Home » BIM Topic » Architectural Visualization » Prospetti e prospettiva: i metodi di rappresentazione in architettura

Prospetti in architettura

Prospetti e prospettiva: i metodi di rappresentazione in architettura

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Scopri tutto sui prospetti e sulla prospettiva in architettura: dalla definizione alle sfide della valutazione. Approfondimenti storici ed aspetti geometrici

Sia il prospetto che la prospettiva sono espressioni grafiche attraverso le quali i tecnici comunicano non solo la struttura fisica di un edificio, ma anche il suo carattere distintivo.

In questo articolo capiremo meglio cosa sono queste due tecniche di rappresentazione. Inoltre vedremo come oggi è possibile creare prospetti e prospettive in architettura in tempi brevi e con pochissimi sforzi grazie a software di progettazione architettonica.

casa-di-ringhiera-WoZoCo-Apartments-prospetto-nord

Visualizzazione del prospetto realizzato con Edificius

La Nascita del Termine ‘Prospetto’

Origini e Significato Il termine ‘prospetto’ nasce dal latino ‘prospectus’, un derivato di ‘prospicĕre’ che significa ‘guardare innanzi’. Unisce ‘pro-‘, che indica una direzione verso qualcosa, e ‘specĕre’, che significa ‘guardare’. Nell’architettura, il prospetto è la rappresentazione grafica di una visione frontale o facciata di un edificio, proiettata su un piano verticale. Questa rappresentazione, insieme alla pianta e alla sezione, compone una descrizione completa dello spazio architettonico.

L’Anatomia del Prospetto

Geometria e Grafica nel Prospetto Dal punto di vista geometrico, il prospetto è ottenuto proiettando i contorni di un oggetto su un piano verticale. Questa rappresentazione utilizza convenzioni grafiche specifiche, come linee di uguale spessore, ad eccezione della ‘linea di terra’, che si distingue per il suo spessore maggiore. Questo metodo fornisce una visione chiara e dettagliata delle facciate esterne degli edifici.

Il Prospetto nella Storia dell’Architettura

Da Vitruvio a Raffaello Il concetto di prospetto è stato teorizzato per la prima volta da Vitruvio con il termine ‘ortographia’. Successivamente, Leon Battista Alberti ha enfatizzato il suo ruolo nel disegno architettonico, mentre Raffaello, nella sua lettera del 1519 a Papa Leone X, ha sancito il prospetto come elemento cruciale nella rappresentazione dell’architettura. L’introduzione della facciata libera nel Movimento Moderno ha ulteriormente trasformato la concezione del prospetto, conferendogli maggiore flessibilità e innovazione.

Prospetto e Sensi in Architettura

Oltre la Semplice Rappresentazione Nell’architettura, il prospetto va oltre la mera rappresentazione grafica. È un diagramma dettagliato, che spesso include misure e altre informazioni, per descrivere con precisione la forma di un edificio. Solitamente, vengono creati prospetti per tutte le facciate principali, a meno che l’edificio non sia simmetrico o regolare, in tal caso un numero inferiore di prospetti può essere sufficiente per una comprensione completa.

Prospetto in architettura: dalla definizione geometrica al ruolo di parametro edilizio

Il prospetto non è solo una componente architettonica. È un elemento che contribuisce all’identità urbana. La varietà di prospetti nelle città può delineare storie, stili ed epoche. La definizione del prospetto ha un impatto sulla costruzione di una città diversificata e dinamica, riflettendo la pluralità di visioni e approcci nel mondo dell’architettura. Il prospetto, come parametro edilizio svolge un ruolo cruciale nella progettazione urbana.

Cos’è la prospettiva in architettura

La prospettiva è una tecnica di rappresentazione artistica di oggetti nello spazio, utilizzata nel disegno, nella scultura e nella pittura. La sua essenza consiste nel creare un’illusione visiva sulla retina dell’osservatore, simile quanto più possibile all’esperienza visiva degli oggetti reali. La prospettiva si basa sui principi scientifici dell’ottica, cercando di riprodurre fedelmente la profondità e le proporzioni degli oggetti, dando loro una dimensione tridimensionale su una superficie bidimensionale. Nel corso della storia dell’arte, la prospettiva ha subito evoluzioni e cambiamenti, passando da una rappresentazione più frammentata a tecniche più avanzate come la proiezione centrale nel Rinascimento.

Come oggi è utilizzata la prospettiva?

La prospettiva continua a giocare un ruolo significativo nell’architettura contemporanea, anche se le modalità di utilizzo possono variare. Ecco alcuni modi in cui la prospettiva viene impiegata nell’architettura oggi:

  • visualizzazione del progetto
    • i tecnici utilizzano la prospettiva per creare visualizzazioni realistiche dei loro progetti. Questo permette di presentare ai clienti e alle parti interessate un’anteprima dettagliata di come apparirà il progetto una volta completato. Software avanzati consentono di generare modelli tridimensionali che integrano effettivamente l’ambiente circostante, offrendo una prospettiva accurata;
  • studio dell’Impatto ambientale
    • la prospettiva è utilizzata per valutare l’impatto visivo di nuove strutture all’interno di un contesto urbano o paesaggistico. Questo aiuta i tecnici a progettare ed integrare le nuove costruzioni in modo armonioso con l’ambiente circostante;
  • progettazione degli interni
    • all’interno degli edifici, la prospettiva viene impiegata per pianificare e visualizzare gli spazi interni. Aiuta a prendere decisioni sul design degli interni, inclusi mobili, illuminazione e disposizione degli elementi architettonici;
  • esperienze immersive
    • con l’avanzamento della tecnologia, la prospettiva viene utilizzata per creare esperienze immersive attraverso la realtà virtuale (VR) o la realtà aumentata (AR). Ciò consente ai tecnici e ai clienti di esplorare virtualmente gli spazi architettonici prima che siano costruiti;
  • comunicazione del design
    • la prospettiva è uno strumento cruciale nella comunicazione del design. Le rappresentazioni visive aiutano a trasmettere in modo efficace le idee di design agli altri membri del team, ai clienti e al pubblico in generale.

Esplorazione delle Innovazioni Contemporanee nei Prospetti Architettonici

1. Tecnologia e progettazione parametrica

La tecnologia ha aperto scenari inediti nella progettazione dei prospetti, e la progettazione BIM si pone al centro di questa rivoluzione. I tecnici, sfruttando strumenti avanzati, possono ora ottimizzare i tempi per la creazione dei prospetti e delle prospettive.

2. Come produrre prospetti di architettura con il BIM, il rendering e le nuove tecnologie digitali

Nel contesto del Building Information Modeling (BIM), la produzione di prospetti architettonici non è solo una questione di rappresentazione grafica, ma un’espressione complessa dell’integrazione tra progettazione, visualizzazione e tecnologia. L’utilizzo del BIM permette agli architetti di creare prospetti non solo accurati e dettagliati, ma anche esteticamente ricchi e informativi.

Iniziando dal nucleo del BIM, la modellazione 3D, i prospetti sono generati come estensioni dirette del modello informativo. Questo significa che ogni elemento del progetto, dalla struttura ai sistemi MEP, è rappresentato con precisione, consentendo una visione completa dell’edificio ancor prima della sua realizzazione. L’aggiunta di materiali, texture e dettagli architettonici nel modello BIM arricchisce ulteriormente il prospetto, fornendo un’immagine quasi reale dell’aspetto finale dell’edificio.

La rivoluzione digitale nel campo del BIM ha portato all’integrazione di strumenti di rendering avanzati. Questi strumenti, sfruttando la potenza di calcolo delle moderne GPU, permettono di produrre immagini fotorealistiche che mostrano luce, ombre, riflessioni e texture in maniera incredibilmente realistica. Ciò è particolarmente utile per presentare i progetti ai clienti, aiutandoli a visualizzare il prodotto finale in un contesto reale.

Le nuove tecnologie, come la realtà aumentata (AR) e la realtà virtuale (VR), stanno ulteriormente ampliando le possibilità di visualizzazione nel BIM. Attraverso l’AR, ad esempio, è possibile sovrapporre prospetti digitali a viste del sito reale, offrendo un’esperienza immersiva e interattiva. La VR, d’altra parte, permette di esplorare virtualmente l’edificio, fornendo una comprensione spaziale che va ben oltre i tradizionali prospetti 2D.

In conclusione, l’integrazione del BIM, del rendering avanzato e delle nuove tecnologie digitali sta trasformando radicalmente il modo in cui produciamo e presentiamo i prospetti architettonici. Questo approccio non solo migliora l’efficienza e l’accuratezza nel processo di progettazione, ma arricchisce anche l’esperienza visiva, rendendo la comunicazione del progetto più efficace e coinvolgente.

3. Sostenibilità e prospetti verdeggianti

L’urgente necessità di sostenibilità ambientale ha indotto una rivoluzione nei prospetti architettonici. Dalle facciate verdi che promuovono la biodiversità alle soluzioni progettuali che massimizzano l’uso della luce solare, la sostenibilità si manifesta in molteplici sfaccettature nei prospetti contemporanei. Oggi molti prospetti sono trasformati in veri e propri ecosistemi urbani, evidenziando come la coscienza ambientale stia plasmando la progettazione architettonica. La fusione tra estetica e sostenibilità sta ridefinendo la percezione dei prospetti, proiettando l’architettura contemporanea in un futuro improntato all’armonia tra l’uomo e l’ambiente.

Prospetto in architettura: il video che ti mostra come ottenerlo in pochi passaggi

Segui i passaggi che sono indicati in questo video e ottieni tutti i prospetti di tuo interesse.

Come creare velocemente la prospettiva in architettura

Di seguito puoi vedere un video che mette in evidenza gli step da seguire per ottenere facilmente le viste prospettiche.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *