Home » BIM Topic » Computo, Contabilità, Capitolati, Direzione Lavori » 5 tips per la stima dei lavori di una costruzione

Tips stima lavori costruzione

5 tips per la stima dei lavori di una costruzione

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

La stima dei lavori di una costruzione definisce il costo totale per la sua realizzazione. Ecco cos’è e 5 consigli utili per svilupparla al meglio

Durante la redazione di un progetto costruttivo, prevedere nella maniera più accurata possibile i costi di costruzione di una struttura è fondamentale per la buona riuscita dell’opera.

Ecco alcuni suggerimenti utili che, con l’ausilio di un avanzato software per la stima dei lavori di costruzione, possono migliorare e facilitare la gestione di questo processo.

Cos’è la stima dei lavori di costruzione?

La stima dei lavori di costruzione è il processo di valutazione dei costi necessari per completare un progetto edile specifico. Questa stima viene effettuata da un tecnico abilitato sia in commesse private che in commesse pubbliche e regolamenta i rapporti tra i soggetti coinvolti, ovvero progettista, committente e impresa.

Essa in genere elenca tutte le lavorazioni necessarie per il completamento della costruzione, indicandone quantità e relativi costi, includendo dunque le spese di:

  • materiali;
  • attrezzature;
  • opere provvisionali;
  • noli;
  • manodopera;
  • spese tecniche;

Procedimenti di stima della costruzione

Tra i vari procedimenti di stima possiamo individuare quello:

  • sintetico-comparativo: si sviluppa in fase preliminare e consiste in una stima parametrica per confronto con costruzioni analoghe. In genere tale procedimento si avvia con l’individuazione del campione di analisi, si scelgono poi le unità di misura e si calcolano i costi parametrici. Dopo aver effettuato un livellamento cronologico ed un’analisi della distribuzione dei costi si procede nella stima;
  • misto: si procede in una stima per elementi funzionali e per componenti costitutive. Dopo aver individuato una costruzione di riferimento, analoga per tipologia e dimensioni a quella di analisi, si va a scomporre in componenti e dalla stima dei costi delle singole componenti si ottiene il costo complessivo della costruzione;
  • analitico-ricostruttivo: definito anche computo metrico estimativo, si utilizza nelle fasi progettali avanzate ed esecutive. Un progetto viene scomposto in più lavorazioni, per ciascuna lavorazione si individuano le quantità e a ciascuna di esse viene associato un prezzo unitario, in funzione di analisi e prezzari nazionali. Il prodotto delle quantità per il relativo prezzo unitario, per ciascuna lavorazione, permette di ottenere la stima complessiva del costo di un’opera.

Perché è importante sviluppare una stima dei lavori di una costruzione?

Sviluppare una stima della costruzione è importante per garantire il successo di qualsiasi processo costruttivo. Stimare i costi in maniera accurata e farlo fin dagli albori della progettazione è fondamentale per comprendere se si ha la reale possibilità di realizzare un’opera e per garantire che un progetto rimanga sempre finanziariamente fattibile, evitando sfori di costi.

Inoltre, sviluppare adeguatamente un processo di stima garantisce di conseguenza l’implementazione di un processo di pianificazione ottimizzata: una visione approfondita delle attività e delle tempistiche consente una migliore gestione delle risorse ed un aumento dei margini di profitto.

Stima dei lavori di costruzione

Stima dei lavori di costruzione – PriMus

Come sviluppare la stima dei lavori della costruzione: 5 consigli utili

Per sviluppare al meglio un processo di stima è bene adattarlo al livello di progettazione in cui ci si trova. Tale processo si dettaglia infatti man mano che la pianificazione della costruzione procede e si possono individuare, con estrema semplicità, tre momenti principali:

  • la fase preliminare, in cui il processo si configura come un semplice studio di fattibilità economica, in cui si raccolgono i costi approssimativi relativi alle lavorazioni principali;
  • la fase di progettazione, in cui vengono incorporati tutti i dettagli tecnici, architettonici, strutturali e impiantistici, con le relative spese;
  • la fase esecutiva, a partire dal documento di stima dei costi a base di gara, le imprese andranno a redigere le proprie offerte, che verranno esaminate e valutate e condurranno alla scelta dell’impresa più affidabile, individuata in funzione del rapporto qualità/prezzo.

A volte sviluppare una stima al meglio può essere molto complesso, anche per i professionisti più esperti, perciò ti suggerisco di dare un’occhiata a questi 5 consigli utili, in grado di darti un aiuto in più:

  1. segui le richieste del cliente: è importante avere bene in mente tutti i suoi obiettivi e le sue richieste, mantenendo sempre vivo il dialogo e la cooperazione. È fondamentale definire insieme ogni dettaglio del progetto chiarendo tariffe, costi aggiuntivi ed analizzando eventuali rischi;
  2. usa un metodo analitico-ricostruttivo: il metodo del costo unitario è il metodo più preciso per effettuare la tua stima. Se non si effettua un’analisi analitica del costo di un progetto infatti, è molto più probabile che il progetto superi il budget. Ciò può portare a una serie di problemi, tra cui l’incapacità di pagare materiali o manodopera, il ritardo del progetto e persino l’annullamento dello stesso. Redigere un computo metrico estimativo, ti consentirà maggiore accuratezza;
  3. utilizza costi reali per la stima: per dare vita a stime reali devi utilizzare costi reali e sempre aggiornati per la stima, molti infatti commettono l’errore di utilizzare tariffe fisse per tutte le lavorazioni, generando stime non reali. Avere un accesso gratuito semplicemente con un click ad una banca dati dei prezzari e listini per l’edilizia con oltre 10 milioni di voci, materiali e prezzi per le opere edili ed impiantistiche,  facilità sicuramente il tuo lavoro, permettendoti di gestire al meglio la costruzione, in ogni suo aspetto;
  4. sviluppa una stima flessibile: la stima dei costi è sempre soggetta ai cambiamenti di budget e di progettazione, ma non solo, spesso i cambiamenti di stime sono dovuti anche a cambi di prezzari e listini ufficiali o a ritardi nella realizzazione dell’opera, con conseguente aumento nei costi delle attrezzature e della manodopera. È bene non farsi mai trovare impreparato e sviluppare un metodo di lavoro che ti consenta agilmente di tornare sui tuoi passi, se la committenza o le condizioni al contorno lo richiedono, e di non perdere troppo tempo nelle rielaborazioni.
  5. affianca il tuo lavoro con i giusti strumenti: se vuoi essere in linea con le tendenze, chiaro, preciso, accurato e competere con gli studi più professionali devi digitalizzare tutti i processi di stima di una costruzione.  Con l’uso di un software per la stima dei lavori di costruzione crei preventivi, stima dei lavori, stima dell’incidenza della manodopera e della sicurezza, richieste di offerta, studi di fattibilità, computi metrici, stati di avanzamento ecc.
Tips per la stima dei lavori della costruzione

Tips per la stima dei lavori della costruzione

È chiaro quindi che la stima dei lavori di costruzione è una fase cruciale in ogni progetto edile. Una stima accurata dei costi può garantire il successo e la redditività del progetto. Investire tempo ed energia nella stima dei costi è un passo essenziale per il settore edile ma scegliere i giusti strumenti  può fare la differenza.

Per semplificare il processo di stima e migliorare la precisione, ti consiglio di provare il software per la contabilità dei lavori con cui produci tutti i documenti necessari (computo metrico, stima dei lavori, richiesta di offerta, quadro comparativo, quadro economico ecc.) e hai accesso gratuito alla banca dati dei prezzari e listini per l’edilizia, con oltre 10 milioni di voci di listini ed elenchi prezzi, sempre aggiornati. Non ti resta che provarlo gratuitamente.

 

primus
primus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *