Articoli

Articoli con tag finanziaria-2005

La legge Finanziaria 2005 aveva modificato l’art. 26 della Legge Merloni, allo scopo di tutelare le imprese da aumenti anomali dei materiali da costruzione.

La mancata revisione annuale dei prezzari comporta l’annullamento del bando in quanto i prezzari hanno validità fino al 31 dicembre di ogni anno e in via transitoria solo per progetti approvati entro il 30 giugno dell’anno successivo.

Il comma 336 dell’art. 1 della Legge Finanziaria 2005 (L. 311/2004) prevede la revisione (parziale) del classamento catastale degli immobili che sono stati oggetto di ristrutturazione.

La Legge 311/2004 (Legge Finanziaria 2005) ha previsto (comma 336) che, nell’ambito di una serie di attività mirate a combattere l’evasione dell’ICI, i comuni effettuino degli accertamenti mirati a verificare la rispondenza degli elaborati catastali con le situazioni reali degli immobili.

L’art.1, comma 340, della Legge 311/2004 (Legge Finanziaria 2005) ha stabilito che la superficie di riferimento ai fini della determinazione della Tarsu (Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani), non può essere inferiore all`80% della superficie catastale (per le unità immobiliari urbane di proprietà privata a destinazione ordinaria).

Il comma 340 dell’art. 1 della Legge 311/2004 (Finanziaria 2005) prevede che, con decorrenza 1 gennaio 2005, la superficie di riferimento per la determinazione dell’ammontare della tassa sui rifiuti non possa essere inferiore all’80% della superficie catastale.

La Finanziaria 2005 (comma 550 dell’art. 1) ha modificato l’art. 26 della Legge Merloni (L. 109/1994) introducendo un meccanismo per tutelare le imprese da aumenti anomali dei materiali da costruzione.

La Finanziaria 2005 (comma 550 dell’art. 1) ha modificato l’art. 26 della Legge Merloni (L. 109/1994) introducendo un meccanismo per tutelare le imprese da aumenti anomali dei materiali da costruzione.

Nella G.U. n. 306 del 31 dicembre 2004 (Suppl. Ord. n. 192) è stata pubblicata la Legge 30 dicembre 2004, n. 311. (Legge Finanziaria 2005).

Il Senato della Repubblica, nella seduta del 29 settembre scorso, ha approvato il testo del maxiemendamento alla legge Finanziaria 2005, che ora si compone di un unico articolo e 593 commi.