Articoli

Articoli con tag codice-ambiente

Con il D.Lgs. 205/2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 288 del 10 dicembre 2010, sono state apportate importanti modifiche alla Parte Quarta del Codice dell’Ambiente.

Sul Supplemento Ordinario n.184 alla G.U. n. 186 dell’11/08/2010, è stato pubblicato il D. Lgs. 29 giugno 2010, n. 128, recante «Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, a norma dell’articolo 12 della legge 18 giugno 2009, n. 69».

La Legge n. 13/09, provvedimento di conversione del decreto legge n. 208/08, ha introdotto alcune modifiche all’art. 186 del Codice dell’Ambiente (D. Lgs. 152/06) in materia di gestione delle terre e rocce da scavo e dei materiali derivanti dalla estrazione e lavorazione della pietra e del marmo.

DECRETO LEGISLATIVO 16 gennaio 2008, n.4 recante “Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152”.

Il Codice dell’Ambiente (Decreto Legislativo 152/2006) è entrato in vigore il 29 aprile scorso.

Il Codice dell’Ambiente (Decreto Legislativo 152/2006) è entrato in vigore il 29 aprile scorso.

Il Codice dell’Ambiente (Decreto Legislativo 152/2006) è entrato in vigore il 29 aprile scorso.

Il Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 recante “Norme in materia ambientale”, più conosciuto come Codice dell’Ambiente, è stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 96 della Gazzetta Ufficiale n. 88 del 14 aprile 2006.

Il Presidente Ciampi, dopo la richiesta di chiarimenti inviata al Presidente del Consiglio ed un ulteriore passaggio al Consiglio dei Ministri dello scorso 29 marzo, ha firmato il Decreto Legislativo recante “Norme in materia ambientale” (Codice dell’Ambiente – vedi BibLus-net n. 70).

Il Codice dell’Ambiente, varato dal Consiglio dei Ministri dello scorso 10 febbraio, è un  Decreto Legislativo che si compone di 318 articoli e 45 allegati.