Home » BIM Topic » ACDat e piattaforme collaborative » Regole e regolamentazioni BIM: guida essenziale per progetti di successo

regolamentazioni BIM

Regole e regolamentazioni BIM: guida essenziale per progetti di successo

Tempo di lettura stimato: 7 minuti

Scopri l’importanza delle regolamentazioni BIM (EIR, BEP) per garantire l’efficienza e il successo nei progetti di Building Information Modeling

Il Building Information Modeling (BIM) non è solo un software o un processo, ma una vera e propria filosofia di lavoro che integra dati, tecnologia e collaborazione: il BIM permette di gestire le informazioni di un progetto in maniera digitale, facilitando la collaborazione tra i diversi attori coinvolti. Tuttavia, per sfruttare al meglio le potenzialità del BIM, è fondamentale l’adozione di regole e regolamentazioni specifiche.

Il ruolo delle regolamentazioni BIM (EIR, BEP)

Le regolamentazioni nel BIM, come le Exchange Information Requirements (EIR) e il BIM Execution Plan (BEP), sono essenziali per definire obiettivi, ruoli e responsabilità all’interno di un progetto. Esse aiutano a stabilire standard chiari e condivisi, garantendo che tutte le parti coinvolte lavorino in modo coerente verso gli obiettivi comuni. In particolare l’EIR definisce le esigenze informative del committente, dettagliando gli aspetti gestionali, commerciali e tecnici della produzione delle informazioni del progetto; il BEP, invece, è un documento strategico che stabilisce le basi per una collaborazione basata sul BIM, definendo le strutture organizzative e le responsabilità.

Applicazione delle regole BIM nei progetti

L’applicazione delle regolamentazioni BIM è raccomandata per progetti di qualsiasi dimensione in quanto queste non solo forniscono una chiara regolamentazione dell’organizzazione e degli obiettivi del progetto, ma definiscono anche le specifiche per l’implementazione del progetto, la gestione e l’assicurazione della qualità.

Gli standard BIM: AIR, EIR, BEP

Cos’è AIR

L’Asset Information Requirement (AIR) rappresenta una componente cruciale nel contesto del Building Information Modeling (BIM). Questo elemento è fondamentale per gli operatori che intendono stabilire una struttura dati a lungo termine, basata su una gestione efficiente delle informazioni. L’essenza dell’AIR sta nel determinare in modo preciso quali siano le fonti di informazione valide e rilevanti per la stima di base del progetto.

Un aspetto distintivo dell’AIR è che viene creato indipendentemente da un progetto specifico. Questa indipendenza permette agli operatori di stabilire una base di dati solida e uniforme che può essere applicata a vari progetti. In altre parole, l’AIR funge da fondamento su cui si costruiscono le Exchange Information Requirements (EIR) specifiche per ciascun progetto.

L’AIR viene definito dalla gestione BIM dell’operatore e serve come riferimento aziendale per l’elaborazione degli EIR. Questo processo assicura che ogni progetto sia in linea con gli standard e le esigenze informative dell’organizzazione. In tal modo, l’AIR diventa un punto di riferimento essenziale per garantire la coerenza e l’efficacia della gestione dei dati all’interno di un’organizzazione.

La creazione di un AIR efficace richiede una comprensione approfondita delle necessità dell’operatore a lungo termine, nonché delle capacità e delle limitazioni dei sistemi di gestione dati esistenti. In questo modo, si garantisce che le informazioni raccolte e utilizzate siano pertinenti, aggiornate e facilmente accessibili per tutte le parti coinvolte.

L’AIR non è soltanto un componente chiave per la standardizzazione e l’efficienza nella gestione dei dati di un progetto, ma è anche uno strumento strategico che permette agli operatori di massimizzare il valore del BIM, assicurando che le informazioni raccolte siano allineate con gli obiettivi aziendali a lungo termine.

Asset Information Requirement BIM: Flusso Informativo – ISO 19650

Asset Information Requirement BIM |Flusso Informativo – ISO 19650

Per evitare possibili perdite di informazioni importanti e garantire che esse siano coerenti, filtrate, standardizzate e consegnate a tutti gli stakeholders è necessario lavorare all’interno di una BIM collaboration platform che garantisca elevati standard di sicurezza. Uno strumento del genere permette di coordinare facilmente tutti gli attori coinvolti e, in questo modo, di gestire al meglio l’intero processo BIM.

Approfondimento su EIR

Le Exchange Information Requirements (EIR) rappresentano un pilastro fondamentale nella struttura del Building Information Modeling (BIM). Queste regolamentazioni definiscono in modo dettagliato le esigenze informative del committente, svolgendo un ruolo cruciale nella gestione e nell’elaborazione delle informazioni di progetto.

L’EIR funge da ponte tra le necessità del cliente e le capacità degli esecutori del progetto. È un documento che specifica in modo chiaro e dettagliato ciò che il cliente si aspetta in termini di gestione, aspetti commerciali e tecnici legati alla produzione delle informazioni del progetto. In questo contesto, l’EIR copre una gamma vasta di aspetti, inclusi gli standard informativi, i processi BIM, le consegne BIM, nonché gli standard e le applicazioni necessarie per raggiungere gli obiettivi BIM del cliente.

bim model checking EIR

bim model checking EIR

Secondo la normativa ISO 19650, l’EIR svolge un ruolo essenziale nel delineare i confini e le aspettative del progetto. Questo documento non solo stabilisce le esigenze informative, ma agisce anche come base per la stesura del BIM Execution Plan (BEP) relativo al progetto specifico. In particolare, l’EIR contiene dettagli riguardanti i requisiti BIM, i processi e i deliverables BIM, nonché gli standard da rispettare e le applicazioni BIM da utilizzare.

L’importanza dell’EIR sta nella sua capacità di articolare con precisione le esigenze informative del committente, assicurando che il progetto venga sviluppato in linea con le aspettative e gli obiettivi prefissati. Questa precisione aiuta a prevenire incomprensioni e garantisce che tutti i partecipanti al progetto siano allineati sui requisiti necessari per il suo successo.

In conclusione, l’EIR non è solo un documento di requisiti, ma una guida strategica che permette di navigare con efficacia nel processo di implementazione BIM. La sua applicazione corretta e dettagliata è fondamentale per garantire che il progetto venga realizzato in conformità con le aspettative del cliente, contribuendo significativamente alla realizzazione di progetti BIM di successo. Esistono tool innovativi che permettono, tramite lo standard IDS, di impostare in modo corretto l’EIR. Ti consiglio di provare subito un IDS BIM tool per gestire al meglio tutto il processo di creazione, compilazione e validazione della richiesta informativa.

Descrizione di BEP

Il BIM Execution Plan (BEP) è un documento strategico che stabilisce le fondamenta per una collaborazione efficace basata sul BIM. Questo piano gioca un ruolo fondamentale nella definizione delle strutture organizzative e delle responsabilità all’interno di un progetto BIM, assicurando che tutti i partecipanti siano chiaramente informati sui loro ruoli e sulle aspettative.

Una caratteristica distintiva del BEP è la sua capacità di definire dettagliatamente i processi e i flussi di lavoro necessari per la collaborazione tra i vari partecipanti al progetto. Questo include la definizione delle responsabilità, l’assegnazione dei ruoli e la standardizzazione dei modelli e dei processi in termini di strutture, elementi e informazioni. Il BEP specifica anche le caratteristiche legate al progetto, come il livello di dettaglio e qualità delle informazioni, assicurando che tutti gli aspetti siano adeguatamente indirizzati.

Come scrivere un BIM Execution Plan

Come scrivere un BIM Execution Plan

La preparazione del BEP è responsabilità del team di progetto e questo documento viene costantemente aggiornato nel corso dell’intero progetto. Un BEP ben preparato non solo migliora il processo di pianificazione, ma facilita anche la comunicazione all’interno del team di progetto. È importante sottolineare che il BEP dovrebbe far parte del contratto tra il cliente e i partecipanti al progetto, servendo come una linea guida per tutte le fasi di esecuzione. Per questo ti consiglio di gestire al meglio le attività di progettazione e i dati del processo BIM attraverso una BIM collaboration platform che offre elevati standard di sicurezza e che ti consente di lavorare adeguatamente secondo metodologia BIM.

Inoltre, l’EIR del cliente e un eventuale modello di BEP fornito servono come linee guida per lo sviluppo del BEP specifico del progetto. In questo modo, il BEP non solo incorpora i requisiti dell’EIR, ma anche quelli dell’AIR, fungendo da insieme concreto di regole di progetto.

Il BEP, conformemente alla normativa ISO 19650, include anche l’assegnazione dei nomi e delle competenze ai vari ruoli, nonché la strategia di consegna delle informazioni per il processo e il rispetto dei requisiti di scambio delle informazioni. Un altro aspetto cruciale del BEP è la definizione del controllo della qualità, assicurando che i livelli di prestazione e le aspettative siano costantemente soddisfatte.

L’implementazione pratica delle regolamentazioni BIM

L’implementazione delle regolamentazioni BIM, come delineato nel testo, è cruciale per il successo e l’efficienza dei progetti nel campo dell’architettura, dell’ingegneria e della costruzione. Il processo di implementazione richiede un approccio strutturato e ben coordinato che coinvolga tutti i partecipanti del progetto.

Importanza di un colloquio iniziale sui BEP/EIR

Una delle pratiche raccomandate all’inizio di un progetto BIM è la conduzione di un colloquio o una sessione informativa che coinvolga tutti i partecipanti chiave del progetto. Questo incontro serve per chiarire e concordare il contenuto e l’ambito delle Exchange Information Requirements (EIR) e del BIM Execution Plan (BEP). Un tale colloquio favorisce la comprensione comune e promuove una cooperazione efficace nel progetto. Durante questo incontro, è fondamentale discutere i dettagli specifici delle regolamentazioni, come la strategia di consegna delle informazioni e il controllo della qualità, come indicato nelle linee guida dell’EIR e del BEP.

Adattamento delle regolamentazioni ai diversi progetti

È essenziale adattare le regolamentazioni BIM alle specifiche esigenze di ogni progetto. Questo significa che, sebbene le regole e le procedure di base fornite nei manuali dei progetti standard siano un punto di partenza utile, ogni progetto può richiedere aggiustamenti specifici. Questi aggiustamenti devono riflettere gli obiettivi unici del progetto, le specifiche tecniche e le responsabilità organizzative.

Standardizzazione e qualità nelle regolamentazioni BIM

Un aspetto chiave dell’implementazione efficace delle regolamentazioni BIM è la loro standardizzazione. Le regolamentazioni come AIR, EIR e BEP dovrebbero essere standardizzate in termini di strutture, elementi e informazioni per assicurare che i modelli e i processi siano coerenti e di alta qualità. Questa standardizzazione aiuta anche a definire chiaramente i livelli di informazione e dettaglio, nonché le loro qualità, come parte del BEP.

Aggiornamento continuo dei piani BIM

Un altro aspetto fondamentale è l’aggiornamento continuo del BEP e di altre regolamentazioni BIM durante il corso del progetto. Ciò assicura che le regolamentazioni rimangano pertinenti e aggiornate rispetto all’evoluzione del progetto, permettendo al team di progetto di rispondere in modo flessibile a eventuali cambiamenti o sfide emergenti.

Monitoraggio e revisione delle regolamentazioni

Infine, è importante istituire un processo di monitoraggio e revisione regolare delle regolamentazioni BIM. Questo processo dovrebbe includere la verifica della conformità con gli standard stabiliti e l’efficacia delle regolamentazioni nel raggiungimento degli obiettivi del progetto. Questa pratica contribuisce non solo a mantenere un alto livello di qualità e coerenza, ma fornisce anche preziose lezioni apprese per progetti futuri.

Conclusione

In conclusione, le regolamentazioni BIM, come EIR e BEP, sono fondamentali per il successo dei progetti BIM. Forniscono un framework chiaro e condiviso che facilita la collaborazione, migliora la qualità del lavoro e riduce i rischi di incomprensioni e errori.

Le regolamentazioni nel Building Information Modeling (BIM) costituiscono la spina dorsale dei progetti di successo nel campo dell’architettura, dell’ingegneria e della costruzione. L’adozione di strumenti come le Exchange Information Requirements (EIR), l’Asset Information Requirement (AIR) e il BIM Execution Plan (BEP) non solo definisce chiaramente obiettivi e responsabilità, ma rappresenta anche un pilastro fondamentale per garantire la coerenza, la qualità e l’efficienza nella gestione delle informazioni.

 

 

usbim
usbim

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *