Home » BIM Topic » ACDat e piattaforme collaborative » Processo di change management: un approccio collaborativo

Processo di change management collaborativo

Processo di change management: un approccio collaborativo

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Il processo di change management pianifica il cambiamento in modo che sia fluido ed efficiente. Scopri le fasi e un approccio collaborativo del processo


Il cambiamento può intimorire ma è anche il terreno fertile grazie al quale crescere e raggiungere nuovi e importanti traguardi. I piccoli cambiamenti sono relativamente facili da affrontare e implementare, quando però ci troviamo a dover affrontare cambiamenti più sostanziali e importanti il loro processo di gestione va pianificato e studiato con accuratezza in modo da trarne più benefici possibili con il minor disagio possibile!

Il processo di gestione dei cambiamenti prende il nome di change management ed è affrontato con precisi step e grazie a specifiche abilità. Nel settore delle costruzioni, dove i progetti possono durare mesi o addirittura anni, il cambiamento è inevitabile. Può essere causato da nuove tecnologie, regolamenti governativi, o semplicemente dalla necessità di migliorare l’efficienza. Senza una gestione adeguata del cambiamento, i progetti possono subire ritardi, costi aggiuntivi e insoddisfazione da parte dei clienti.

Approfondiamo quindi insieme cos’è un processo di change management e come affrontarlo con un approccio collaborativo per superare la resistenza al cambiamento e adottare più facilmente le nuove pratiche.

Cos’è e come gestire un processo di change management?

“Change Management” significa letteralmente “Gestione del Cambiamento” ed è una vera e propria strategia aziendale che viene implementata e adottata nei momenti in cui l’azienda e il team di lavoro si trovano a dover affrontare un cambiamento evidente e sostanziale. I cambiamenti possono riguardare vari aspetti, tra cui variazioni di:

  • organizzazione interna,
  • tecnologie e software;
  • processi operativi;
  • core e mission aziendale.

La strategia del change management ha dunque il compito di pianificare il cambiamento in vista e guidare il team attraverso il processo di cambiamento.

Come ogni strategia, anche la gestione del cambiamento ha un obiettivo ben preciso che in questo caso è far sì che il cambiamento venga affrontato e implementato nella maniera più efficace ed efficiente possibile, evitando passivi momenti di assestamento, limitando il disagio per il team di lavoro e potenziando gli effetti positivi del cambiamento.

Se sei un professionista del settore AECO conosci bene l’importanza della pianificazione iniziale di un processo e della definizione precisa e puntuale degli step che lo compongono.

Nel caso del change management il discorso non è molto diverso, anzi! La gestione del cambiamento è una strategia aziendale che va pianificata nelle sue fasi in modo da avere una visione globale complessiva e da gestire ogni step in modo coordinato ed efficace.

Più nel dettaglio, le fasi del processo di change management sono le seguenti:

  • analisi e valutazione del cambiamento: in questa fase si identificano le ragioni e le necessità alla base del cambiamento. Questo passo è cruciale per comprendere appieno la portata del cambiamento e pianificare adeguatamente le risorse necessarie;
  • pianificazione della transizione: in questa fase si sviluppa un piano dettagliato per il cambiamento. Questo piano dovrebbe includere obiettivi specifici, scadenze, risorse necessarie e un piano di comunicazione per coinvolgere tutte le parti interessate;
  • implementazione del cambiamento: qui si mette in atto il piano di change management e si comunica in maniera efficace con tutto il team di lavoro e ad eventuali stakeholders;
  • monitoraggio e report dei progressi: dopo l’implementazione è fondamentale monitorare e valutare i risultati del cambiamento. Questo aiuta a identificare eventuali problemi e a fare correzioni tempestive.
Fasi change management process

Le fasi del processo di change management

Come affrontare il change manangement in modo collaborativo

L’approccio al change management si può affrontare in modo più o meno collaborativo, ovvero con un grado di coinvolgimento del personale coinvolto molto alto o quasi nullo.

L’esperienza nel settore delle costruzioni, ci insegna che più è alto il livello di collaborazione e cooperazione tanto più alta sarà la qualità del risultato finale.

Per cui anche relativamente a questa strategia è consigliabile un approccio collaborativo favorito magari da una piattaforma cloud collaborativa semplice e gratuita. Un approccio collaborativo al cambiamento significa coinvolgere le persone colpite, creando il cambiamento con loro piuttosto che fare il cambiamento per loro. Collaborando nel cambiamento il team di lavoro si sente parte di esso ed è invogliato ad affrontarlo al meglio per ottenere subito risultati positivi.

collaborative change management

Approccio collaborativo al processo di change management

Per potenziare la collaborazione nel processo di gestione del cambiamento è essenziale il ruolo e le capacità di leadership dei capi dei vari settori e dell’eventuale “Change Manager”, ovvero di colui che in prima persona traina il cambiamento.

A questa sfera comportamentale e psicologica, se così si può definire, si aggiunge l’indispensabile appoggio dei tools che facilitano la collaborazione e la condivisione.

Nel settore edile numerose sono le problematiche che possono sorgere (nuovi requisiti normativi, modifiche progettuali o richieste improvvise del cliente) che devono essere affrontate in maniera collaborativa con tutti i professionisti coinvolti per evitare errori e ritardi nel progetto!

Puoi affrontate questa e molte altre problematiche con l’utilizzo di un software per la gestione dei cambiamenti con cui puoi:

  • comunicare i problemi o cambiamenti in modo semplice e chiaro attraverso la creazione di schede di pianificazione;
  • pianificare obiettivi, scadenze e risorse necessarie;
  • condividere con tutte le persone coinvolte le informazioni necessarie.
Schede di pianificazione visiva per la gestione dei cambiamenti-usBIM.resolver

Schede di pianificazione visiva per la gestione dei cambiamenti-usBIM.resolver

In questo modo potrai attuare una pianificazione precisa, una comunicazione efficace e un coinvolgimento attivo delle parti interessate, per gestire il cambiamento e raggiungere gli obiettivi del progetto edilizio in modo efficiente. Non ti resta che attivare il tuo mese di prova gratuita!

 

usbim-resolver
usbim-resolver
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *