella fatturazione delle prestazioni effettuate nei confronti del consorzio, nell`ipotesi in cui il consorzio stesso agisca in veste di subappaltatore dei lavori e applichi il meccanismo dell’inversione contabile per le prestazioni rese nei confronti dell`appaltatore principale (o subappaltatore).

Il “reverse charge” è il meccanismo di inversione contabile introdotto dal D.L. Bersani applicabile ai subappalti in edilizia in base al quale:

La legge finanziaria per il 2007, tra le varie disposizioni riguardanti l’imposta sul valore aggiunto, ha provveduto a rendere operativo, a partire dallo scorso 1° gennaio, il meccanismo dell’inversione contabile noto come “ Reverse Charge” introdotto dal decreto legge n. 223/2006.

Con il D.L. Bersani (art. 35, commi 5, 6, 6-bis e 6-ter) il Legislatore ha esteso il meccanismo del “reverse charge”, previsto dall’art. 17, comma 5, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, al settore dell’edilizia.