Bonus barriere architettoniche e ascensore in condominio a prevalenza non residenziale

Ascensore in condominio a prevalenza non residenziale: ok bonus barriere architettoniche

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Entrate: ok alla detrazione per i lavori di installazione di un ascensore all’interno di un edificio condominiale a prevalenza non residenziale

Parliamo ancora di bonus barriere architettoniche: la detrazione del 75% introdotta dal decreto Rilancio (articolo 119-ter del dl n. 34/2020) con riferimento alle spese sostenute nel 2022 per i lavori di rimozione delle barriere architettoniche.

Ricordiamo che detta misura si aggiunge al Superbonus e alla detrazione del 50% delle spese sostenute per l’abbattimento e l’eliminazione delle barriere architettoniche (prevista dall’articolo 16-bis, comma 1, lettera e) del Tuir e attualmente disciplinata dall’art. 16 del DL 63/2013.

A tal riguardo, vogliamo segnalare le recenti risposte n. 464/2022 e n. 465/2022 dell’Agenzia delle Entrate, con le quali chiarisce che sono agevolabili, rispettivamente, le spese sostenute per adeguare la casa alle esigenze della figlia disabile e per l’installazione di un ascensore in un condominio non a prevalenza residenziale.

L’intervento di abbattimento delle barriere architettoniche rappresenta una categoria di lavori che, urbanisticamente parlando, è a sé stante: non occorre fare riferimento alla loro classificabilità come interventi di manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia, recupero o restauro conservativo, ma è necessario un software di progettazione architettonica BIM in grado di rappresentare velocemente le possibili soluzioni progettuali per il superamento delle barriere architettoniche.

Risposta n. 465/2022

Tra le diverse soluzioni praticabili per l’abbattimento delle barriere architettoniche una è rappresentata dall’installazione di un ascensore per il trasporto di persone disabili in piedi o su carrozzina, all’interno del vano scala o all’esterno dell’edificio.

Il caso esaminato nella risposta n. 465/2022 riguarda, appunto, l’installazione di un ascensore all’interno di un fabbricato a prevalenza non residenziale, composto da:

  • 12 unità di categoria A/10 (uffici/studi privati);
  • 2 unità di categoria A/2 (abitazioni);
  • una unità di categoria C/6 (autorimessa).

Il condominio istante chiede se la detrazione del 75% per incentivare i lavori finalizzati al superamento delle barriere architettoniche riguarda anche l’installazione di un ascensore collocato nell’edificio in esame, in cui le abitazioni non rappresentano la parte maggioritaria.

La risposta del Fisco è positiva: è possibile beneficiare del bonus barriere architettoniche 75% per l’installazione di un ascensore all’interno di un edificio condominiale a prevalenza non residenziale, a condizione che le opere rispondano ai requisiti previsti dal regolamento del ministro dei Lavori pubblici n. 236/1989 in materia di prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità ai fini del superamento e che i lavori debbano interessare “edifici già esistenti”.

In particolare, ai sensi della circolare n. 23/2022 si ha che:

possono usufruire dell’agevolazione le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni, gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale, le società semplici, le associazioni tra professionisti e i soggetti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, enti, società di persone, società di capitali), che possiedono o detengono l’immobile in base a un titolo idoneo al momento di avvio dei lavori o al momento del sostenimento delle spese se antecedente al loro inizio.

Pertanto, l’stante può accedere all’agevolazione con riferimento alle spese sostenute per l’installazione dell’ascensore, a prescindere dalla classificazione catastale dell’immobile che ospita l’edificio.

 

 

usBIM.superbonus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.