Superbonus

Proroga unifamiliari al 31 dicembre 2023

Superbonus 110 unifamiliari (villette): proroga al 31 dicembre 2023. Lo prevede il D.L. 104/2023 pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale una nuova proroga per le unifamiliari: 3 mesi in più per completare i lavori sugli edifici unifamiliari e assimilati (villette) con agevolazione al 110%. L’obiettivo è quello di consentire l’ultimazione dei lavori a chi sta eseguendo interventi su edifici unifamiliari ed ha già raggiunto il 30% dell’intervento complessivo al 30 settembre 2022. Per verificare se puoi accedere alla proroga Superbonus, ti consiglio di utilizzare il software specializzato per i bonus edilizi che ti consente di gestire la tua pratica sempre in linea con i continui cambiamenti normativi.

Proroga unifamiliari al 31 dicembre 2023

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale la legge 136/2023 di conversione del D.L. 104/2023 contenete “disposizioni urgenti a tutela degli utenti, in materia di attività economiche e finanziarie e investimenti strategici“. In particolare l’art. 24 concede l’estensione dell’agevolazione dal 30 settembre 2023 al 31 dicembre 2023 per coloro che alla data del 30 settembre 2022 abbiano completato i lavori per il 30% dell’intervento complessivo.

Dl 104/2023 art. 24

All’articolo 119, comma 8-bis , secondo periodo, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, le parole: «30 settembre 2023» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2023».

Superbonus per le villette nel 2023

Proviamo a capire gli scenari possibili per gli interventi sugli edifici unifamiliari.

Per gli edifici unifamiliari e le villette è prevista una detrazione del 90% per tutto il 2023.

Per usufruire del Superbonus 90% sono necessarie 3 condizioni:

  1. l’unità immobiliare deve essere adibita ad abitazione principale;
  2. il beneficiario della detrazione deve possedere un reddito di riferimento relativo all’anno precedente non superiore a 15.000 euro;
  3. il contribuente deve possedere un diritto reale di godimento sull’immobile (proprietà, nuda proprietà, usufrutto, ecc.).

Per i lavori in corso, iniziati prima del 2023, è prevista la scadenza del 110% al 31 dicembre 2023 nel caso in cui sia stato completato almeno il 30% dei lavori totali entro il 30 settembre 2022.

Per quanto riguarda la cessione del credito, resta possibile procedere con sconto in fattura/cessione solo se:

  • è stata presentata la CILA-S entro il 16 febbraio 2023 o la richiesta di titolo abilitativo (per demolizione e ricostruzione).

Altrimenti occorre procedere con utilizzo diretto della detrazione Irpef.

È evidente che quest’ultima circostanza non si sposa affatto con i requisiti del reddito di riferimento (che deve essere pari o inferiore a 15.000 euro), ma questa è un’altra storia!

Per avere il quadro definitivo sulle ultime news circa la maxi-detrazione ti rimando ad un articolo specifico: Superbonus, le ultime notizie.

Lavori non ancora iniziati: detrazione 90% per tutto il 2023 senza cessione del credito

Nel caso di lavori non ancora iniziati, è possibile usufruire del Superbonus per le villette con una detrazione del 90%.

Per accedere al Superbonus 90%, occorre possedere alcuni requisiti:

  1. l’unità immobiliare deve essere adibita ad abitazione principale;
  2. il beneficiario della detrazione deve possedere un reddito di riferimento relativo all’anno precedente non superiore a 15.000 euro;
  3. il contribuente deve possedere un diritto reale di godimento sull’immobile (proprietà, nuda proprietà, usufrutto, ecc.).

Schema unifamiliari Superbonus 2023

Ti allego la legge 136/2023 di conversione del D.L. 104/2023 contente le disposizioni urgenti a tutela degli utenti, in materia di attività economiche e finanziarie e investimenti strategici.

Infine, per essere sempre aggiornato, ti consiglio di utilizzare solo il software Superbonus 110 linee guida rispondente alle norme in vigore.

 

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà resa pubblica I campi segnati sono richiesti*

Condividi
Pubblicato da Redazione Tecnica

Articoli recenti

Case green: il ruolo degli sportelli unici per la prestazione energetica

La direttiva prevede la creazione su tutto il territorio nazionale di strutture di assistenza tecnica…

13 Giugno 2024

Come migliorare la certificazione energetica: il sondaggio ENEA-CTI

Sei un certificatore energetico? Rispondi al questionario promosso da ENEA e CTI per la prossima…

13 Giugno 2024

Che funzioni ha e come si compone un quadro elettrico?

Il quadro elettrico è tra gli elementi più importanti di un impianto elettrico, responsabile della…

13 Giugno 2024

L’innovazione del GIS and virtual reality nel settore delle costruzioni

Come combinare la visualizzazione realistica ed interattiva di modelli 3D, mappe e dati GIS grazie…

13 Giugno 2024

As-Planned vs As-Built: cosa devi sapere

As-Planned vs As-Built: scopri le differenze tra i programmi di pianificazione ed esecuzione nella gestione…

13 Giugno 2024

Pompa di calore e solare termico: funzionamento e vantaggi

Una pompa di calore combinata con solare termico è un sistema efficiente per riscaldare, raffrescare…

13 Giugno 2024