Articoli

Articoli con tag praticus-ta

Con la proroga dello stato d’emergenza al 31 luglio è stata prolungata anche la validità di certificati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi fino al 29 ottobre

La Regione Emilia Romagna aggiorna la modulistica unificata per conferenze dei servizi, SCIA, agibilità, asseverazioni, accatastamento e fine lavori

Il cambio di destinazione d’uso da sottotetto in abitazione in zona A necessita del permesso di costruire o SCIA. I chiarimenti del Tar Liguria

La provata buona fede del nuovo proprietario che ha acquistato un immobile con abusi edilizi, arresta l’ordine di demolizione. I chiarimenti del Tar Campania

Per il Tar Calabria occorre valutare dimensioni ed impatto visivo sulla facciata per far rientrare una canna fumaria nella scelta del giusto titolo edilizio

Cassazione: un muro di recinzione in cemento armato deve essere valutato per la consistenza e l’ingombro, il materiale non incide sul permesso di costruire

La Cassazione si pronuncia sui reati di sbancamento terreno e parcheggio/uso stabile di roulotte in assenza del necessario permesso di costruire

Per il Tar Lazio il regime edilizio dei paletti dissuasori è affine a quello delle recinzioni: occorre valutarne le caratteristiche costruttive e l’uso

Le Entrate chiariscono che nel caso non sia richiesto alcun titolo abilitativo da parte del Comune, basterà un’autodichiarazione per portare in detrazione le opere al 50%

Una tettoia aggiunta su di un lastrico solare costituisce una sopraelevazione e come tale necessita di una verifica di sicurezza. I chiarimenti del CdS

Per il Tar Puglia la posa di una pavimentazione esterna su una superficie minima non incidendo sul carico urbanistico può rientrare in edilizia libera

Le opere assentite con una SCIA non sono passibili di demolizione né di sospensione trascorsi i 30 giorni dalla presentazione. I chiarimenti del Tar Calabria

Per il Tar Molise bisogna considerare l’uso e le dimensioni del gazebo per comprendere se esso debba rispettare anche le distanze legali tra gli edifici

Per il Tar Campania cambiare la tipologia di materiale e aumentare la superficie ombreggiata di un pergolato possono configurarne una ristrutturazione edilizia

Il tempo trascorso dall’accertamento di una veranda abusiva non inficia la successiva ordinanza di demolizione anche se a distanza di anni

Per il Consiglio di Stato in caso di convenzione l’inosservanza del termine entro cui rilasciare un titolo edilizio darebbe diritto al riconoscimento di un indennizzo

Per il Tar Lombardia un ascensore esterno può essere installato con la sola presentazione di una SCIA e in deroga alle distanze tra fabbricati

Attenzione il cambio di destinazione d’uso senza opere da deposito a locale commerciale necessita di permesso di costruire, lo afferma il Tar Campania

E’ illegittimo negare l’agibilità di un manufatto edilizio con motivazioni diverse dalla sicurezza e salubrità. I chiarimenti del Tar Lombardia

Cassazione: in casi particolari di abuso edilizio è possibile convertire la sanzione demolitoria in sanzione pecuniaria, ma ciò non è mai attuabile in aree vincolate

Per il Tar Campania la creazione di un balcone oltre a modificare la sagoma di un fabbricato incide sul carico urbanistico e quindi necessita del permesso di costruire

L’apertura di un lucernario per accedere alla copertura costituisce opera di manutenzione straordinaria. I chiarimenti del Tar Lazio

Nuovo parere dal Consiglio di Stato sulle pergotende: in alcuni casi l’installazione può rientrare in attività di edilizia libera, dipende dalle sue caratteristiche

Per il Tar Puglia un chiosco amovibile su area privata se posizionato la mattina e smontato la sera non necessita di alcuna autorizzazione

Una piscina è nuova costruzione e necessita di permesso di costruire. I chiarimenti del Tar Campania

Cassazione: non è possibile appellarsi alla violazione della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo in caso di abusivismo edilizio in aree vincolate

Prima del rilascio del permesso di costruire il Comune non è tenuto ad accertare ulteriormente il consenso del proprietario se già previsto nel contratto di locazione

Per il Tar Emilia Romagna una struttura lignea con telo permeabile ed avvolgibile non costituisce un volume ma semplice arredo esterno

Per il Tar Calabria una recinzione di cantiere realizzata con pali in legno e lamiere non necessita di un titolo abilitativo

Garante Privacy: l’accesso alle pratiche edilizie deve essere limitato al titolo abilitativo e non all’intera documentazione. Si rischia la violazione dei dati personali

Per il Tar Liguria per considerare se una casa mobile è nuova costruzione bisogna valutarne l’uso che se ne fa e l’impatto che ha sullo stato dei luoghi

Per il Tar Campania una SCIA risulta insufficiente per il cambio di destinazione d’uso di un immobile da palestra ad abitazione

La Cassazione conferma che le immagini di Google Earth possono essere usate come prova per identificare gli abusi edilizi

Per il Tar un interesse diretto e un’istanza precisa e circoscritta bastano a legittimare l’accesso ai titoli edilizi relativi alle opere realizzate dal vicino

Per il Consiglio di Stato il tempo limite di restituzione degli oneri di urbanizzazione/costruzione decorre dalla data di comunicazione di rinuncia all’utilizzo del permesso di costruire o dalla scadenza del titolo edilizio

Il Consiglio di Stato chiarisce che le tolleranze costruttive vanno applicate tenendo conto esclusivamente di quella parte dell’immobile oggetto dei lavori di ristrutturazione

La chiusura di un vano androne con un infisso costituisce nuova costruzione poiché genera nuova volumetria. Lo spiega il Tar Campania

Tar Lombardia: l’aumento di volumetria è incompatibile con il concetto di manutenzione straordinaria. Si configura come ristrutturazione edilizia

Per la Cassazione le case mobili in strutture ricettive se di una certa consistenza ed usate in modo prolungato, sono nuova costruzione e necessitano del permesso di costruire

Gli accordi tra confinanti non possono derogare alle distanze imposte tra i confini dal regolamento edilizio. I chiarimenti della Cassazione

<< Articoli precedenti