Sostituzione parapetti, tende ed illuminazione: quali interventi sono ammessi al bonus facciate

Sostituzione parapetti, tende ed illuminazione: quali interventi sono ammessi al bonus facciate?

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Ok alla sostituzione dei parapetti e delle tende avvolgibili se (quest’ultima) è qualificabile come opera accessoria e di completamento; no al sistema di illuminazione della facciata

Con la risposta n. 673/2021 l’Agenzia delle Entrate ha fornito un importante chiarimento in merito ai lavori ammessi (ed esclusi) dalle agevolazioni riconosciute dal bonus facciate.

Il caso

Il caso in esame riguarda un condominio situato in zona A che intende eseguire degli interventi su 2 edifici composti da 2 blocchi di fabbricati, per un totale di 360 unità immobiliari.

In particolare, gli interventi da realizzare sono:

  • la sostituzione dei parapetti presenti nei balconi;
  • il rifacimento delle tende avvolgibili, compatibili tecnicamente ed esteticamente con le nuove balaustre;
  • il sistema di illuminazione notturna.

Ciò considerato, il condominio si è rivolto all’Agenzia delle Entrate per sapere se è possibile fruire del bonus facciate per i sopraccitati interventi.

Parere dell’Agenzia delle Entrate

Dal momento che l’edificio si trova in zona A, se rispondenti ai requisiti previsti dalla normativa, gli interventi in esame possono accedere al bonus facciate.

Bonus facciate

In via preliminare l’Agenzia delle Entrate ricorda infatti che l’articolo 1, commi da 219 a 224, della legge n. 160/2019 (legge di Bilancio 2020) prevede una detrazione del 90% delle spese documentate sostenute negli anni 2020 e 2021 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B, ai sensi del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444.

La norma prevede, inoltre, che:

  • gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna devono essere realizzati esclusivamente sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi;
  • nell’ipotesi in cui i lavori di rifacimento della facciata, ove non siano di sola pulitura o tinteggiatura esterna, riguardino interventi influenti dal punto di vista termico o interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, gli interventi devono soddisfare i requisiti di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico 26 giugno 2015 e, con riguardo ai valori di trasmittanza termica, i requisiti di cui alla tabella 2 dell’allegato B al decreto del Ministro dello sviluppo economico 11 marzo 2008.

Ulteriori chiarimenti in merito all’applicazione dell’agevolazione sono stati forniti dalla:

  • circolare 14 febbraio 2020, n. 2/E in cui, tra l’altro, è stato precisato che la detrazione spetta anche per le spese sostenute per i costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi ammessi al bonus facciate,
  • risposta 520/2020, con cui viene chiarito che il bonus facciate spetta anche per i lavori aggiuntivi, quali lo smontaggio e rimontaggio delle tende solari ovvero la sostituzione delle stesse (nel caso in cui ciò si rendesse necessario per motivi tecnici, trattandosi di opere accessorie e di completamento dell’intervento di isolamento delle facciate esterne nel suo insieme) i cui costi sono strettamente collegati alla realizzazione dell’intervento edilizio stesso.

La detrazione non spetta, invece, per i seguenti interventi:

  • effettuati sulle facciate interne dell’edificio, fatte salve quelle visibili dalla strada o da suolo ad uso pubblico;
  • la sostituzione di vetrate, infissi, grate, portoni e cancelli.

Conclusioni

Nel caso in esame l’istante intende realizzare un intervento finalizzato alla sostituzione dei parapetti presenti nei balconi, al rifacimento delle tende avvolgibili, nonché all’installazione di un sistema di illuminazione notturna.

Alla luce di quanto precedentemente espresso, il Fisco conclude quanto segue.

Parapetti

Nel rispetto di tutte le condizioni e adempimenti richiesti dalla normativa in esame, sono ammesse al bonus facciate le spese per i lavori riguardanti i parapetti sull’involucro esterno visibile dell’edificio, come precisato dalla citata circolare 2/E del 2020.

Tende

Al contrario, i lavori per il rifacimento delle tende avvolgibili NON sono ammessi all’agevolazione, a meno che risultino “aggiuntivi” al predetto intervento edilizio trattandosi di opere accessorie e di completamento dello stesso.

Illuminazione

Infine, per quanto riguarda le spese per l’installazione di un sistema di illuminazione della facciata, si ritiene che NON possono rientrare tra gli interventi edilizi agevolabili.

 

Clicca qui per scaricare la risposta n. 673/2021

 

termus
termus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *