Articoli

Articoli con tag autorita-per-la-vigilanza-sui-contratti-pubblici

L’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici si è recentemente espressa, con la determinazione n. 2/2009, sulle attività di collaudo di lavori pubblici.

Possibilità di “esprimere parere non vincolante relativamente a questioni insorte durante lo svolgimento delle procedure di gara, eventualmente formulando una ipotesi di soluzione”.

Le garanzie che il progettista deve fornire alla stazione appaltante sono disciplinate dall’art. 111 del Codice dei Contratti.

La procedura accelerata di conciliazione del contenzioso, denominata "accordo bonario", prevista dall’art. 31 bis della legge 109/94, è ora contemplata all’art. 240 del nuovo Codice dei Contratti.

Con la deliberazione n. 119 del 27 aprile 2007 l’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici afferma che gli enti pubblici, le università ed i dipartimenti universitari non possono partecipare a gare di appalto.

Indicare prodotti e materiali nelle specifiche tecniche di appalto è vietato. Questo, in sintesi, è quanto ha stabilito l`Autorita` per la vigilanza sui contratti pubblici con la determinazione n. 2 del 29 marzo 2007.