Home » BIM Topic » BIM e Facility Management » PropTech immobiliare: trasformazione digitale e futuro dell’edilizia

proptech immobiliare

PropTech immobiliare: trasformazione digitale e futuro dell’edilizia

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Scopri come il PropTech sta rivoluzionando il settore immobiliare. I benefici per clienti e professionisti, le nuove opportunità di investimento, le tecnologie applicate: BIM, Digital Twin, Big Data, GIS, IoT

Nel processo di costante evoluzione dell’edilizia e del settore immobiliare, la tecnologia sta giocando un ruolo sempre più centrale. Uno dei concetti chiave che sta ridefinendo il modo in cui concepiamo e gestiamo gli immobili è il “PropTech Immobiliare”. In questo articolo vediamo cosa è il Proptech, come sta trasformando l’industria immobiliare e quali vantaggi e opportunità offre a clienti e professionisti del settore.

Cosa è il PropTech immobiliare

Con il termine PropTech immobiliare si indica l’applicazione di soluzioni, tecnologie e strumenti per l’innovazione dei processi, dei prodotti, dei servizi e del mercato nel real estate; esso è la combinazione dei termini “property” (proprietà) e “technology” (tecnologia). PropTech in pratica trasforma la proprietà immobiliare in un’entità digitale, consentendo una gestione più efficiente degli asset, una migliore esperienza per gli utenti e una maggiore sostenibilità ambientale, con impatti significativi sull’intera catena del valore immobiliare, dall’acquisizione e la gestione degli immobili alla progettazione e alla costruzione. Per farlo abbraccia una vasta gamma di soluzioni, dai software di gestione immobiliare alle piattaforme collaborative, dall’uso di big data alla modellazione 3D BIM, dall’intelligenza artificiale all’Internet delle cose (IoT).

Digitalizzazione del settore immobiliare

L’innovazione tecnologica è diventata il nuovo pilastro dell’industria immobiliare, fondendo la fisicità degli edifici con la virtualità dei dati. La digitalizzazione sta permeando in modo pervasivo il settore immobiliare, ridefinendo la prospettiva tradizionale di ‘real estate‘ in un dinamico ‘digital estate‘. Questo processo non solo coinvolge l’assemblaggio dei dati degli edifici ma anche le transazioni immobiliari, il design delle strutture e l’evoluzione stessa delle città. In questo contesto, i PropTech emergono come attori chiave, promuovendo la raccolta e l’analisi dei dati, agevolando il lavoro dei property manager e migliorando l’esperienza degli utenti all’interno degli edifici.

La digitalizzazione non solo migliora l’efficienza operativa e la gestione degli immobili, ma svolge anche un ruolo fondamentale nella trasformazione urbana e ambientale. Questo approccio “umanocentrico” sta ridefinendo spazi di vita e lavoro, promuovendo inclusione, benessere e sostenibilità. L’immobiliare non è più statico ma dinamico, alimentato dall’interconnessione dei dati, delle tecnologie e delle decisioni operative, e risponde alle crescenti esigenze delle metriche ESG (Ambiente, Società e Governance). Questa trasformazione è il fulcro dell’immobiliare digitale, un terreno fertile per innovatori e investitori.

Come il PropTech sta cambiando l’industria immobiliare

Il PropTech è un catalizzatore di cambiamenti senza precedenti nel settore immobiliare. Uno dei cambiamenti più evidenti, come appena detto, è la transizione da “real estate” a “digital estate“: il proptech rende possibile la creazione di una copia digitale precisa degli edifici attraverso il Building Information Modeling (BIM), permettendo ai professionisti di avere un ‘gemello digitale’ dell’edificio, che a sua volta ottimizza la progettazione e la gestione delle strutture.

Il proptech ha inoltre reso l’accesso ai dati immobiliari più rapido e accurato che mai, consentendo ai professionisti di monitorare in tempo reale il funzionamento degli edifici. Il proptech non è solo un beneficio per i professionisti del settore, ma offre anche esperienze più coinvolgenti per gli utenti finali. Le tecnologie smart negli edifici creano ambienti più comodi e sicuri per gli abitanti, mentre la condivisione di spazi abitativi e commerciali ridefinisce il concetto di proprietà.

Vantaggi del PropTech

I vantaggi introdotti nel settore immobiliare dal Proptech sono fondamentali sia per i professionisti del settore che per i consumatori finali.

Innanzitutto, il Proptech ha reso il processo di acquisto e vendita di immobili più rapido ed efficiente: piattaforme online e applicazioni mobile consentono agli acquirenti di esplorare virtualmente gli immobili, riducendo il tempo necessario per le visite fisiche. Questo non solo accelera le transazioni, ma offre anche maggiore trasparenza e accessibilità a una vasta gamma di opzioni immobiliari.

Il Proptech sta inoltre favorendo una profonda trasformazione urbana, ambientale e sociale, contribuendo alla sostenibilità degli edifici e alla creazione di nuovi spazi di lavoro e vita. Un grande vantaggio è infatti l’ottimizzazione della gestione degli immobili. Grazie al BIM e ai sensori IoT, i proprietari e i gestori possono monitorare in tempo reale le prestazioni energetiche, la manutenzione predittiva e la sicurezza degli edifici, con risparmi significativi sui costi operativi e una maggiore sostenibilità ambientale.

Il Proptech ha inoltre aperto la strada a nuove opportunità di investimento. I progetti immobiliari possono ora essere finanziati attraverso il crowdfunding e le transazioni digitali, offrendo agli investitori l’accesso a una classe di attività precedentemente riservata a pochi. Questa democratizzazione degli investimenti immobiliari ha il potenziale per riscrivere le regole del gioco finanziario.

PropTech e trasformazione digitale nell’immobiliare

Big Data, AI e IoT rappresentano le chiavi per un futuro in cui gli edifici saranno più intelligenti, efficienti ed economici da gestire. La sfida sta nell’abilitare la piena potenzialità di questa mole di dati, trasformandoli in conoscenza utile per decisioni informate.

BIM, Digital Twin, GIS, Big Data e Internet of Things

La modellazione BIM ha rappresentato un vero e proprio starter per il processo di trasformazione digitale dell’industria immobiliare. Questa tecnologia offre un modello digitale completo di un edificio, comprensivo di dati dettagliati sulle sue caratteristiche funzionali e fisiche oltre che geometriche.

Tale modello digitale è la base per creare un ‘Digital Twin’ del progetto in costruzione o dell’edificio esistente, replica virtuale precisa dell’edificio, comprendente tutti gli elementi fisici, i processi, i luoghi e gli oggetti al suo interno. Una rappresentazione digitale che offre numerosi vantaggi:

  • analisi di fattibilità: il Digital Twin semplifica l’analisi di fattibilità dei progetti, consentendo un controllo più preciso dei costi e riducendo la necessità di sopralluoghi fisici;
  • manutenzione predittiva: l’analisi dei dati generati dal sistema edificio consente di pianificare e prevenire guasti in modo più efficace, migliorando la manutenzione predittiva;
  • condivisione: durante tutte le fasi del processo di progettazione, costruzione e manutenzione della struttura, gli stakeholder possono accedere e condividere in tempo reale le informazioni sull’edificio, migliorando la trasparenza delle operazioni.
I benefici del Digital Twin nel settore immobiliare

I benefici del Digital Twin nel settore immobiliare

Grazie all’integrazione tra BIM e GIS diventa possibile la geolocalizzazione degli asset, degli immobili e degli impianti; ciò significa che è possibile visualizzare l’aspetto fisico degli edifici e delle infrastrutture e anche comprenderne il contesto geografico circostante. Questo livello di dettaglio permette una gestione più precisa ed efficiente degli asset immobiliari su vasta scala, facilitando la pianificazione delle attività di manutenzione, l’allocazione delle risorse e il monitoraggio delle prestazioni.

I Big Data rappresentano un’altra componente cruciale nella trasformazione digitale del settore immobiliare. Grazie all’IoT è possibile raccogliere una vasta quantità di dati attraverso sensori all’interno degli edifici; sensori capaci di monitorare non solo il consumo energetico ma anche il funzionamento di impianti e servizi.

La combinazione di IoT, Big Data e AI apre nuove opportunità decisionali; tuttavia l’impressionante mole di dati disponibili supera la capacità di utilizzarli efficacemente. Per questo la loro misurazione accurata ed una gestione intelligente diventano fondamentali.

Ruolo dei PropTech nella raccolta dei dati

I PropTech svolgono un ruolo importante nel raccogliere in modo efficiente una gran mole di dati/informazioni relativi agli edifici, compresi quelli legati alle prestazioni energetiche, alla manutenzione, alla sicurezza e all’utilizzo degli spazi. Grazie a sensori avanzati e sistemi di monitoraggio, i PropTech acquisiscono dati in tempo reale, offrendo una panoramica completa sulle operazioni degli edifici.

Raccogliere dati in maniera accurata è fondamentale per fare in modo che tutte le informazioni acquisite vengano tramutate in patrimonio utile per il facility management nella gestione degli asset: le informazioni raccolte, infatti, consentono ai proprietari e ai gestori di edifici di prendere decisioni basate su dati concreti, riducendo i costi operativi, migliorando l’efficienza energetica e garantendo un ambiente più sicuro e confortevole per gli occupanti. In questo tipo di attività è particolarmente utile avvalersi di sistemi di facility management come usBIM.maint.

I PropTech giocano un ruolo importante anche nell’analisi dei dati raccolti: attraverso l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico consentono di identificare modelli, tendenze e anomalie nei dati, fornendo insights preziosi per ottimizzare ulteriormente le operazioni ed anticipare le esigenze di manutenzione.

Tre principali ambiti di intervento dei PropTech

I PropTech operano principalmente in tre ambiti: lo Smart Real Estate, la Shared Economy e il Real Estate Fintech. Questi settori coprono una vasta gamma di servizi e soluzioni innovative.

  1. Smart Real Estate: questo settore si focalizza sull’integrazione di nuove tecnologie negli edifici, rendendoli “intelligenti”. Ciò include domotica, con sistemi di automazione per il controllo delle luci, del riscaldamento e del raffreddamento, ma anche dispositivi IoT (Internet delle cose) che raccolgono dati sugli utilizzi degli spazi. Questi dati possono essere utilizzati per ottimizzare l’efficienza energetica, migliorare la sicurezza e creare un ambiente più comodo per gli occupanti.
  2. Shared Economy: i PropTech hanno favorito la crescita dell’economia condivisa nel settore immobiliare. Piattaforme online consentono agli utenti di condividere spazi come uffici, abitazioni o persino parcheggi. Questo modello ha trasformato la prospettiva dell’accesso agli immobili, offrendo una maggiore flessibilità e opportunità di guadagno per i proprietari di immobili.
  3. Real Estate Fintech: le tecnologie finanziarie nel settore immobiliare, conosciute come Real Estate Fintech, semplificano il processo di investimento immobiliare. Le piattaforme di crowdfunding immobiliare, ad esempio, consentono agli investitori di partecipare a progetti immobiliari anche con piccole somme di denaro. Ciò democratizza gli investimenti immobiliari e ne amplia l’accessibilità.

Questi tre ambiti rappresentano solo una parte del vasto panorama dei PropTech, ma dimostrano come queste tecnologie stiano trasformando il modo in cui concepiamo, progettiamo, gestiamo e investiamo negli immobili.

Una rivoluzione digitale sostenibile

L’innovazione nel settore immobiliare non riguarda solo l’efficienza, ma anche la sostenibilità. Il Proptech sta contribuendo a una maggiore efficienza energetica e alla creazione di spazi più sostenibili, rispondendo alle crescenti esigenze delle metriche ESG. Per approfondire leggi anche “Cos’è e come potenziare il facility energy management“.

Conclusione

Con la digitalizzazione del settore, la raccolta intelligente di dati e informazioni legate alle strutture e l’adozione di tecnologie innovative, l’immobiliare si sta evolvendo rapidamente. Le opportunità di investimento sono sempre più interessanti, e l’importanza del PropTech per la sostenibilità e l’efficienza energetica non può essere sottovalutata. È tempo di abbracciare questa rivoluzione digitale nel settore immobiliare.

 

usbim-maint
usbim-maint

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *