Articoli

Articoli con tag cambio-destinazione-duso

OK al Superbonus per interventi di riqualificazione energetica con cambio di destinazione ed accorpamento di più unità. Le condizioni delle Entrate

Il Tar Roma chiarisce i provvedimenti da adottare in caso di abuso nel cambio di destinazione d’uso di un immobile da abitazione a studio medico

Il Tar di Parma ribadisce che la trasformazione di un negozio in sala scommesse è urbanisticamente rilevante e quindi necessita di permesso di costruire

Il Consiglio di Stato con una importante sentenza chiarisce che per trasformare un appartamento in uno studio professionale serve il permesso di costruire, poiché incide sul carico urbanistico

Qualora si verifica un cambio di destinazione d’uso rilevante, da “artigianale” a “commerciale”, il ricalcolo degli oneri di urbanizzazione è automatico

Cassazione: il cambio destinazione d’uso con SCIA può avvenire solo tra classi urbanistiche omogenee; in caso contrario occorre il permesso di costruire

La Cassazione ha trattato l’incredibile vicenda relativa all’istallazione di una piscina gonfiabile: si prospettava il cambio di destinazione d’uso dell’area

Cambio di destinazione d’uso nel centro storico di Firenze: il Tar chiarisce che dopo la recente modifica al Testo Unico dell’edilizia è possibile anche con una semplice SCIA

Nuovo testo unico per l’edilizia: la “manovrina” fiscale chiarisce definitivamente la questione relativa al cambio di destinazione d’uso nei centri storici

Cambio destinazione d’uso: la Cassazione chiarisce quale titolo edilizio bisogna presentare in caso di lavori di modesta entità nei centri storici

Cambio destinazione d’uso: se la trasformazione è “urbanisticamente rilevante” è necessario il permesso di costruire. Dal Tar Lazio i chiarimenti

Mutamento destinazione d’uso non autorizzato: la Cassazione chiarisce che la realizzazione degli impianti (elettrico, idrico e fognario) comprova l’abuso edilizio

Cambio destinazione d’uso in assenza di permesso di costruire: la Cassazione si esprime sulle sanzioni previste dal testo unico per l’edilizia