Home » BIM Topic » Opere edili » Soffitto a cassettoni: la guida

Soffitto a cassettoni

Soffitto a cassettoni: la guida

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Tutto quello che devi sapere sul soffitto a cassettoni: origini, caratteristiche, struttura, tecniche di costruzione, illuminazione e restauro

Il soffitto a cassettoni è una tipologia di soffitto decorativo caratterizzato dalla presenza di riquadri incavati, detti “cassettoni” o “lacunari”. Questo elemento architettonico ha origini antiche e ha subito evoluzioni significative nel corso dei secoli, sia dal punto di vista estetico che strutturale.

Cosa si intende per soffitto a cassettoni?

Il soffitto a cassettoni, noto anche come soffitto a lacunari, è una tipologia di soffitto decorativo caratterizzato dalla presenza di riquadri incavati, chiamati “cassettoni” o “lacunari”. Questi riquadri possono essere di varie forme e dimensioni, come quadrati, rettangolari, poligonali, o circolari, e sono delimitati da travi o cornici che formano una griglia geometrica.

Affonda le sue radici nell’architettura romana (straordinari i resti lignei con tracce di colore di un soffitto a cassettoni ritrovati nell’area archeologica di Ercolano) e greca, dove era impiegato principalmente nei templi e negli edifici pubblici. In queste prime versioni, i cassettoni venivano spesso realizzati in pietra o marmo e servivano sia a scopo decorativo sia strutturale, contribuendo a ridurre il peso delle grandi coperture. Durante il Rinascimento, i soffitti a cassettoni conobbero una nuova fase di popolarità, specialmente in Italia. Gli artigiani rinascimentali li realizzavano in legno intagliato e decorato, introducendo motivi ornamentali complessi, spesso arricchiti da dorature, pitture e altre tecniche decorative.

Soffitti a cassettone: struttura e materiali impiegati

I soffitti a cassettoni possono essere costruiti utilizzando vari materiali, tra cui legno, gesso, cemento e metallo. Nello specifico:

  • legno: è il materiale più comune, specialmente nelle applicazioni storiche. Il legno può essere facilmente intagliato e decorato, permettendo una grande varietà di motivi e stili. I cassettoni in legno sono solitamente composti da travi portanti e traverse incrociate, con pannelli inseriti tra le travi;
  • gesso: permette la creazione di dettagli molto fini e complessi. Viene spesso usato in combinazione con altri materiali o come rivestimento decorativo sopra una struttura di supporto in legno o metallo;
  • metallo: spesso realizzati in ferro battuto o bronzo, sono meno comuni ma possono essere trovati in edifici moderni o in ristrutturazioni di edifici storici dove si cerca una maggiore durabilità e resistenza al fuoco;
  • cemento e altri materiali moderni: nei progetti contemporanei possono essere utilizzati materiali più moderni come il cemento, che offre maggiore resistenza e durabilità, sebbene la sua applicazione possa risultare più complessa rispetto ai materiali tradizionali.

Soffitto a cassettone: tecniche di costruzione

La costruzione di un soffitto a cassettoni richiede competenze specifiche in carpenteria e, a seconda del materiale utilizzato, in intaglio, stuccatura o lavorazione del metallo. I principali passaggi per la realizzazione includono:

  • progettazione: creazione di un disegno dettagliato che includa le dimensioni dei cassettoni, il layout delle travi e gli elementi decorativi. È sempre opportuno affidarsi a strumenti altamente specializzati e professionali, come il software progettazione edilizia, con il quale ottieni modelli 3D, piante, sezioni, prospetti, dettagli costruttivi, computi, render e tutto quello che serve per iniziare la costruzione;
  • struttura portante: installazione della struttura portante, che può essere composta da travi in legno, metallo o altro materiale adatto a sostenere il peso del soffitto;
  • realizzazione dei cassettoni: costruzione o installazione dei pannelli decorativi all’interno delle sezioni create dalla struttura portante. Questi pannelli possono essere intagliati, dipinti o decorati secondo il design previsto;
  • finitura: applicazione di eventuali finiture decorative, come dorature, pitture, verniciature o rivestimenti in gesso.

Soffitto a cassettoni moderno

Il soffitto a cassettoni moderno è un’evoluzione contemporanea del tradizionale soffitto a cassettoni, che adatta le sue caratteristiche estetiche e funzionali alle esigenze e ai gusti odierni. Questa rivisitazione mantiene l’idea di base della griglia di riquadri incavati, ma utilizza materiali, tecniche e design innovativi per creare ambienti eleganti e distintivi. In questo modo si unisce la tradizione alla contemporaneità, mantenendo l’eleganza e la struttura distintiva dei cassettoni, ma reinterpretandoli con materiali e design attuali. Questo approccio permette di adattare un elemento architettonico classico alle esigenze estetiche e funzionali degli spazi moderni, creando ambienti che sono al contempo raffinati e altamente funzionali.

Il design è minimalista, le linee sono pulite e si tende a privilegiare le linee rette e geometriche semplici, evitando l’eccessiva ornamentazione. Le tonalità utilizzate sono neutre, i colori più diffusi sono il bianco, il grigio e il nero, ma si possono trovare anche combinazioni cromatiche più audaci in contesti specifici. I soffitti a cassettoni moderni spesso presentano l’illuminazione integrata a LED, ben nascosta nei bordi delle cornici per creare effetti di luce indiretta e soffusa.

Illuminazione soffitto a cassettoni

L’illuminazione del soffitto a cassettoni è un aspetto importante che può influenzare significativamente l’estetica e la funzionalità di uno spazio. L’integrazione di sistemi di illuminazione moderni in un soffitto a cassettoni richiede una pianificazione accurata e una conoscenza tecnica avanzata per garantire che l’illuminazione sia esteticamente piacevole che funzionale. L’illuminazione può essere diretta o indiretta.

Illuminazione diretta soffitto a cassettoni

Per realizzare una illuminazione diretta si possono utilizzare fari incassati nei cassettoni che proiettano la luce direttamente verso il basso. Sono utili per creare punti luce focalizzati su specifiche aree, come tavoli da pranzo o scrivanie. Oppure si può optare per lampade pendenti appese al centro o lungo il perimetro dei cassettoni, le lampade pendenti possono fungere da elementi decorativi oltre a fornire illuminazione funzionale.

Illuminazione indiretta soffitto a cassettoni

Se si sceglie una illuminazione indiretta si possono preferire le strisce LED da posizionare lungo i bordi interni dei cassettoni; esse creano un’illuminazione soffusa e diffusa, che riduce le ombre e aggiunge profondità al soffitto. Altro metodo molto diffuso è la cove lighting, un tipo di illuminazione nascosta che riflette la luce sulle superfici superiori dei cassettoni, incorporata in sporgenze, rientranze o mantovane in un soffitto o in alto sulle pareti di una stanza.

Illuminazione ambientale soffitto a cassettoni

Si può scegliere di utilizzare lampade da incasso installate all’interno dei cassettoni per fornire un’illuminazione generale omogenea in tutta la stanza. Oppure lampade decorative che possono includere lampade da parete o altre fonti di luce che contribuiscono all’atmosfera generale dello spazio.

In ogni caso, qualsiasi sia il tipo di illuminazione scelta, è di fondamentale importanza non trascurare la fase di progettazione dell’impianto di illuminazione e utilizzare il software di progettazione di impianti elettrici con il quale effettuare in maniera integrata anche il calcolo e il dimensionamento illuminotecnico.

Restauro soffitto a cassettoni

Il restauro di un soffitto a cassettoni è un processo complesso che richiede attenzione ai dettagli, competenze specialistiche e una conoscenza approfondita delle tecniche tradizionali e moderne. L’obiettivo principale è preservare l’integrità storica ed artistica del soffitto, migliorandone al contempo la stabilità strutturale e l’estetica. Si sviluppa in diverse fasi, che analizziamo.

Pulizia/sverniciatura o microsabbiatura

In questa fase devono essere rimossi polvere e sporco accumulati nel corso del tempo, utilizzando metodi delicati. Si passa poi alla sverniciatura, ossia all’eliminazione degli strati di vernice o rivestimenti successivi tramite metodi chimici o meccanici appropriati. La microsabbiatura è una tecnica preziosa nel restauro, poiché consente di operare su superfici delicate come legno, affreschi e manufatti lapidei con precisione e rispetto per i materiali originali. Questa tecnologia permette una rimozione efficace di vecchie vernici e depositi senza danneggiare le fibre del legno, risultando anche più rapida rispetto alla sverniciatura manuale. Il processo prevede un sistema di abbattimento delle polveri e una successiva pulizia dei residui.

Lavori di falegnameria (riparazioni e integrazioni)

I soffitti a cassettoni storici sono costruiti intorno a travi portanti, suddivisi in campate con pannelli inclinati e modanature fissate con chiodi di ferro. Le campate sono ulteriormente suddivise in cassetti creati dall’intersecazione di travetti e regoli. Nel restauro, è essenziale mantenere l’integrità strutturale e estetica, ricostruendo elementi mancanti e riparando quelli danneggiati con legno stagionato e trattato.

Bisogna procedere, se necessario, alla riparazione strutturale con il rinforzo delle travi portanti e la sostituzione di pannelli danneggiati con il legno compatibile. La ricostruzione/riparazione di elementi mancanti come travetti, regoli e modanature, utilizzando legno di pioppo o rovere stagionato e trattato con biocida.
Eliminazione della Terra di Riempimento: aspirazione della terra e ghiaia presenti tra il soffitto e il pavimento del piano superiore.
Chiusura delle Fessure: utilizzo di listelli di legno di balsa per fessure superiori ai 2 mm e silicone elastico per fessurazioni più piccole, seguito da ritocchi per mimetizzare le sigillature con il resto del soffitto.

Sigillatura

La sigillatura è una fase critica per prevenire la caduta di terra dai soffitti. Dopo aver aspirato la terra di riempimento, si procede alla chiusura delle fessure con legno di balsa per le aperture più grandi e silicone elastico per quelle più piccole. Tutte le sigillature sono poi ritoccate per armonizzarsi con il resto del soffitto.

Trattamento antitarlo

Il trattamento antitarlo è essenziale per preservare i soffitti in legno da infestazioni di insetti xilofagi. Si utilizzano metodi di disinfestazione efficaci per eliminare tarli e altri parassiti, garantendo la protezione a lungo termine del legno.

Verniciatura

La verniciatura finale del soffitto a cassettoni non solo protegge il legno, ma ne esalta anche la bellezza, evidenziandone le venature e il colore naturale. Si utilizzano vernici che nutrono e proteggono il legno, rendendolo idrorepellente e mantenendone la traspirabilità. I prodotti a base di olio di lino, resine naturali e cere sono ideali per ottenere un aspetto satinato e morbido.

Restauro dei soffitti a cassettoni decorati

I soffitti decorati possono presentare varie tecniche pittoriche, come affreschi a calce o tempere, arricchite da particolari dorati. Il restauro inizia con l’identificazione della natura della decorazione attraverso tasselli di pulitura e stratigrafie. La pulizia può essere effettuata a secco o con impacchi, valutando la rimozione degli strati di pittura aggiunti nel tempo. Dopo la pulitura, si procede alle integrazioni pittoriche per colmare eventuali lacune decorative, mimetizzando le riparazioni e sigillature eseguite in precedenza.

 

Edificius

 

Edificius

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *