Articoli

Articoli con tag durc

Pubblicato il decreto del Ministero del Lavoro che prevede la verifica della congruità dell’incidenza della manodopera impiegata nella realizzazione di lavori edili

Consiglio di Stato: il DURC negativo, anche se vi è l’impegno a regolarizzare la propria posizione, comporta sempre la revoca dell’eventuale aggiudicazione

Diventa obbligatorio il DURC di congruità anche nei lavori di ricostruzione privata per finanziamenti superiori ai 50.000 euro

Rilascio Durc: sviluppati 2 applicativi che consentono di automatizzare le richieste in alternativa ai portali Inail e Inps

Rilascio immediato Durc alle imprese che hanno presentato domanda di adesione alla rottamazione Equitalia entro il 21 aprile. Dall’Inps i chiarimenti sulle novità introdotte dal 50/2017

Rottamazione cartelle esattoriali: Durc sospeso fino a luglio per le imprese che aderiscono alla definizione agevolata, ma non eseguono il pagamento della prima rata

Corte UE: in caso di DURC negativo è legittimo il provvedimento di esclusione dalla gara d’appalto, anche se l’irregolarità viene sanata prima dell’aggiudicazione

Modifiche DURC on-line, la circolare del Ministero esamina le novità su verifica regolarità contributiva e procedure concorsuali

DURC on-line, le imprese possono considerarsi regolari in materia di obblighi contributivi anche in caso di fallimento o amministrazione straordinaria

Interpello sul DURC, l’irregolarità contributiva impedisce il rilascio del documento e fa scattare la sospensione del titolo abilitativo

Il Decreto del Fare (D.L. 69/2013 convertito in Legge 98/2014 ) ha stabilito che a partire dal primo gennaio 2015 la validità del Durc (Documento unico di regolarità contributiva) passi da 120 a 90 giorni.

Tagli all’Irpef e all’Irap, novità per il Bonus Mobili e il Durc. Sblocco dei pagamenti della PA e nuove risorse per l’edilizia abitativa e scolastica. Cambieranno ancora le regole del mercato del lavoro.

I DURC rilasciati prima del 21 agosto 2013 godono di una validità di 90 giorni, così come previsto dalla disciplina previgente.

Tra le novità DUVRI facoltativo e semplificazione per la valutazione dei rischi, ricostruzioni e ristrutturazioni edilizie senza vincolo di sagoma, estensione della validità del DURC

Il provvedimento più corposo finora realizzato dal Governo Letta contiene svariate misure a favore di cittadini, imprese e professionisti.

Diventa possibile compensare i debiti contributivi delle imprese con i crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Già dal 22 giugno novità importanti per SCIA e Comunicazione di Inizio Lavori, Ricostruzione e Ristrutturazione edilizia, Certificato di agibilità, DURC.

In attesa del testo ufficiale trapela un’importante misura per il settore delle costruzioni

Novità per SCIA, Certificato di agibilità, DURC, Terre e rocce da scavo, Infrastrutture.

L’integrazione del rilascio automatico del DURC sarebbe in linea con le ultime pronunce del Ministero del Lavoro, volte ad agevolare ile imprese in crisi affinché possano continuare a svolgere la propria attività.

Per garantire la prosecuzione dell’attività aziendale sottoposta a concordato preventivo, può essere rilasciato il DURC.

Il Ministero del Lavoro e per la Pubblica Amministrazione hanno emanato due Circolari che forniscono chiarimenti sulle modalità di rilascio alla luce delle recenti modifiche normative in materia di semplificazione amministrativa e in merito a lavori di edilizia privata.

Dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti un utile documento che si prefigge lo scopo di fornire risposte ai quesiti più frequenti in materia di contratti pubblici.

Le imprese subappaltatrici possono delegare la cassa edile a richiedere il DURC mensilmente, per un determinato periodo di tempo, per lavori privati e ad inviarlo all’impresa appaltatrice attraverso la P.E.C..

Tutto nelle FAQ dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori

Il Decreto del Ministero del Lavoro 4 ottobre 2010 ha confermato per l’anno 2010 la riduzione contributiva dell’11,50%, prevista per il settore edile.

Le parti sociali dell’edilizia hanno sottoscritto lo scorso 28/10/2010 un accordo finalizzato a contrastare il lavoro irregolare negli appalti pubblici e privati. L’accordo prevede l’introduzione nel documento unico di regolarità contributiva di "indici di congruità della manodopera" in accordo alle disposizioni dell’art. 118, comma 6-bis, del D. Lgs. 163/2006.

Il Ministero del Lavoro, con l’interpello n. 3 del 2 aprile 2010 ha fornito alcune precisazioni sulla responsabilità solidale tra committente e appaltatore nonché tra appaltatore e subappaltatore, prevista dal D.Lgs. 273/2006 e dal D.L. 223/2006.

Il Ministero del Lavoro, con l’interpello n. 3 del 2 aprile 2010 ha fornito alcune precisazioni sulla responsabilità solidale tra committente e appaltatore nonché tra appaltatore e subappaltatore, prevista dal D.Lgs. 273/2006 e dal D.L. 223/2006.

Il sito del Ministero del Lavoro ospita una nuova sezione interamente dedicata al DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva).

Con l’interpello n. 15/2009 il Ministero del Lavoro ha analizzato la problematica legata all´impossibilità, da parte delle imprese appaltatrici, di ottenere il pagamento degli stati di avanzamento lavori (SAL) a causa dell´irregolarità contributiva, propria o delle imprese subappaltatrici, relativa a cantieri o opere diversi da quelli per il quale si chiede il pagamento.

Il Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 "Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro", pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 108 alla Gazzetta Ufficiale n. 101 del 30 aprile 2008, è in vigore dal 15 maggio 2008.

Regole nazionali cui attenersi per il rilascio del Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.) da parte delle Casse Edili.

Modalità di rilascio e contenuti del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).

Il Decreto del 24 ottobre 2007 del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale disciplina gli ambiti operativi, il contenuto, le modalità di richiesta e definisce le posizioni per le quali il DURC non può essere rilasciato.

Le imprese che hanno sede in un paese extracomunitario e che svolgono la propria attività anche in Italia sono soggette alla normativa sul DURC e alla iscrizione obbligatoria alla Cassa edile.

Il Ministero del Lavoro ha predisposto un piano straordinario di controlli nei cantieri edili nel periodo estivo.

La CNCE, Commissione nazionale paritetica per le Casse Edili, è l’ente nazionale cui sono demandati i compiti di indirizzo, controllo e coordinamento delle Casse Edili.

Il DURC vale 3 mesi16 Febbraio 2006 - 18:00 in Opere edili

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) è il documento che attesta la regolarità dei versamenti dell’impresa a INPS, INAIL e CASSA EDILE  richiesto alle imprese che eseguono opere pubbliche o lavori privati subordinati al rilascio del permesso di costruire o alla presentazione di denuncia di inizio attività (DIA).

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) è un documento, introdotto dalla c.d. “Riforma Biagi”, che attesta la regolarità dei versamenti dell’impresa a INPS, INAIL e CASSA EDILE.


Warning: Attempt to read property "max_num_pages" on array in /home/customer/www/biblus.acca.it/public_html/wp-content/themes/enfold-child/tag.php on line 234
<< Articoli precedenti