Home » BIM Topic » BIM nelle costruzioni » I rischi nell’edilizia: quali sono i maggiori 9?

I rischi nell'edilizia

I rischi nell’edilizia: quali sono i maggiori 9?

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

I maggiori rischi nell’edilizia avvengono principalmente in cantiere. Scopri quali sono, come identificarli e come prevenirli


Tra i vari luoghi di lavoro, il cantiere è sicuramente uno di quelli più pericolosi: ogni anno sono migliaia gli operai ed i lavoratori che rimangono feriti, purtroppo a volte anche mortalmente.

In questo articolo scopriremo insieme quali sono i principali rischi nel settore dell’edilizia e quali sono le strategie di prevenzione più adatte per evitarli!

Quali sono i 9 maggiori rischi nell’edilizia?

Il settore costruttivo è soggetto a diversi rischi che possono influenzare la sicurezza, la qualità e la redditività dei progetti, ecco i 9 maggiori:

  • lavori in quota;
  • scivolamenti e cadute;
  • rumori;
  • oggetti in movimento;
  • movimentazione dei materiali;
  • esposizioni a sostanze chimiche, polveri ed agenti atmosferici;
  • incidenti elettrici;
  • ustioni;
  • crolli improvvisi.

1. Lavori in quota

Lavorare in quota è purtroppo una delle cause più comuni di infortuni mortali. Per tale motivo è molto importante, nonché necessaria:

  • una formazione adeguata a tutti i dipendenti che lavorano in quota;
  • una conoscenza approfondita delle misure di sicurezza per impalcature, scale, tetti;
  • una pianificazione adeguata delle lavorazioni in quota;
  • una supervisione continua durante i lavori in quota.
Lavori in quota

Lavori in quota

2. Scivolamenti e cadute

La presenza di superfici irregolari, bagnate o scivolose, terreni instabili e cantieri a diversa quota sono alcuni dei principali pericoli dei cantieri che causano questo tipo di incidenti.

Per ovviarli è bene segnalare sempre la presenza di superfici bagnate, scivolose o terreni irregolari ed evitare distrazioni, cercando di rimanere sempre vigili durante lo svolgimento delle attività lavorative.

3. Rumori

La maggior parte delle attrezzature utilizzate in un cantiere generano elevati livelli di rumore e l’esposizione prolungata al rumore forte può causare una perdita irreversibile dell’udito nei lavoratori edili.

Di aiuto per preservare l’udito è sicuramente indossare correttamente i dispositivi di protezione dello stesso durante tutte le attività in cui sono presenti significativi livelli di rumorosità.

Rischio rumore

Rischio rumore

4. Oggetti in movimento

Per oggetti in movimento all’interno di un cantiere edile durante la realizzazione di un’opera, si intendono attrezzatture di sollevamento, veicoli di rifornimento, escavatori, gru, ecc., che si muovono nell’ambiente di lavoro.

Tutti gli operatori devono preservare la propria incolumità facendo molta attenzione all’ambiente circostante, utilizzando i propri DPI ed evitando di lavorare entro l’area di manovra delle macchine operatrici.

5. Movimentazione dei materiali

Lo spostamento manuale o mediante attrezzature dei materiali comporta numerosi rischi per gli operai.

È importante che siano note a tutti le procedure per sollevare e trasportare in sicurezza i materiali e per l’utilizzo conforme delle attrezzature di sicurezza.

6. Esposizioni a sostanze chimiche, polveri ed agenti atmosferici

Nei cantieri i lavoratori sono esposti a rischi dovuti alla frequente manipolazione di sostanze tossiche come vernici, solventi, piombo, amianto, ed una varietà di altri polveri e prodotti chimici.

Ciò può portare a vari problemi alla vista e alla bocca, nonché a patologie respiratorie e malattie gravi come il cancro (nel caso dell’amianto). In una certa misura, i dispositivi di protezione individuale e la formazione possono aiutare a proteggere i lavoratori da questi rischi.

7. Incidenti elettrici

Le particolari condizioni di lavoro per gli operai dei cantieri delle costruzioni rendono molto più alto il pericolo di scosse elettriche rispetto a quasi tutte le altre attività lavorative. Le principali cause sono:

  • terreno non protetto;
  • cavi e prolunghe utilizzate in maniera impropria;
  • mancanza della messa a terra delle apparecchiature elettriche;
  • contatto diretto con linee elettriche.

8. Ustioni

Le ustioni nei cantieri edili sono causate spesso da contatti termici, saldature o da prodotti chimici. Se lievi possono essere trattate con i kit di pronto soccorso, quelle più gravi invece possono causare danni anche a lungo termine.

9. Crolli improvvisi

In un cantiere un crollo improvviso potrebbe generarsi durante:

  • la costruzione di un edificio;
  • la demolizione totale o parziale di un’opera;
  • lo scavo di una trincea.

È importante in questo contesto, prima di iniziare la costruzione/demolizione di un’opera o procedere con uno scavo assicurarsi di aver sviluppato un’adeguata valutazione dei rischi ed ispezionare regolarmente il luogo mediante audit di sicurezza durante le lavorazioni.

Identificazione dei rischi nell’edilizia e di strategie di prevenzione

La prevenzione dei rischi di sicurezza in un cantiere edile è un aspetto fondamentale per garantire la sicurezza dei lavoratori e il successo del progetto. È possibile attuare strategie di prevenzione dei rischi di sicurezza che coinvolgono diversi aspetti, tra cui:

  1. formazione e consapevolezza: la formazione dei lavoratori è un pilastro essenziale per la prevenzione dei rischi di sicurezza. I lavoratori dovrebbero essere adeguatamente formati sulle normative di sicurezza, le procedure operative sicure e l’uso corretto delle attrezzature. La formazione dovrebbe essere continua e includere nuovi dipendenti, lavoratori temporanei e subappaltatori. Esistono tecnologie innovative, come software di gestione del cantiere e della formazione dei lavoratori che integrano la realtà virtuale immersiva. In un modo completamente nuovo e pratico, è possibile affrontare la formazione dei lavoratori e simulare situazioni reali sul cantiere. Senza correre rischi effettivi, i lavoratori potranno affrontare situazioni come cadute dall’alto, incendi o incidenti con macchinari e applicare tutte le procedure di sicurezza;
  2. utilizzo di Dispositivi di Protezione Individuale (DPI): i dispositivi di protezione individuale, come caschi, occhiali protettivi, guanti e giubbotti riflettenti, sono essenziali per la prevenzione dei rischi di sicurezza. L’uso corretto di DPI appropriati può ridurre significativamente il rischio di lesioni e incidenti. Tuttavia, è importante che i DPI siano di alta qualità, ben mantenuti e utilizzati in modo coerente dai lavoratori.
  3. valutazione dei rischi: la valutazione dei rischi è il processo di identificazione e valutazione dei potenziali pericoli. Una valutazione accurata dei rischi aiuta a determinare quali misure preventive sono necessarie. Questo può includere la modifica delle procedure di lavoro, l’uso di dispositivi di protezione individuale o la messa in atto di misure di ingegneria per eliminare o ridurre i rischi. Per identificare e gestire efficacemente i rischi di sicurezza e ridurre al minimo il potenziale per incidenti e infortuni, puoi farti aiutare da un software per la pianificazione delle attività di cantiere per mitigare le interferenze che permette di sovrapporre le attività di appaltatori e sub-appaltatori presenti in cantiere, di controllare le interferenze temporali e spaziali delle attività e di studiare opportuni coordinamenti delle lavorazioni per mitigarne i rischi da implementare in specifici construction risk management plan.
  4. procedure di emergenza: la preparazione per situazioni di emergenza è vitale per la prevenzione dei rischi. Ogni cantiere dovrebbe avere procedure di emergenza ben definite per affrontare incendi, incidenti gravi, evacuazioni e altre situazioni critiche. Tutti i lavoratori dovrebbero essere addestrati su queste procedure e dovrebbero essere regolarmente eseguite esercitazioni di emergenza per garantire che tutti siano pronti a rispondere in modo adeguato in caso di necessità.

 

Strategie di prevenzione dei rischi nell'edilizia

Strategie di prevenzione dei rischi nell’edilizia

 

In sintesi, la prevenzione dei rischi di sicurezza in un cantiere edile richiede una combinazione di formazione, valutazione dei rischi, procedure di emergenza, sorveglianza continua e uso di DPI. L’adozione di queste strategie contribuisce a creare un ambiente di lavoro sicuro, riducendo al minimo il potenziale per incidenti e garantendo la protezione della salute e della vita dei lavoratori.

Sicuramente l’impiego di specifici software per la gestione del cantiere gioca un ruolo cruciale. Investire in queste soluzioni tecnologiche non solo protegge la salute e la vita dei lavoratori, ma contribuisce anche al successo complessivo dei progetti edili, riducendo al minimo gli ostacoli derivanti da incidenti e interruzioni. La sicurezza sul cantiere è un imperativo, e l’adozione di software avanzati è un passo essenziale verso questo obiettivo.

 

certus-hsbim
0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *