Home » BIM Topic » BIM e architettura » Solaio di copertura: scelte, vantaggi e importanza nell’edilizia

Solaio copertura

Solaio di copertura: scelte, vantaggi e importanza nell’edilizia

Tempo di lettura stimato: 10 minuti

Un solaio di copertura non è solo un tetto, è la chiave per la protezione dagli agenti atmosferici e per il comfort degli occupanti di un edificio. Scopriamo di più su questo elemento fondamentale nell’edilizia

La progettazione di un solaio di copertura rappresenta una sfida cruciale. Non si tratta solo di creare un elemento estetico che corona l’edificio, ma di intervenire su un componente fondamentale che incide direttamente sulla sicurezza, sull’efficienza energetica e sul comfort degli occupanti.

La scelta dei materiali, la distribuzione dei carichi, l’impermeabilizzazione e l’isolamento termico sono solo alcune delle variabili critiche da considerare.

In questo articolo approfondiremo il tema sul solaio di copertura, individuando i vantaggi del BIM e dei software BIM intesi come strumenti inestimabili per affrontare le sfide di questo processo complesso.

Fase di esecutiva per la realizzazione di un solaio di copertura

Fase esecutiva per la realizzazione di un solaio di copertura

Cos’è il solaio di copertura

I solai sono componenti essenziali nelle strutture degli edifici, poiché svolgono una duplice funzione di sostegno e separazione tra i diversi piani. Oltre al loro ruolo portante, i solai fungono da soffitto per il piano inferiore e da base per il pavimento del piano superiore.

Il solaio di copertura, chiamato semplicemente “tetto”, rappresenta la parte finale di un edificio e svolge la duplice funzione di sostegno e separazione degli ambienti interni dall’ambiente esterno. Inoltre, rappresenta un elemento centrale nella progettazione edilizia, con un impatto notevole sulla qualità, sulla sicurezza e sulla sostenibilità dell’edificio. Quindi comprendere a fondo il suo ruolo e l’importanza di scelte adeguate è cruciale per progettare edifici di alta qualità.

Di seguito ti indico alcuni degli aspetti più rilevanti da prendere in considerazione:

  1. efficienza energetica: il solaio di copertura contribuisce all’efficienza energetica dell’edificio grazie all’isolamento termico. Un buon isolamento riduce la dispersione di calore in inverno e il surriscaldamento in estate, riducendo i costi energetici e migliorando il comfort degli occupanti;
  2. impermeabilizzazione: una corretta impermeabilizzazione protegge l’edificio dall’umidità e dalle infiltrazioni d’acqua, prevenendo danni strutturali e la formazione di muffe;
  3. comfort degli occupanti: un solaio di copertura ben progettato contribuisce al comfort degli occupanti, garantendo una temperatura interna stabile, riducendo i rumori esterni e offrendo un ambiente più piacevole;
  4. sostenibilità: la scelta dei materiali può influenzare l’impatto ambientale dell’edificio. Materiali sostenibili e tecniche di costruzione ecologiche possono migliorare la sostenibilità globale del progetto.

Continua la lettura e scopri quali sono le peculiarità di questo elemento architettonico.

Solaio di copertura inclinato e piano

Entrando nel merito della questione, possiamo iniziare a fare una prima distinzione tra le topologie dei solai di copertura. Vediamo ora la differenza secondo l’inclinazione.

Possiamo avere due tipi di copertura: inclinato e piano.

Solaio di copertura inclinato

Le caratteristiche principali sono:

  1. struttura a pendenza: è caratterizzato da una struttura inclinata, con due o più pendenze che si incontrano al centro o a un punto più alto del tetto. Questa inclinazione crea un design differente a seconda del numero e della forma delle falde;
  2. drenaggio naturale: la pendenza del tetto consente un drenaggio naturale delle acque piovane. L’acqua scorre verso il basso lungo le falde e viene raccolta da grondaie e pluviali, che la indirizzano lontano dalla struttura dell’edificio;
  3. ampia variazione di design: offrono una vasta gamma di design e stili. Possono essere a falde spioventi molto ripide o più moderate, in base alle preferenze estetiche e alle esigenze strutturali e climatiche dell’edificio;
  4. ampi spazi interni: la struttura a falde crea spazi interni ampi sotto il tetto utilizzabili come spazi abitabili o come deposito.

Solaio di copertura piano

A differenza di quanto detto per le coperture inclinate, quelle piane prevedono le seguenti caratteristiche:

  1. struttura orizzontale: il solaio di copertura piano è caratterizzato da una struttura orizzontale, con una leggera pendenza o nessuna pendenza evidente. La superficie del tetto è generalmente rivestita da materiale impermeabilizzante e/o da rivestimenti di diverso tipo (per esempio pavimentazione);
  2. drenaggio: il drenaggio dell’acqua piovana è un po’ più complesso da gestire rispetto alle strutture inclinate, perché si ha una pendenza molto più bassa. Tuttavia, con un’accurata progettazione e messa in opera, è possibile evitare ristagni d’acqua e, quindi, danni importanti alla struttura;
  3. accessibilità e utilizzo: a differenza dei tetti inclinati, i solai piani sono generalmente più accessibili e possono essere utilizzati per scopi specifici come l’installazione di unità HVAC, pannelli solari o come terrazza accessibile;
  4. design moderno: i solai di copertura piani sono spesso associati a edifici moderni e minimalisti. Offrono una sensazione di linearità e pulizia nel design architettonico;
  5. impermeabilizzazione cruciale: a causa della superficie piatta, l’impermeabilizzazione è di estrema importanza nei solai piani per prevenire infiltrazioni d’acqua e danni strutturali. Questi tetti devono essere dotati di un sistema impermeabile altamente efficace.

Entrambe le tipologie di solaio di copertura possono essere progettate facilmente grazie all’aiuto di un software di progettazione edilizia che ti permette di fare tutte le valutazioni del caso. Inoltre, puoi sempre visualizzare in tempo reale il risultato del tuo lavoro sfruttando la Realtà Virtuale immersiva oppure con l’ausilio del Real Time Rendering.

Tetto piano e tetto a falde

Tetto a falde e tetto piano

I diversi tipi di solai di copertura

Altro aspetto che può essere preso in considerazione per la categorizzazione delle coperture è il materiale con cui sono composti le loro strutture. La scelta del giusto tipo di solaio è cruciale, poiché influisce sulle prestazioni e sulle caratteristiche dell’edificio. Ecco un’analisi dei vari tipi di solai di copertura disponibili:

Solaio di copertura in laterocemento

Il solaio di copertura in laterocemento rappresenta una delle opzioni più popolari per una vasta gamma di progetti. La sua costruzione prevede l’impiego di elementi chiamati pignatte, costituite da laterizio, progettati per riempire gli spazi vuoti tra le nervature della struttura stessa e per alleggerire la struttura. Posizionate nella parte inferiore del solaio, vengono disposte in modo alternato insieme a travetti in calcestruzzo armato, che sono collegati superiormente da una soletta in calcestruzzo.

Questo approccio consente di ridurre la quantità di calcestruzzo utilizzato nella costruzione ottenendo un solaio più leggero e con prestazioni migliorate dal punto di vista termico ed acustico rispetto a una struttura monolitica.

Inoltre, le pignatte contribuiscono a creare una superficie inferiore perfettamente piana, facilitando l’applicazione di intonaco e riducendo la necessità di casseri nella fase di costruzione.

L’uso di questo sistema è frequente negli edifici residenziali e commerciali in quanto può vantare i seguenti punti di forza:

  • resistenza: i solai in laterocemento sono noti per sopportare carichi elevati, rendendoli adatti per edifici di diversi tipi e dimensioni;
  • durata: grazie alla natura durevole dei materiali, questi solai richiedono poche manutenzioni nel corso degli anni

Solaio di copertura in legno

Il solaio di copertura in legno è la scelta preferita per chi cerca un ambiente accogliente e naturale. Questo tipo di solaio offre un isolamento termico efficace e un’estetica piacevole. È particolarmente adatto per edifici residenziali, dove la sensazione di calore e comfort è prioritaria. Le parole chiave da considerare includono:

  • estetica: una delle caratteristiche più evidenti e apprezzate del solaio di copertura in legno è la sua estetica naturale. Il legno dona agli interni un aspetto caldo e accogliente, che si adatta bene a una vasta gamma di stili architettonici, dai design moderni a quelli più tradizionali;
  • isolamento Termico: oltre all’aspetto estetico, il legno offre un notevole vantaggio in termini di isolamento termico. Grazie alle sue proprietà isolanti intrinseche, il legno contribuisce a mantenere una temperatura interna stabile all’interno dell’edificio. Questo significa che in inverno, il calore sarà trattenuto, riducendo la necessità di riscaldamento, mentre in estate, il calore esterno sarà respinto, contribuendo a mantenere gli ambienti freschi e confortevoli. Questo effetto di isolamento termico è particolarmente prezioso per l’efficienza energetica dell’edificio riducendo i costi energetici e mitigando l’impatto ambientale;
  • comfort: l’ambiente creato da un solaio di copertura in legno è spesso percepito come accogliente e confortevole. Il calore naturale del legno e la sua texture tattile contribuiscono a creare uno spazio che invita al relax e al benessere. Questo aspetto è particolarmente importante in edifici residenziali, dove la sensazione di comfort è essenziale. Inoltre, il legno ha la capacità di ridurre l’eco e l’effetto di riverberazione del suono, contribuendo a creare ambienti acusticamente più confortevoli.

Solaio di copertura in acciaio

Un solaio di copertura in acciaio è un tipo di struttura utilizzata generalmente per edifici prefabbricati e per coprire ambienti con luci ampie (come è il caso di grandi edifici industriali). È ampiamente utilizzato nell’edilizia grazie alle sue eccezionali proprietà meccaniche e di resistenza. Ecco una spiegazione delle caratteristiche principali di una copertura in acciaio:

  1. resistenza e durabilità: l’acciaio è noto per la sua elevata resistenza e durabilità. È capace di sopportare carichi pesanti quindi è adatto a sostenere il peso delle coperture, delle strutture accessorie e dei carichi ambientali come la neve o il vento;
  2. leggerezza: nonostante la sua resistenza, l’acciaio è anche relativamente leggero rispetto ad altri materiali da costruzione come il cemento armato. Questa caratteristica rende più agevole il trasporto e l’installazione dei componenti;
  3. flessibilità di design: l’acciaio offre una notevole flessibilità di design. Può essere utilizzato per creare una varietà di forme e stili di copertura, dal classico al moderno. Questa flessibilità è particolarmente utile per gli architetti e i progettisti che cercano soluzioni innovative per i loro progetti;
  4. velocità di costruzione: l’uso dell’acciaio nei solai di copertura può accelerare il processo di costruzione, poiché i componenti in acciaio possono essere prefabbricati e assemblati in loco. Questa velocità può ridurre i costi di manodopera e accelerare la consegna dei progetti;
  5. manutenzione minima: gli solai di copertura in acciaio richiedono generalmente una manutenzione minima nel corso del tempo. La durabilità intrinseca riduce la necessità di riparazioni o sostituzioni frequenti;
  6. compatibilità con tecnologie avanzate: l’acciaio è compatibile con una serie di tecnologie avanzate, come l’installazione di pannelli solari o sistemi di raccolta delle acque piovane. Queste tecnologie possono essere facilmente integrate in un solaio di copertura in acciaio.

Per avere più informazioni rispetto alle tipologie di coperture e alle loro peculiarità, puoi leggere l’articolo di approfondimento “Come progettare un tetto, le linee guida“.

Come avviene l’impermeabilizzazione nel solaio di copertura

L’impermeabilizzazione del solaio di copertura è un aspetto critico nella costruzione di edifici, poiché protegge la struttura sottostante dagli agenti atmosferici, dall’umidità e dalle infiltrazioni d’acqua. Una corretta impermeabilizzazione assicura la durata e la sicurezza dell’edificio. Ecco come avviene l’impermeabilizzazione nel solaio di copertura:

  1. preparazione della superficie: prima di applicare qualsiasi materiale impermeabilizzante, è essenziale preparare accuratamente la superficie del solaio di copertura. Questo può comportare la rimozione di detriti, vecchi rivestimenti o materiali danneggiati. La superficie deve essere pulita, liscia e priva di crepe o irregolarità;
  2. scelta del materiale impermeabilizzante: esistono diverse opzioni di materiali impermeabilizzanti tra cui scegliere. Alcuni dei più comuni includono membrane bituminose, membrane in PVC, membrane in EPDM, e materiali liquidi come il poliuretano. La scelta del materiale dipende dalle esigenze specifiche del progetto, dal clima locale e dal budget;
  3. applicazione delle membrane: le membrane impermeabilizzanti vengono applicate sulla superficie del solaio di copertura. Questo può essere fatto in uno o più strati, a seconda delle specifiche del materiale e delle condizioni del progetto. È essenziale seguire le indicazioni del produttore per l’applicazione corretta;
  4. sigillatura delle giunture e dei dettagli: le giunture e i dettagli critici, come le aree intorno alle grondaie, alle finestre o alle strutture penetranti, devono essere attentamente sigillati per prevenire possibili punti di ingresso per l’acqua. Questa fase richiede precisione e attenzione ai dettagli;
  5. test di impermeabilizzazione: dopo l’applicazione dei materiali impermeabilizzanti, è consigliabile condurre test di impermeabilizzazione per verificare l’efficacia del sistema. Questi test possono includere l’uso di acqua sotto pressione o altre procedure specifiche per assicurarsi che non vi siano perdite o difetti nell’impermeabilizzazione;
  6. protezione meccanica: in alcuni casi, viene aggiunta una protezione meccanica sopra il materiale impermeabilizzante per prevenirne danni fisici durante la manutenzione o l’uso. Questa protezione può consistere in lastre di copertura, strati di ghiaia o materiali similari;
  7. manutenzione periodica: anche se un solaio di copertura è stato impermeabilizzato correttamente, è importante effettuare una manutenzione periodica. Questo può includere l’ispezione delle membrane, la pulizia delle grondaie e la riparazione tempestiva di eventuali danni;
  8. rispetto delle normative locali: è fondamentale rispettare le normative locali e le linee guida di costruzione relative all’impermeabilizzazione dei tetti. Queste normative possono variare da una regione all’altra e devono essere seguite attentamente per garantire la conformità e la sicurezza strutturale.
Impermeabilizzazione solaio di copertura

Impermeabilizzazione solaio di copertura

Cappotto termico al solaio di copertura

Il cappotto termico al solaio di copertura è una strategia avanzata di isolamento termico utilizzata nell’edilizia moderna per migliorare significativamente l’efficienza energetica degli edifici. Questa tecnica prevede l’applicazione di strati di materiale isolante sulla superficie del solaio di copertura al fine di ridurre al minimo la dispersione di calore e, di conseguenza, migliorare il comfort termico interno. Ecco un’analisi dettagliata dei principali aspetti del cappotto termico al solaio di copertura:

Spiegazione del cappotto termico

Il cappotto termico è un sistema di isolamento che mira a creare una barriera termica continua intorno all’edificio, migliorando così la sua tenuta termica. Quando applicato al solaio di copertura, questo processo coinvolge l’installazione di strati di materiale isolante sulla superficie del tetto (la superficie può essere interna o esterna in relazione alla tecnologia utilizzata e all’investimento economico effettuato). Questi strati possono essere costituiti da materiali isolanti tradizionali come la lana di vetro, la lana di roccia, il polistirene espanso o altri materiali isolanti più avanzati.

Il cappotto termico serve ad impedire che il calore venga disperso dall’edificio durante la stagione fredda o che il calore esterno penetri durante l’estate. Questo processo crea una barriera altamente efficiente che contribuisce a mantenere una temperatura interna confortevole e stabile.

Benefici del cappotto termico

L’applicazione di un cappotto termico al solaio di copertura comporta una serie di significativi benefici:

  1. riduzione dei costi energetici: uno dei vantaggi principali è la notevole riduzione dei costi di riscaldamento e raffreddamento dell’edificio. Poiché il calore viene trattenuto in modo più efficiente durante l’inverno e respinto durante l’estate, l’edificio richiede meno energia per mantenere una temperatura interna confortevole;
  2. miglioramento del comfort termico: grazie al cappotto termico, gli ambienti interni rimangono più stabili dal punto di vista termico, evitando sbalzi di temperatura e il disagio termico. Gli occupanti godono di un comfort superiore all’interno dell’edificio;
  3. sostenibilità ambientale: con la riduzione del consumo energetico, il cappotto termico contribuisce alla riduzione delle emissioni di gas serra e al miglioramento dell’efficienza energetica complessiva dell’edificio promuovendo la sostenibilità ambientale;
  4. miglior comfort acustico: in molti casi, il cappotto termico può anche migliorare il comfort acustico all’interno dell’edificio, riducendo il rumore proveniente dall’esterno.

Per questo lavoro è importante tenere sempre sotto controllo i valori della trasmittanza e il diagramma di Glaser per evitare formazione di condensa e inefficienza degli elementi. È possibile sfruttando i Software per il calcolo della trasmittanza e del diagramma di Glaser, strumenti dedicati a questo tipo di lavoro molto utili per le tue necessità.

Inoltre puoi scaricare gratuitamente un esempio pratico del calcolo della trasmittanza di un solaio.

Analisi dei carichi solaio di copertura e progetto della struttura portante

L’analisi dei carichi del solaio di copertura è un processo fondamentale che coinvolge la valutazione accurata della distribuzione dei pesi e delle forze che agiscono sulla struttura di copertura di un edificio. Questo processo è essenziale per garantire che il solaio sia in grado di sopportare carichi e stress senza compromettere la sua integrità strutturale. Tutto questo processo è reso molto più semplice grazie all’uso dei software di calcolo strutturale che ti danno la possibilità di portare a termine la progettazione di edifici nuovi ed esistenti in cemento armatomuraturaacciaio e legno.

Ora vediamo nel dettaglio cosa prevedono queste fasi.

La distribuzione dei carichi sul solaio di copertura è influenzata da diversi fattori:

  1. peso della struttura: la stessa struttura del tetto, compresi travi, pilastri e pannelli, rappresenta un carico statico sul solaio. Questo peso deve essere distribuito uniformemente per evitare punti di stress elevati.
  2. carico da neve: è necessario considerare il carico della neve accumulata sul tetto durante l’inverno, soprattutto in regioni soggette a nevicate. Questo carico può variare notevolmente a seconda del clima locale e deve essere calcolato con precisione;
  3. pressione del vento: il vento esercita una pressione dinamica sul tetto, che varia con la velocità del vento e la forma dell’edificio. Questo carico deve essere considerato in modo da evitare che il vento sollevi o danneggi il tetto;
  4. peso relazionato all’uso: se il tetto ospita attrezzature, pannelli solari o è utilizzato per scopi specifici come una terrazza accessibile, il peso aggiuntivo deve essere calcolato e distribuito in modo appropriato;
  5. carichi concentrati: in alcune situazioni, ci possono essere carichi concentrati, come strutture o attrezzature particolarmente pesanti. Questi carichi richiedono una distribuzione speciale per garantire che il solaio possa sopportarli senza cedimenti strutturali.

Dopo questa fase indispensabile per conoscere quali e quanti sono i carichi da sopportare, il tecnico responsabile procede alla progettazione della struttura portante. Questa fase prevede, invece:

  1. determinazione dei carichi massimi: gli ingegneri calcolano i carichi massimi che il solaio di copertura deve sopportare in base ai fattori sopra menzionati. Questi calcoli includono analisi statiche e dinamiche;
  2. selezione dei materiali strutturali: in base ai carichi previsti, vengono selezionati i materiali strutturali appropriati per il solaio di copertura, assicurandosi che siano in grado di resistere a tali carichi;
  3. progettazione della struttura: i tecnici responsabili progettano la struttura portante che compone il tetto, assicurandosi che siano dimensionate in modo adeguato per distribuire i carichi in modo uniforme e prevenire il collasso;
  4. verifica della sicurezza strutturale: infine si effettuano analisi dettagliate per verificare che la struttura del solaio di copertura soddisfi i requisiti di sicurezza strutturale e le normative locali.

La progettazione e l’analisi dei solai di copertura sono un’arte e una scienza complesse, con molte variabili da considerare per garantire la sicurezza e l’efficienza degli edifici moderni. Tuttavia, con l’arrivo del Building Information Modeling (BIM) e di tutti i software BIM, questo processo si è evoluto, creando nuove opportunità e soluzioni innovative.

software-acca-gamma-completa
software-acca-gamma-completa

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *