Home » Notizie » Opere edili » Piscine domestiche e sicurezza: ecco la UNI EN 16582-1

Normativa sicurezza delle piscine domestiche

Piscine domestiche e sicurezza: ecco la UNI EN 16582-1

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Aggiornata la UNI EN 16582-1 sui requisiti generali, sicurezza e metodi di prova delle piscine domestiche

Le belle giornate di sole cominciano ad imperversare, le temperature salgono e cresce in noi il pensiero che rimanda a fresche immersioni nell’elemento principe dei nostri bisogni: l’acqua. Il mare sarebbe la soluzione più immediata a soddisfare questo desiderio, ma non tutti possono raggiungerlo per i più disparati motivi, ed allora chi almeno abbia la fortuna di possedere un giardino, anche non grande, potrebbe pensare di istallarvi una piscina, ma non senza preoccuparsi dei criteri di sicurezza per goderne appieno senza incidenti!

Per questo motivo, la commissione dell’UNI “Impianti ed attrezzi sportivi e ricreativi” ha lavorato per adottare la norma EN 16582 parte 1 anche nella lingua italiana. Oggi parliamo, quindi, della:

  • UNI EN 16582-1:2021Piscine domestiche – Parte 1: Requisiti generali inclusi i metodi di sicurezza e di prova“.

Per chi debba curare il progetto e la realizzazione di una piscina è utile prendere in considerazione l’utilizzo di un software di progettazione edilizia in 3D, il quale può essere impiegato anche per la realizzazione di soluzioni progettuali legate agli ambienti esterni e successivamente valutarne il necessario titolo abilitativo attraverso un software per i titoli edilizi con l’ausilio di una procedura guidata utile ad orientarsi nella scelta tra i vari moduli edilizi sempre aggiornati.

La UNI EN 16582-1:2021 sui requisiti generali e metodi di sicurezza e di prova delle piscine domestiche

Il documento in questione stabilisce i requisiti generali di sicurezza e qualità, insieme ai metodi di prova per le piscine domestiche, che includono:

  • piscine interrate;
  • fuori terra;
  • incassate;

insieme alla loro installazione, accessori e mezzi di accesso.

Inoltre, questi requisiti, quando applicati a tipologie specifiche di piscine, sono integrati o modificati dalle norme specifiche pubblicate come parti aggiuntive della norma. Pertanto, considerando l’esistenza di tali norme specifiche, è consigliabile non utilizzare la norma generale in modo isolato.

Gli utilizzatori della UNI EN 16582-1 possono trovarsi:

  • in una relazione impresa-consumatore (B-to-C), come nel caso di costruttori, installatori, rivenditori;
  • in una relazione impresa-impresa (B-to-B), come per fabbricanti, fornitori, distributori.

La sicurezza dei prodotti è fondamentale per la sicurezza dei consumatori e quindi la norma considera aspetti fondamentali come:

  • i requisiti di sicurezza e prestazione del prodotto;
  • la costruzione e installazione sicure;
  • l’utilizzo sicuro che potrebbe includere avvertenze per i consumatori, come ad esempio non lasciare i bambini non presidiati nella piscina.

È importante anche prestare particolare attenzione agli aspetti ambientali, in linea con la CEN Guide 4, come ad esempio ridurre al minimo lo spreco d’acqua.

All’interno della UNI EN 16582 parte 1 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  • EN 350-2 Durabilità del legno e dei prodotti a base di legno – Durabilità naturale del legno massiccio – Parte 2: Guida alla durabilità naturale e alla trattabilità di specie legnose selezionate di importanza in Europa;
  • EN 351-1 Durabilità del legno e dei prodotti a base di legno massiccio trattato con conservanti – Parte 1: Classificazione della penetrazione e ritenzione dei conservanti;
  • EN 335 Durabilità del legno e dei prodotti a base di legno – Classi d’uso: definizioni, applicazione al legno massiccio e ai prodotti a base di legno;
  • EN 460 Durabilità del legno e dei prodotti a base di legno – Durabilità naturale del legno massiccio – Guida ai requisiti di durabilità del legno da utilizzare nelle classi di pericolo;
  • EN 1990 Eurocodice – Fondamenti della progettazione strutturale;
  • EN 14843 Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – Scale;
  • EN 16713-3 Piscine domestiche – Sistemi idrici – Parte 3: Trattamento delle acque – Requisiti;
  • HO 60364-7-702 Impianti elettrici a bassa tensione – Parte 7-702: Requisiti per installazioni o luoghi speciali – Piscine e fontane;
  • EN ISO 1461 Rivestimenti zincati a caldo su articoli fabbricati in ferro e acciaio – Specifiche e metodi di prova;
  • EN ISO 4628-2 Pitture e vernici – Valutazione del degrado dei rivestimenti – Designazione della quantità e dimensione dei difetti e dell’intensità dei cambiamenti uniformi nell’aspetto – Parte 2: Valutazione del grado di formazione di bolle;
  • EN ISO 4628-3 Pitture e vernici – Valutazione del degrado dei rivestimenti – Designazione della quantità e dimensione dei difetti e dell’intensità dei cambiamenti uniformi nell’aspetto – Parte 3: Valutazione del grado di ruggine;
  • EN ISO 9227 Prove di corrosione in atmosfere artificiali – Prove in nebbia salina;
  • CEN/TS 16165 Determinazione della resistenza allo scivolamento delle superfici pedonali – Metodi di valutazione.

La UNI EN 16582-1:2021 sostituisce la UNI EN 16582-1:2015.

 

 

La UNI EN 16582-1:2021 sulle piscine domestiche è scaricabile a pagamento dal sito UNI

 

Edificius

 

Edificius

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *