Home » Notizie » Lavori pubblici » Piano Asili Nido 2024, aperto il bando per i Comuni

asilo-nido-nuovi-finanziamenti

Piano Asili Nido 2024, aperto il bando per i Comuni

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Fino al 7 giugno i Comuni possono presentare domanda di contributi per realizzare nuovi asili nido con i fondi PNRR

Il Ministero dell’istruzione e del merito ha pubblicato, in attuazione al D.M. 79/2024, l’avviso pubblico Asili Nido 2024 per l’adesione al finanziamento di asili nido, nonché per la candidatura di nuovi progetti da finanziare nell’ambito del PNNR.

Il bando attua il Piano Asili Nido, che stanzia 734, 9 milioni di euro di fondi PNRR per migliorare l’offerta educativa fin dalla prima infanzia con la realizzazione di nuovi posti di asili nido di età 0-2 anni, utili per il raggiungimento del target finale dei 150.480 nuovi posti.

La gestione efficiente dei progetti PNRR richiede la digitalizzazione delle procedure e della gestione documentale. Le pubbliche amministrazioni sono chiamate a fare un salto in avanti e devono farlo in tempi brevi e nella maniera più appropriata possibile. Ti consiglio di consultare gratuitamente esperti che possano aggiornarti e guidarti sugli appalti secondo le nuove regole del codice.

Piano Asili Nido 2024

Il piano ha come obiettivo la costruzione e la realizzazione di nuovi asili nido nella fascia di età 0-2 anni ovvero la riconversione di edifici pubblici non destinati ad asili nido, al fine di creare nuovi posti, di migliorare l’offerta educativa sin dalla prima infanzia e offrire un concreto aiuto alle famiglie, incoraggiando la partecipazione delle donne al mercato del lavoro e la conciliazione tra vita familiare e professionale.

Il D.M. 79/2024 definisce un elenco di comuni a finanziamento diretto inseriti nell’allegato 3 e nell’allegato 4 al di sopra della linea rossa.

I comuni inseriti negli allegati 3 e 4 al D.M. 79/2024, sono stati individuati e graduati sulla base dei seguenti criteri:

  • popolazione residente e popolazione nella fascia di età 0-2 anni di almeno 60 bambini, secondo i dati ISTAT 2021;
  • copertura del servizio nella fascia di età 0-2 anni inferiore al 33%, secondo il dato ISTAT 2021 e tenuto conto anche dei nuovi posti già autorizzati e in fase di realizzazione nell’ambito della Missione 4 – Componente 1 – Investimento 1.1 del PNRR.

L’allegato 3 è l’elenco dei comuni capoluogo delle aree metropolitane con il relativo numero di nuovi posti da realizzare in base alle fasce di popolazione e con il relativo import assegnato.

L’allegato 4 è l’elenco dei comuni che rispettano i criteri sopra esposti e che sono direttamente finanziati, previa procedura di adesione.

I comuni degli allegati 3 e 4, ordinati sulla base dei criteri della popolazione residente complessiva, della popolazione nella fascia di età 0-2 anni e della copertura del servizio nella fascia di età 0-2 anni, tenuto conto anche dei nuovi posti già autorizzati e in fase di realizzazione nell’ambito della Missione 4 – Componente 1 – Investimento 1.1 del PNRR, saranno finanziati nei limiti delle risorse disponibili, garantendo complessivamente una percentuale di almeno il 40% per i comuni delle regioni del Mezzogiorno.

Il Piano assegna a ciascun comune individuato un numero di nuovi posti da realizzare in base alla popolazione residente e alla copertura del servizio.

Quali comuni sono ammessi al Piano Asili Nido 2024

Possono partecipare al bando tutti i comuni inseriti negli allegati 3 e 4 al D.M. 79/2024, ma anche gli enti locali non inseriti nell’allegato 4:

  • con una popolazione residente nella fascia di età 0-2 anni inferiore a 60 bambini, secondo il dato ISTAT del 2021;
  • che contestualmente registrano una copertura del servizio nella fascia di età 0-2 anni inferiore al 33%, anche tenuto conto dei nuovi posti già autorizzati e in fase di realizzazione nell’ambito della Missione 4 – Componente 1 – Investimento 1.1 del PNRR;
  • purché partecipino in forma aggregata e in convenzione con comuni limitrofi che ugualmente da soli non possiedono i requisiti minimi e non sono parimenti inseriti nell’allegato 4.

I comuni che potranno aderire alla procedura in forma aggregata con un comune capofila saranno poi inseriti con successivo decreto del Ministero dell’istruzione e del merito e con l’indicazione del comune capofila, nell’allegato 4, e ordinati secondo i medesimi criteri degli altri enti già inseriti nel suddetto elenco.

Anche gli enti locali inseriti nell’allegato 4 possono, in alternativa a quanto previsto dal comma 2 del presente articolo, richiedere, al fine di ottimizzare le risorse e la gestione efficace dei servizi, la partecipazione in forma aggregata e in convenzione con altri comuni limitrofi, inseriti o meno nell’elenco allegato 4 che non raggiungono il 33% del servizio.

Quali interventi sono finanziati dal Piano Asili Nido 2024

Sono finanziabili interventi relativi esclusivamente alla costruzione, all’ampliamento funzionalmente autonomo e strutturalmente indipendente di edifici esistenti e alla riconversione di edifici pubblici non già destinati ad asilo nido, tutti finalizzati necessariamente alla creazione di nuovi posti nella fascia di età 0-2 anni.

Non sono ammessi interventi di messa in sicurezza e riqualificazione di edifici già adibiti ad asilo nido e non è, altresì, ammesso l’utilizzo delle risorse previste dal presente avviso per finanziare incrementi di costi di interventi già finanziati anche nell’ambito del PNRR.

Gli interventi devono rispettare le seguenti condizioni:

  • i progetti devono rispettare le norme tecniche di settore;
  • le strutture destinate ad asili nido devono essere collocate preferibilmente al piano terra;
  • in tutti gli edifici si deve garantire l’adattabilità della struttura socio-educativa ai soggetti con disabilità e la piena accessibilità agli spazi comuni interni all’edificio;
  • gli enti locali si impegnano a mantenere la destinazione d’uso educativo per gli edifici interessati dagli interventi e a garantire la funzionalità degli stessi per un periodo minimo di 5 anni dalla liquidazione finale dei finanziamenti concessi.

Sono inoltre previsti i seguenti requisiti:

  • le proposte relative agli asili nido devono possedere tutti i requisiti previsti dalle norme vigenti in materia di sicurezza e agibilità;
  • nel caso di nuova costruzione o ampliamento funzionalmente autonomo e strutturalmente indipendente di edifici esistenti, l’area su cui deve essere realizzata la nuova struttura deve essere di proprietà pubblica nella piena disponibilità dell’ente locale, urbanisticamente consona all’edificazione, libera da vincoli e contenziosi in essere che possano costituire impedimento all’edificazione;
  • nel caso di riconversione degli edifici, gli stessi devono essere di proprietà pubblica;
  • nel caso in cui la proprietà dell’edificio pubblico appartenga ad altro soggetto pubblico, per proporre l’intervento è necessario acquisire il nulla osta da parte dell’ente proprietario ovvero sottoscrivere specifica convenzione.

Sono ammissibili le seguenti spese:

  • lavori;
  • incentivi per funzioni tecniche;
  • spese tecniche per incarichi esterni;
  • imprevisti;
  • pubblicità;
  • altre voci di costo previste nei quadri economici di lavori pubblici

Quale contributo è previsto dal Piano Asili Nido 2024

In considerazione dell’incremento dei prezzi e dei costi delle materie prime, per il nuovo Piano per asili nido è stato utilizzato un costo parametrico:

  • 24.000 euro a nuovo posto per le nuove costruzioni, gli ampliamenti ovvero per le riconversioni che prevedono demolizioni e ricostruzioni di edifici non già destinati ad asili nido;
  • 20.000 euro a nuovo posto nel caso di riconversioni di edifici esistenti non già destinati ad asilo nido.

Quando scade il bando per il Piano Asili Nido 2024

Gli enti locali interessati (sia quelli inseriti negli allegati 3 e 4 che quelli non inseriti nell’allegato 4) , devono far pervenire la propria adesione o candidatura entro le ore 18.00 del 30 maggio 2024, esclusivamente attraverso il sistema informativo predisposto, accedendo al seguente link del portale del Ministero dell’istruzione e del merito dedicato al Piano nazionale di ripresa e resilienza (https://pnrr.istruzione.it/).

I comuni – indipendentemente dagli allegati 3 e 4 – che intendono presentare nuova candidatura per la realizzazione di nuovi posti nella fascia di età 0-2 anni hanno tempo fino alle ore 18.00 del giorno 7 giugno 2024.

Come progettare un asilo nido?

Progettazione di un asilo nido: norme, linee guida, organizzazione degli spazi interni ed esterni con un esempio completo da scaricare all’interno di un nostro approfondimento: progettazione di un asilo nido con un esempio da scaricare.

 

Edificius

 

Edificius

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *