Home » Notizie » Superbonus » Report ENEA Superbonus: a giugno 2024 cantieri fermi

Report-ENEA-Superbonus-2024

Report ENEA Superbonus: a giugno 2024 cantieri fermi

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Gli investimenti agevolati con Superbonus di giugno 2024 crescono solo di 64 milioni di euro. Tutti i dati ENEA regione per regione

495.893 gli edifici interessati dai lavori di efficientamento energetico, con 122 miliardi di investimenti totali; completato il 95,3% degli interventi.

Rispetto al mese precedente sono stati aperti solo 176 nuovi cantieri; l’investimento ammesso a detrazione è cresciuto di altri 64 milioni di euro, rispetto agli oltre 3 miliardi in media registrati nel 2022 e 2023. Un calo sostanziale dei lavori Superbonus, dovuto alle varie limitazioni legate al D.L. 39/2024.

È quanto emerge dal nuovo report ENEA con i dati relativi all’utilizzo del Superbonus su condomini, edifici unifamiliari, unità immobiliari indipendenti e castelli, aggiornato al mese di giugno  2024.

Per le tue pratiche ancora aperte e per quelle che ti verranno commissionate nel 2024, il consiglio è quello di affidarti a software specifici per la gestione dei bonus edilizi che seguono l’evoluzione normativa del settore e ti guidano passo dopo passo e senza errori dallo studio di fattibilità allo stato finale dei lavori.

Report ENEA: la tipologia dei dati analizzati

A partire dal 1° settembre 2021 ENEA pubblica con cadenza mensile i dati relativi all’utilizzo del Superbonus su base nazionale e regionale: in pratica viene riportato l’ammontare del numero dei cantieri e quanti sono gli investimenti.

Si tratta di un documento estremamente utile ed interessante, soprattutto per capire quanto e dove la maxi detrazione abbia ulteriormente rilanciato il comparto delle costruzioni. Esso è articolato in 22 tabelle, di cui:

  • la prima contenente i dati nazionali;
  • le successive i dati per ciascuna regione;
  • un’ultima tabella riepilogativa.

I dati resi noti sono:

  • il numero delle asseverazioni caricate sul sito dedicato;
  • il valore assoluto degli investimenti ammessi alla detrazione;
  • i valori assoluti e percentuali dei lavori già completati.

Inoltre, i dati sono specificati in riferimento ai lavori relativi a:

  • condomini;
  • edifici unifamiliari;
  • unità immobiliari indipendenti;
  • castelli.

Report ENEA Superbonus: dati aggiornati al mese di giugno 2024

Il report dei dati relativi al mese di giugno 2024 non segna un aumento sostanziale rispetto ai mesi precedenti.

L’importo totale degli investimenti legati al Superbonus rimane quasi invariato a 122.797.719.473,86 euro, dati ben diversi rispetto ai mesi precedenti.

Stando all’ultimo aggiornamento sono stati registrati investimenti ammessi a detrazione pari a 117 miliardi di euro e con 495.893 asseverazioni. Nel dettaglio:

  • 495.893 il numero degli edifici (ossia delle asseverazioni);
  • 119.382.292.602,60 euro il totale degli investimenti;
  • 117.774.429.945,48 il totale degli investimenti ammessi a detrazione;
  • 112.211.141.592,25 euro il totale investimenti per lavori conclusi ammessi a detrazione.

Dati riferiti alla tipologia di immobili

Il rapporto specifica i dati relativi al numero di asseverazioni in riferimento alla tipologia di immobili. In particolare, circa le percentuali di distribuzione degli investimenti, risulta che:

  • i condomini hanno usufruito di una quota dell’agevolazione fiscale pari al 26,9% su tutti gli immobili ammessi;
  • il 49,4% degli interventi ha interessato le unità unifamiliari (villette);
  • il restante 23,7% dei lavori è stato eseguito su edifici funzionalmente indipendenti.

Superbonus condomini

Nel mese di giugno 2024 il Superbonus condomini legata ai soggetti di cui all’art. 119, comma 9, lettera a del D.L. 34/2020 (condomini e gli edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari e unico proprietario persona fisica) presentano i seguenti dati:

  • 133.555 il numero di edifici condominiali;
  • 79.144.117.889,21 il totale degli investimenti;
  • 78.543.481.732,11 totale investimenti condominiali ammessi a detrazione;
  • 73.662.841.177,60 totale lavori condominiali realizzati ammessi a detrazione.

Edifici unifamiliari

  • 244.972 il numero degli edifici unifamiliari;
  • 28.703.492.694,33 totale degli investimenti;
  • 27.928.045.661,76 totale investimenti in edifici unifamiliari ammessi a detrazione;
  • 27.447.952.040,57 totale lavori in edifici unifamiliari realizzati ammessi a detrazione.

Unità immobiliari funzionalmente indipendenti

  • 117.358 il numero delle unità immobiliari funzionalmente indipendenti;
  • 11.532.744.319,94 totale investimenti;
  • 11.301.819.718,46 totale investimenti in unità immobiliari funzionalmente indipendenti ammessi a detrazione;
  • 11.099.369.204,35 totale lavori in unità immobiliari funzionalmente indipendenti realizzati ammessi a detrazione.

Castelli

  • 8 il numero di castelli;
  • 1.925.806,48 totale investimenti;
  • 1.068.440,51 totale investimenti in castelli ammessi a detrazione;
  • 816.666,15 totali lavori realizzati in castelli ammessi a detrazione.

Si evidenzia un’agevolazione lievemente in aumento per ciascuna delle tipologie; in particolare per i condomini e, a seguire, villette e unità indipendenti.

Dati regione per regione

Nel documento sono riportati, inoltre, i dati per ciascuna regione; le prime cinque:

  • Lombardia con 78.053 asseverazioni;
  • Veneto con 59.623 asseverazioni;
  • Emilia Romagna con 44.400 asseverazioni;
  • Lazio con 38.513 asseverazioni;
  • Toscana con 38.194 asseverazioni,

ultima la Valle d’Aosta con solo 1.406 asseverazioni.

Rimane sempre in testa la Lombardia con oltre 21 mld di euro ammessi in detrazione, quasi il doppio rispetto agli investimenti approvati nella seconda regione in classifica (il Veneto) e ultima sempre la Valle d’Aosta.

Chiude il documento la tabella riepilogativa.

 

usbim-superbonus
usbim-superbonus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *