Protezioni occhi e viso: ecco la UNI EN ISO 18526-3:2020

Protezioni occhi e viso: ecco la UNI EN ISO 18526-3:2020

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Recepita in lingua italiana la norma UNI sulle protezioni degli occhi e del viso. Ecco i dettagli

Ogni ambito lavorativo nasconde delle insidie dannose per la salute di chi opera e che tendono a sollecitare in particolare una parte del corpo, ma, forse, gli occhi ed in generale il viso risultano tra le parti più soggette a situazioni di rischio che vanno combattute con efficienti dispositivi a garanzia della sicurezza nei luoghi di lavoro.

E’ per questo che la commissione “Sicurezza” dell’UNI si è occupata di recepire in lingua italiana la EN ISO 18526 parte 3.

Nel dettaglio, la UNI EN ISO 18526-3:2020 reca il titolo: “Protezione degli occhi e del viso – Metodi di prova – Parte 3: Proprietà fisiche e meccaniche“.

La UNI EN ISO 18526-3:2020 sulle protezioni viso e occhi

Il documento specifica i metodi di prova di riferimento per determinare le proprietà fisiche e meccaniche dei protettori degli occhi e del viso.

La UNI EN ISO 18526-3:2020 non si applica ai prodotti per la protezione degli occhi e del viso per i quali le norme relative ai requisiti specificano altri metodi di prova.

Altri metodi di prova possono essere utilizzati se si dimostrano equivalenti e includono incertezze di misurazione non maggiori di quelle richieste dal metodo di riferimento.

La UNI EN ISO 18526 parte 3 è stata sviluppata in risposta alla richiesta delle parti interessate a livello mondiale di requisiti minimi e metodi di prova per i dispositivi di protezione per occhi e viso commercializzati a livello internazionale.

La norma ISO 4007 fornisce i termini e le definizioni per tutti i vari tipi di prodotto.

I metodi di prova sono trattati nella serie di norme ISO 18526, mentre i requisiti per le protezioni professionali per occhi e viso sono indicati nella serie di norme ISO 16321.

Le protezioni per occhi per sport specifici vengono trattate nella serie di norme ISO 18527.

È in preparazione un documento guida, ISO 19734, per la selezione, l’uso e la manutenzione di protezioni per occhi e viso.

All’interno del documento sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  • ISO 48-2:  “Gomma, vulcanizzata o termoplastica – Determinazione della durezza – Parte 2: Durezza tra 10 IRHD e 100 IRHD”;
  • ISO 4007: “Dispositivi di protezione individuale – Protezione degli occhi e del viso – Vocabolario”;
  • ISO 18526-2: “Protezione degli occhi e del viso – Metodi di prova – Parte 2: Proprietà ottiche fisiche“;
  • ISO 18526-4: “Protezione degli occhi e del viso – Metodi di prova – Parte 4: Forme della testa”;
  • ISO 18527-2: “Protezione degli occhi e del viso per uso sportivo – Parte 2: Requisiti per le protezioni per gli occhi per Squash e protezioni per gli occhi per Racquetball e Squash 57″.

 

La norma UNI EN ISO 18526-3:2020 sulle protezioni occhi e viso è scaricabile a pagamento dal sito UNI.

Clicca qui per accedere al sito UNI

 

certus-ldl
certus-ldl

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *