Articoli

Articoli con tag decreto-bersani

Il Decreto Bersani (D.L. 223/2006 convertito con L. 248/2006) aveva stabilito (l’art. 35, commi 28-34) che l’appaltatore rispondeva in solido con il subappaltatore:

L`art. 35, comma 35-ter della L. 248/2006 (conversione in Legge del primo Decreto Bersani) ha introdotto, dal 1° ottobre al 31 dicembre 2006, l`Iva ridotta al 10% per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle abitazioni (in luogo dell’aliquota ordinaria del 20%).

 Il Decreto Bersani (D.L. 223/2006 convertito con L. 248/2006) prima e la Legge Finanziaria successivamente hanno introdotto specifiche misure finalizzate al contrasto dell’evasione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo elaborato dal Ministero dello Sviluppo Economico nell’intento di proseguire la strada intrapresa con il primo decreto Bersani (D.L. 223/2006).

Nel Supplemento Ordinario n. 183 alla Gazzetta Ufficiale n. 186 dell’11 agosto è stata pubblicata la L. 248/2006, provvedimento con cui è stata emanato il via definitiva il “Decreto Bersani”.

L’articolo 37, comma 49, del decreto legge 223/06 (Decreto Bersani) stabilisce che i soggetti titolari di partita IVA, dal 1 ottobre 2006, sono tenuti ad effettuare i versamenti fiscali e previdenziali esclusivamente mediante modalità telematiche.

Nel Supplemento Ordinario n. 183 alla Gazzetta Ufficiale n. 186 dell’11 agosto è stato pubblicato il provvedimento di conversione in legge (L. 4 agosto 2006, n. 248) del D.L. 4 luglio 2006, n. 223, più noto come Decreto Bersani o Decreto sulle “liberalizzazioni” .

Nella Gazzetta Ufficiale del 4 luglio scorso è stato pubblicato il DECRETO-LEGGE 4 luglio 2006, n.223 che contiene “Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonche’ interventi in materia di entrate e di contrasto all’evasione fiscale.”, più noto come Decreto Bersani o Decreto sulle “liberalizzazioni”.