Home » Notizie » Bonus edilizi » Reddito di riferimento Superbonus: tutto quello che occorre sapere

Superbonus e reddito di riferimento

Reddito di riferimento Superbonus: tutto quello che occorre sapere

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Reddito di riferimento Superbonus: ecco le nuove regole per il 2024. Come funziona, come si calcola e cos’è il quoziente familiare

Da diversi mesi, il reddito familiare ha assunto un ruolo significativo nella nostra quotidianità. Possiamo paragonarlo a un indicatore della situazione economica delle famiglie, nell’ultimo periodo come sappiamo è stato impiegato per facilitare l’accesso al Superbonus edilizio al 90% per le unifamiliari. Tuttavia, con l’approvazione del decreto legge 212/2023, questo strumento verrà esteso anche ai condomini, come indicato nella pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto salva Superbonus. Il governo con la pubblicazione del nuovo decreto ha l’intenzione di ampliarne l’applicazione anche nel corso del 2024. Ma prima di scoprire le principali novità del reddito di riferimento, chiariamo alcuni aspetti fondamentali.

Il reddito di riferimento Superbonus : cos’è

Il reddito di riferimento, basato sull’Isee, risulta più accessibile in quanto si calcola dividendo il reddito totale del nucleo familiare per il numero dei suoi membri, utilizzando dei coefficienti standard e senza considerare la composizione del patrimonio. Questo approccio si differenzia dall’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, che invece tiene conto della totalità del patrimonio familiare.

Entrambi gli indicatori favoriscono le famiglie con più figli, ma con ragioni diverse: il quoziente familiare distribuisce il reddito di riferimento su un numero maggiore di membri, mentre l’Isee considera la presenza di figli come un elemento che aumenta il bisogno economico della famiglia.

I requisiti del reddito di riferimento per Superbonus condomini 2024

I nuovi requisiti previsti dal D.L. 212/2023 per continuare ad usufruire della parte residuale dell’agevolazione fino al 31 ottobre 2024 per gli interventi sui condomini  sono i seguenti:

  1. il reddito di riferimento deve essere inferiore o pari a 15.000 €;
  2. SAL 60% al 31 dicembre 2023;
  3. spese sostenute dal 1° gennaio 2024 al 31 ottobre 2024.

Superbonus condominio: contributo 2024 ai redditi di riferimento più bassi

L’art. 1 comma 3 del D.L. 212/2023 prevede per il 2024 un contributo per i redditi di riferimento più bassi con un fondo complessivo pari a 16.441.000 di euro. L’obiettivo principale del contributo è quello di coprire la parte residua della detrazione, così da favorire le spese che dovranno essere eseguite entro il 31 ottobre 2024 dalle famiglie con reddito più basso. Tuttavia, il contributo non concorre alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi, e sarà erogato nei limiti delle risorse disponibili dall’Agenzia delle Entrate, secondo i criteri stabiliti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze da adottare entro 60 giorni dal decreto.

Calcolo reddito di riferimento Superbonus

Obiettivo del calcolo del reddito di riferimento è che il nucleo familiare debba trovarsi in una condizione reddituale inferiore a un valore limite, determinato applicando al reddito complessivo un divisore che varia in funzione della composizione familiare.

Prima di spiegarti come fare il calcolo del reddito di riferimento con criteri ed esempi da seguire voglio mettere a tua disposizione gratuitamente un software per  il calcolo del reddito di riferimento superbonus direttamente on line facile e sicuro.

Entrando nello specifico, occorre calcolare il reddito di riferimento dividendo la somma dei redditi complessivi del contribuente e del coniuge (o soggetto assimilato) e familiari relativi all’anno precedente a quello di sostenimento della spesa, per un numero che varia in funzione del numero di familiari a carico.

  REDDITO DI RIFERIMENTO
Numero di parti
  1) Contribuente1
  2) Coniuge convivente+1
  3) Familiari a carico [escluso 2)]
  • un familiare
+ 0,5
  • 2 familiari
+ 1
  • 3 o più familiari
+2

 

Reddito di riferimento

Reddito di riferimento

Proviamo a fare qualche esempio:

  • contribuente da solo: quoziente familiare per bonus = 1;
  • contribuente + coniuge: quoziente familiare per bonus = 2;
  • contribuente + 1 figlio: quoziente familiare per bonus = 1,5;
  • contribuente + coniuge + 1 figlio: quoziente familiare per bonus = 2,5;
  • contribuente + coniuge + 2 figlio: quoziente familiare per bonus = 3.

L’infografica successiva riporta il reddito massimo e il numero di parti in funzione della composizione del nucleo.

superbonus e reddito di riferimento

Superbonus e reddito di riferimento

Esempio pratico reddito di riferimento

Ipotizziamo di trovarci di fronte a diversi casi di famiglie così composte.

Famiglia tipo 1

Famiglia composta da:

  • solo contribuente con reddito anno precedente pari a 16.000 €.

Non possiede i requisiti, in quanto il limite è 15.000 €.

Famiglia tipo 2

Famiglia composta da:

  • contribuente con reddito anno precedente pari a 16.000 €;
  • congiunge con reddito pari a 5.000 €.

Reddito complessivo = 21.000 €; quoziente familiare (numero di parti) =  1 + 1 = 2;

Reddito di riferimento = 21.000 € / 2 = 10.500 € < 15.000 € -> OK!

 

La famiglia tipo 2 possiede i requisiti, in quanto il reddito di riferimento è inferiore a 15.000 €.

Famiglia tipo 3

Famiglia composta da:

  • contribuente con reddito anno precedente pari a 16.000 €;
  • congiunge con reddito pari a 16.000 €;
  • un figlio a carico.

Reddito complessivo = 32.000 €; quoziente familiare (numero di parti) =  1 + 1 + 0,5 = 2,5;

Reddito di riferimento = 32.000 € / 2,5 = 12.800 € < 15.000 € -> OK!

La famiglia tipo 3 possiede i requisiti, in quanto il reddito di riferimento è inferiore a 15.000 €.

Famiglia tipo 4

Famiglia composta da:

  • contribuente con reddito anno precedente pari a 25.000 €;
  • congiunge con reddito pari a 25.000 €;
  • 2 figli a carico.

Reddito complessivo = 50.000 €; quoziente familiare (numero di parti) =  1 + 1 + 1 = 3;

Reddito di riferimento = 50.000 € / 3 = 16.667 € > 15.000 € -> NO!

La famiglia tipo 4 non possiede i requisiti, in quanto il reddito di riferimento è maggiore di 15.000 €.

Esempi pratici reddito di riferimento

Esempi pratici reddito di riferimento

Reddito di riferimento e il download del decreto rilancio

Di seguito puoi scaricare il testo coordinato degli articoli 119, 119-ter, 121 e 122 bis del D.L. 34/2020 smi (in costatante aggiornamento).

usBIM.superbonus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *