strategia-riqualificazione-energetica-nazionale-

Al via la consultazione pubblica sulla strategia energetica nazionale del MISE

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

E’ aperta fino al 16 dicembre la consultazione pubblica del MISE sulla strategia di riqualificazione energetica del parco immobiliare nazionale

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha avviato la consultazione pubblica sulla: “Strategia per la riqualificazione energetica del parco immobiliare nazionale – STREPIN 2020“.

La nuova strategia italiana si inquadra all’interno del Clean energy package, pubblicato dall’Unione europea nel 2018, che ha l’obiettivo di sviluppare il principio dell’ “Energy efficiency first” (l’efficienza energetica al primo posto), anche tramite l’emanazione di ben due direttive sul tema:

  • la direttiva efficienza energetica;
  • la direttiva sulla prestazione energetica degli edifici.

Tali politiche pongono al centro l’uso ed il potenziamento delle energie rinnovabili e il sempre maggior efficientamento energetico del patrimonio edilizio.

Le politiche UE e dell’Italia

Ricordiamo che le due direttive europee 2002/91/CE e 2010/31/UE, dette EPBD (Energy Performance of Building Directive), emanate con l’obiettivo di migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, sono state aggiornate dalla direttiva 2018/844/UE prevedendo, tra l’altro:

  • una nuova strategia per la riqualificazione del parco immobiliare;
  • misure più efficaci in merito alla gestione e controllo degli impianti termici;
  • maggior integrazione negli edifici di tecnologie smart e della ricarica dei veicoli elettrici.

In Italia gli edifici ad uso residenziale risultano pari a 12,42 milioni, con quasi 32 milioni di abitazioni; oltre il 65% del parco edilizio italiano ha più di 45 anni.

Il settore civile rappresenta circa il 45% dei consumi finali di energia ed è responsabile del 17,5% delle emissioni dirette di CO2, da ciò si deduce l’importanza della messa in atto di interventi di riqualificazione energetica per la riduzione delle emissioni di gas climalteranti  come delineato dal Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC) con simultanei benefici economici e sociali.

Entro il 2050 in Europa è prevista la decarbonizzazione completa del settore civile, per tale obiettivo è necessario promuovere la rapida conversione del parco immobiliare tramite profonde riqualificazioni per arrivare ad edifici ad energia quasi zero.

Per tale fine non possono essere trascurate le politiche per il conseguimento della sicurezza (ad esempio l’adeguamento antisismico), le politiche sociali per il contenimento del fenomeno della povertà energetica e alle politiche per il rilancio dell’economia.

La strategia del MISE

Il documento “STREPIN 2020” posto in consultazione pubblica è redatto ai sensi dell’articolo 2-bis della direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica degli edifici, come modificata dalla direttiva 2018/844/UE.

Il documento:

  • analizza lo stato dell’arte nazionale del settore civile;
  • propone obiettivi di riqualificazione del parco immobiliare;
  • individua linee strategiche per l’identificazione delle priorità d’intervento;
  • individua misure e azioni per il conseguimento dei target;
  • individua indicatori per un’efficace monitoraggio dei progressi.

Più in dettaglio, il documento “STREPIN 2020” tratta i seguenti argomenti.

  • Rassegna del parco immobiliare nazionale:
    • edifici residenziali;
    • edifici non residenziali;
    • valutazione dei consumi.
  • Stato dell’arte sulla riqualificazione energetica:
    • la normativa sulle ristrutturazioni;
    • questioni relative alla sicurezza;
    • il tasso attuale di riqualificazione del parco immobiliare nazionale.
  • Interventi efficaci in termini di costi e potenziale nazionale di risparmio:
    • la metodologia per la valutazione del rapporto costi benefici;
    • principali novità e ipotesi di calcolo alla base dell’impostazione della metodologia 2018;
    • risultati ottenuti dall’applicazione della metodologia comparativa cost-optimal.
  • Stima del tasso di riqualificazione: risparmio energetico e benefici in senso lato:
    • risparmi energetici;
    • settore residenziale;
    • settore terziario;
    • tabella di marcia;
    • benefici in senso lato.
  • Politiche e azioni per il conseguimento degli obiettivi:
    • politiche e azioni relative agli edifici residenziali;
    • edilizia residenziale privata;
    • edilizia residenziale pubblica.
  • Politiche e azioni rivolte agli edifici non residenziali:
    • terziario privato;
    • terziario pubblico.
  • Iniziative volte alla promozione di tecnologie intelligenti, competenze e formazione:
    • edifici intelligenti, interconnessi e comunità energetiche;
    • competenze e formazione.
  • Meccanismi finanziari.

La consultazione

Tutti i soggetti interessati (operatori, associazioni di categoria) possono partecipare alla consultazione, inviando eventuali osservazioni e proposte all’indirizzo e-mail indicato sul comunicato del MISE entro il 16 dicembre 2020.

 

Clicca qui per scaricare la Strategia per la riqualificazione energetica del parco immobiliare nazionale

 

termus
termus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *