UNI progettazione e verifica delle canne fumarie collettive ramificate

Progettazione e verifica delle canne fumarie: ecco la UNI 10640:2022

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Pubblicata la nuova prassi di riferimento sulla progettazione e verifica delle canne fumarie collettive ramificate

Come sentinelle a guardia dei tetti delle nostre case le canne fumarie svolgono da sempre l’importante funzione di convogliare all’esterno i fumi di scarico di qualunque combustione controllata possa avvenire all’interno di un ambiente chiuso.

UNI da sempre pone particolare attenzione a questi oggetti nel campo della normazione, ecco che l’ente federato “CIG – Comitato italiano gas” si è occupato della realizzazione della UNI 10640.

Nel dettaglio, si tratta della:

  • UNI 10640:2022 “Canne fumarie collettive ramificate per apparecchi di tipo B a tiraggio naturale – Progettazione e verifica“.

Ti ricordo che il dimensionamento delle canne fumarie è fondamentale nel corretto e funzionale smaltimento dei fumi di scarico, ecco perché desidero consigliarti un software dedicato, semplice e completo che ti guida in tutte le scelte e ti aiuta ad effettuare correttamente  il calcolo di camini singoli e collettivi.

La UNI 10640:2022 sul dimensionamento delle canne fumarie ramificate

Il documento prescrive i criteri per la verifica delle dimensioni interne delle canne fumarie collettive ramificate (CCR) esistenti per l’evacuazione dei prodotti della combustione di più apparecchi a gas (come ad esempio caldaie o scaldaacqua) di tipo B sovrapposti:

  • a tiraggio naturale,
  • con interruttore di tiraggio,
  • aventi portata termica nominale del focolare non maggiore di 35 kW.

La UNI 10640:2022 prescrive, inoltre, i criteri per la progettazione e la verifica delle dimensioni interne delle CCR di nuova installazione per l’evacuazione dei prodotti della combustione di più scaldacqua a gas di tipo B.

Questo tipo di canna fumaria NON si applica:

  • nel caso in cui le caldaie o gli scaldacqua siano dotati di dispositivi meccanici per l’estrazione dei prodotti della combustione;
  • alla verifica di canne collettive non ramificate per apparecchi di tipo B a tiraggio naturale, per la quale si rimanda alla UNI EN 13384-2.

Resta valida invece la sua applicazione per la verifica delle dimensioni interne di canne collettive esistenti a cui sono collegati fino a 9 (8+1) apparecchi.

La UNI 10640:2022 sostituisce la UNI 10640:1997.

All’interno della UNI 10640 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  • UNI 7128 Impianti a gas per uso civile – Termini e definizioni;
  • UNI 7129-2 Impianti a gas per uso domestico e similare alimentati da rete di distribuzione – Progettazione, installazione e messa in servizio – Parte 2: Installazione degli apparecchi di utilizzazione, ventilazione, e aerazione dei locali di installazione;
  • UNI 7129-3 Impianti a gas per uso domestico e similare alimentati da rete di distribuzione – Progettazione, installazione e messa in servizio – Parte 3: Sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione;
  • UNI EN 13384-1 Camini – Metodi di calcolo termico e fluido dinamico – Parte 1: Camini asserviti a un unico apparecchio a combustione;
  • UNI EN 13384-2 Camini – Metodi di calcolo termico e fluido dinamico – Parte 2: Camini asserviti a più apparecchi di riscaldamento;
  • UNI EN 15287-1 Camini – Progettazione, installazione e messa in servizio dei camini – Parte 1: Camini per apparecchi di riscaldamento a tenuta non stagna.

 

La UNI 10640:2022 è scaricabile a pagamento dal sito dell’UNI

 

 

impiantus-fumo
impiantus-fumo

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.