Articoli

Articoli con tag abuso-edilizio

Il Tar Lazio afferma l’impossibilità di sanatoria per nuove costruzioni, ricostruzioni ed ampliamenti sorti nella fascia di rispetto autostradale

Per il Tar Toscana una tensostruttura adibita a magazzino non può essere considerata una pertinenza: necessita di titolo edilizio

Cassazione: un abuso edilizio sanzionato con un provvedimento di natura amministrativa non è soggetto a prescrizione

Il Tar di Napoli chiarisce il caso in cui vi sia la sovrapposizione di un’ordinanza di demolizione ed una di acquisizione gratuita al patrimonio comunale per una veranda realizzata abusivamente

Il muro di contenimento necessita del permesso di costruire, non è un’opera pertinenziale. I chiarimenti del Consiglio di Stato

Cassazione: gli interventi in zone vincolate, anche se non visibili, determinano un’alterazione dell’originario assetto dei luoghi e sono quindi abusivi

L’ordine di demolizione di immobili abusivi riguarda anche le costruzioni realizzate successivamente alla sua emissione qualora vengano effettuate sul manufatto stesso

Cassazione: proprietario e committente entrambi responsabili dell’abuso edilizio, a meno che il proprietario non dia prova certa della propria estraneità

Cassazione: nessuna responsabilità penale del costruttore in caso di mancanza degli elementi oggettivi (realizzazione immobile) o soggettivi (dolo o colpa) per la configurabilità del reato

Cassazione: in caso di falsa attestazione sulla conformità agli strumenti urbanistici la responsabilità è del progettista e del proprietario, ma non del costruttore

In caso di acquisto edificio abusivo l’acquirente potrebbe rivalersi sul Comune per mancata vigilanza su abusi edilizi non repressi. La competenza è del giudice ordinario

Responsabile abuso edilizio: non basta essere comproprietario di un immobile per subire una condanna penale. Ecco gli indizi per provarne la corresponsabilità

Costruzioni in prossimità dei corsi d’acqua: il Tar Lombardia nega il rilascio del permesso di costruire in sanatoria all’interno della fascia di servitù idraulica

La Cassazione definisce le varianti leggere ed essenziali ed i relativi titoli edilizi necessari. Viene inoltre delineato il campo di applicazione della cessione di cubature

Dal Tar Calabria: è possibile utilizzare le immagini di Google Earth come prova documentale per l’annullamento del permesso di costruire in sanatoria

Il Tar Campania ribadisce che le opere abusive non possono essere completate: qualsiasi tipo di lavoro deve quindi interrompersi fino all’eventuale accoglimento della domanda di condono

Cassazione: il direttore dei lavori deve fare da garante ed è sempre responsabile in caso di abusi insieme ai proprietari

L’ordine di demolizione di un abuso edilizio in zona vincolata deve essere sempre emesso; si valuterà caso per caso se sostituirlo con la sanzione pecuniaria

Per sanare un ampliamento abusivo è necessaria la demolizione; la multa alternativa alla demolizione è possibile solo in pochi casi. I chiarimenti del CdS

Pubblicate le linee guida Campania sull’abuso edilizio: parametri e criteri generali per la valutazione del prevalente interesse pubblico rispetto alla demolizione

Un abuso edilizio in zona sismica, anche se condonato, se pregiudica la stabilità del palazzo deve essere abbattuto su richiesta degli altri condomini

La demolizione di un’opera abusiva è confermata se la richiesta d’istanza di accertamento di conformità (permesso in sanatoria) arriva in ritardo

Il direttore dei lavori è penalmente responsabile dell’abuso edilizio anche in caso di dimissioni. I chiarimenti arrivano dalla Cassazione

Demolizione opere abusive, il Consiglio di Stato stabilisce che l’illecito edilizio ha carattere permanente: si protrae e conserva nel tempo la sua natura

Mancato rispetto delle norme tecniche in zona sismica, la Cassazione chiarisce che è legittima la demolizione solo in caso di violazioni sostanziali

Con la Sentenza n. 554 del 5 febbraio 2015, il CdS ribadisce che non può essere sanato un fabbricato che risulti senza la copertura

Consiglio di Stato: il responsabile è tenuto a pagare i lavori di demolizione in danno e non solo, anche precedenti tentativi non riusciti.