Articoli

Articoli con tag abusi-edilizi

Cassazione: l’amministratore può intraprendere azione giudiziaria contro un abuso su parte comune, anche senza autorizzazione del condominio

Il Tar Lazio ribadisce che per modificare le aperture in facciata di un fabbricato è necessario il permesso di costruire

Secondo la Cassazione in tema di abusi edilizi l’onere di provare l’ultimazione dei lavori per la prescrizione compete a chi trae vantaggio da tale istituto giuridico

Abuso edilizio, il Consiglio di Stato fornisce nuovi chiarimenti su quando è necessario demolire e quando si può ottenere la sanzione pecuniaria alternativa

Con le pubblicazioni della serie "Guida alla professione di ingegnere" il CNI si è posto l’obiettivo di fornire ai giovani ingegneri che si avvicinano alla professione una guida che ne illustri i principali aspetti e ne esamini le più importanti problematiche.

Il TAR Veneto, nella sentenza n. 934 del 2004, afferma che nel caso di procedimenti repressivi di abusi edilizi avviati dalla P.A. il cittadino-controparte ha diritto di accedere a tutta la documentazione, compreso l’eventuale esposto presentato da terzi che ha dato origine al procedimento.

Il Consiglio di Stato (sentenza n. 7766 del 2003) afferma che le sanzioni amministrative previste per gli abusi edilizi commessi in aree sottoposte a vincolo si prescrivono dopo cinque anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione.

A distanza di meno di 10 anni dall’ultimo un nuovo condono edilizio è in arrivo.