cave canemm

Spot: un cane robot a guardia delle rovine di Pompei

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Progettato dalla Boston Dynamics il cane robot che ha debuttato tra le rovine di Pompei

Fin dall’antichità noi esseri umani abbiamo associato il cane alla fedeltà, come il più affidabile degli amici ma a quattro zampe. Ci sono cani che hanno fatto la storia, da soli o accanto ai loro padroni, lasciando il ricordo indelebile, a volte per la loro innata devozione e lealtà, altre volte per il loro coraggio.

Laika, Belka e Strelka sono probabilmente i tre esponenti più famosi e meritano davvero l’appellativo di cani storici. Ricordiamo che Laika fu il primo cane ad essere lanciato nello spazio nel 1957 a bordo dello Sputnik 2. In seguito anche Belka e Strelka fecero un viaggetto interstellare.

Ma oggi vogliamo parlare di un altro amico a quattro zampe un po’ speciale. Spot è il nome scelto per il robot quadrupede giallo e nero con una telecamera al posto degli occhi ed un faro per illuminare i luoghi inesplorati. Verrebbe in mente, in prima battuta, la scena di un film di fantascienza, ma questo nuovo amico a quattro zampe si muove realmente, a passo sicuro tra gli antichi mosaici e vivide decorazioni pittoriche parietali millenarie: Spot, infatti, sarà a guardia delle antiche domus di Pompei, al pari dei suoi simili in carne ed ossa, antichi e moderni e come buona tradizione della città romana.

Obiettivo

Spot ha tanti compiti importanti: dare una mano all’amministrazione nel controllo di tutta l’area archeologica, raccogliere informazioni e dati utili alla pianificazione degli interventi di risanamento e conservazione.

Spot verrà utilizzato anche per vagliare i luoghi più a rischio, per esempio le gallerie scavate nel corso dei secoli dai tombaroli per trafugare reperti e antichi manufatti. Ricordiamo che le gallerie purtroppo versano in condizioni di scarsa sicurezza e sono a rischio di crollo: l’impiego dell’amico automa a quattro zampe aiuta sicuramente a velocizzare notevolmente le attività di ispezione.

SPOT

Struttura

Spot è un quadrupede progettato dalla Boston Dynamics, con un peso di circa 40 kg ed ha un’autonomia di 90 minuti durante i quali può muoversi su percorsi già predefiniti oppure essere teleguidato da remoto. Il quadrupede può muoversi su qualsiasi terreno, con una velocità di 5,7 km/h.

spot

Odiernamente le tecnologie più avanzate sono utilizzate anche per il monitoraggio e la salvaguardia dell’enorme patrimonio monumentale ed archeologico della nostra Italia e che noi, attraverso la professionalità degli addetti ai lavori, siamo chiamati a tutelare come i custodi più diretti. A tal riguardo esiste un software di modellazione 3D per la riqualificazione dell’esistente e il recupero degli edifici storici, che ha il vantaggio di sfruttare tutta la potenza della tecnologia BIM anche per gli interventi di manutenzione.

 

edificius
edificius

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.