Pavimenti in resina: pro e contro

Pavimenti in resina, tipologie, vantaggi e costi

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Guida alla scelta di un pavimento in resina: tipi di resine, caratteristiche e un elenco per individuare subito i prezzi che ti interessano

Lucidi o opachi, colorati o con effetti speciali, i pavimenti in resina, ideali per interni ed esterni, donano un tocco di eleganza ed originalità a qualsiasi ambiente. Resistenza, versatilità estetica, unicità, igiene, sono solo alcune delle caratteristiche che contraddistinguono questo materiale innovativo e moderno che si sta diffondendo sempre più.

La resina ha mosso i suoi primi passi nella realizzazione di pavimentazioni industriali, tuttavia, nel corso degli ultimi anni sta prendendo sempre più piede anche nell’ambito dell’edilizia privata, affermandosi non solo come materiale per la pavimentazione ma anche per il rivestimento di pareti e complementi d’arredo. Pertanto, è importante conoscere tutte le tipologie, le caratteristiche e i costi di questo materiale per guidare i nostri clienti nella scelta di una pavimentazione in resina adatta alle loro esigenze. In questo articolo scopriamo:

  • le tipologie di resina;
  • i pro e i contro;
  • i costi al mq dei pavimenti in resina.

Tipi di resina per pavimenti

Tra le principali tipologie di resine impiegate per la realizzazione di una pavimentazione troviamo:

  • la resina epossidica;
  • la resina poliuretanica;
  • la resina acrilica;
  • la resina cementizia.

La resina epossidica è caratterizzata da un alto livello di resistenza all’usura, dalla resistenza agli sbalzi termici e possiede proprietà idrorepellenti molto elevate. La resina epossidica viene impiegata sia per il rivestimento di pavimentazioni sia per pareti e forme d’arredo.

La resina poliuretanica, presenta un’ottima resistenza meccanica e sopporta l’esposizione ai raggi UV (quindi anche una colorazione bianca non tende ad ingiallire). Adatta per la realizzazione di pavimenti esterni.

La resina acrilica è caratterizzata da una grande traspirabilità ed ha il pregio di non permettere la formazione di muffe. Presenta una grande resistenza al calore e si presta come soluzione ideale per il rivestimento delle superfici esterne.

La resina cementizia, creata mescolando il cemento alla resina, è molto resistente all’umidità e ai raggi UV. Viene spesso impiegata nella realizzazione di terrazzi, balconi, ma anche piscine. Ha inoltre un valore estetico aggiunto: se lavorata con la spatola permette di ottenere un effetto ad onde.

Chi opta per un pavimento in resina può definire il colore, la texture, il grado di lucentezza ed eventuali effetti decorativi. L’insieme di queste opzioni consente di ottenere un risultato totalmente personalizzabile sui gusti ed esigenze del cliente.

Sono davvero tanti gli effetti che si possono ottenere come:

  • pavimenti in resina effetto marmo;
  • pavimenti in resina effetto parquet;
  • pavimenti in resina effetto pietra;
  • pavimenti in resina effetto cemento;
  • pavimenti in resina effetto graniglia.

Galleria foto pavimenti in resina di varie tipologie

Posa dei pavimenti in resina

In base alle tecniche applicative e allo spessore classifichiamo i seguenti tipi di pavimenti:

  • autolivellanti: consistono nella formazione di una pavimentazione continua in grado di autolivellarsi in fase di indurimento con uno spessore massimo  di 2 mm. Vengono spesso scelti per le caratteristiche di uniformità della superficie;
  • multistrati: per la realizzazione si applicano più strati di resina uno sull’altro con uno spessore minimo di 1,5 mm. Sono caratterizzati da una resistenza meccanica medio-alta e vengono impiegati per la realizzazione di locali industriali, depositi e ambienti di lavorazione;
  • massetti: i pavimenti in massetto epossidico (o in malta spatolata) presentano un rivestimento di spessore compreso tra i 6 e i 15 mm. Sono caratterizzati da una resistenza meccanica molto alta e vengono impiegati per la realizzazione di superfici industriali, soggette a traffico pesante;
  • antipolvere: applicato su pavimenti industriali in calcestruzzo, massetti cementizi tradizionali e come finitura su resina cementizia autolivellante. E’ caratterizzata da una bassa porosità della superficie e da spessore nullo. Viene impiegata in tutti quei luoghi dove è necessaria una frequente pulizia (mense e ospedali), ma anche in locali dove sono presenti sostanze oleose.

Quando si sceglie di realizzare una pavimentazione di questa tipologia ci sono una serie di valutazioni da fare in fase di progetto, in particolare:

  • valutazioni sulle condizioni del fondo su cui viene applicata, in caso di lesioni o irregolarità sono necessari interventi di ripristino;
  • valutazioni sul contesto, se si tratta di una nuova abitazione è necessario verificare che il supporto sia completamente asciutto e stabilizzato.

Pavimento in resina: pro e contro

Optare per una pavimentazione in resina comporta numerosi vantaggi.

Nello specifico i pro di un pavimento in resina possiamo riassumerli così:

  • atossicità, quindi molto sicuri anche per la pavimentazione in cucina;
  • idrorepellenza, questo evita la formazione di infiltrazioni e muffe;
  • continuità della superficie che risulta continua e priva di fughe (monolitico);
  • basso spessore (2 o 3 mm circa);
  • buon grado di conducibilità termica (questa proprietà insieme allo spessore basso, rende i pavimenti in resina compatibili con i sistemi di riscaldamento a pavimento);
  • resistenza, grazie alle sue composizioni meccaniche e chimiche si adatta alle particolari esigenze di ogni committenza;
  • rinnovabilità, se danneggiato è possibile intervenire con lavori di rinnovo riportandolo allo stato originario;
  • sovrapponibilità a pavimenti già esistenti;
  • unicità, con diverse soluzioni creative e irripetibili;
  • facilità nella pulizia;
  • versatilità, può essere impiegata anche per il rivestimento di pareti, complementi d’arredo, porte.

Come ogni scelta in fatto di interior design, anche i pavimenti in resina presentano dei contro che vale la pena conoscere:

  • durabilità, la resina non è indistruttibile e  intesa come qualsiasi altro materiale edilizio, è soggetta ad usura;
  • formazione di crepe quando il supporto su cui è applicato non è idoneo e la superficie non è perfettamente uniforme;
  • bassa resistenza ai raggi UV con conseguente ingiallimento della superficie per le resine epossidiche (oggi però, esistono in commercio additivi anti UV che aiutano a ritardare questo processo);
  • scivoloso quando è bagnato (se non sono state inseriti dei grani duri all’interno della resina prima della posa);
  • costo più elevato di altri materiali edilizi.

Pavimenti in resina per esterni: pro e contro

Per la pavimentazione della superficie esterna si aggiunge uno strato di resina impermeabilizzante, antimacchia e rinforzante (per evitare il danneggiamento della superficie in seguito al passaggio dei mezzi carrabili e all’esposizione di effetti atmosferici).

I pro della resina impiegata per gli ambienti esterni sono:

  • resistenza all’usura;
  • facile manutenzione;
  • impermeabilizzazione.

L’unico svantaggio di una resina posata all’esterno è legato a un fattore etico-estetico in quanto si tratta di un materiale chimico che, rispetto a materiali come il cotto, il legno e la pietra, ha un aspetto “freddo” e meno naturale.

Pavimento in resina: costo

Quanto costa un pavimento in resina? Per definire il costo del pavimento in resina occorre prendere in considerazione diversi fattori tra cui:

  • la metratura della superficie in cui viene realizzata la pavimentazione;
  • le condizioni della superficie da rivestire (la presenza di eventuali crepe o avvallamenti richiedono un intervento di ripristino);
  • tipo di lavorazione che si desidera realizzare (colori, finiture ed effetti decorativi);
  • tipo di trattamento (se la pavimentazione viene realizzata in un luogo soggetto al passaggio frequente di persone richiede un rivestimento aggiuntivo che serve a rafforzare strutturalmente il pavimento per evitare la formazione di crepe).

Il costo al m² di un pavimento in resina può essere reperito sui Prezzari regionali. Per consultare gratuitamente i prezzari sempre aggiornati con tutti i tipi di resine puoi usare un software per il computo metrico online gratis dove puoi accedere con qualsiasi dispositivo senza dover scaricare nessun documento.

Se hai bisogno di una soluzione alternativa che non sia online puoi scaricare i listini su Prezzari-net e visualizzarli con un software per il computo metrico anche questo da usare in forma gratuita.

Ecco alcuni esempi di prezzi estrapolati da Prezzari-net relativi ad alcune regioni d’Italia. I  costi al metro quadro dei pavimenti in resina elencati sono indicativi e si aggirano dai 20 euro ai 60 euro al mq, ma possono aumentare in base ai fattori sopra citati. I prezzi sono da intendersi IVA esclusa. Per ogni voce è specificato il codice di tariffa al fine di rendere univoca l’individuazione della lavorazione nel prezzario.

 

 

Lombardia OO.PP. 2021

Codice di tariffa:

1C.10.300.0020.e

Tipologie di pavimenti:

Pavimenti in resina autolivellante realizzati con miscele di resine armate con fibre di vetro.

Descrizione:

Superficie liscia e monolitica con caratteristiche dielettriche e di resistenza agli acidi, agli detergenti, ai grassi ed al calpestio. Spessore finale 2,5 mm. Compresa la formazione dei giunti e l’assistenza muraria. Esclusa la rete elettrosaldata e la formazione del massetto in calcestruzzo.

Prezzo al m²: 30,26 €

Codice di tariffa:

1C.18.020.0120

Tipologie di pavimenti:

Pavimento autolivellante realizzato con resine poliuretaniche.

Descrizione:

Superficie con caratteristiche dielettriche e di resistenza agli acidi, agli oli, carburanti e alcali.  Compresa la formazione dei giunti e l’assistenza muraria. Esclusa la rete elettrosaldata e la formazione del massetto in calcestruzzo.

Prezzo al m²: 35,41 €

Codice di tariffa:

1C.18.020.0080

Tipologie di pavimenti:

Pavimento ad alta resistenza meccanica in malta sintetica epossidica e speciali cariche quarzifere.

Descrizione:

Eseguito su massetto cementizio esistente e meccanicamente solido. Spessore minimo 7 mm, spianato con frattazzatrice meccanica. Resistenza alla compressione di 800 kg/cm² con caratteristiche di antivibrazione, elasticità, antiabrasione, resistenza agli acidi, ai sali, agli oli, ai carburanti. Compresa la formazione dei giunti e l’assistenza muraria. Esclusa la rete elettrosaldata e la formazione del massetto in calcestruzzo.

Prezzo al m²: 28,85 €

Codice di tariffa:

1C.18.020.0140

Tipologie di pavimenti:

Pavimento antipolvere ed antiusura in resine epossipoliuretaniche.

Descrizione:

Applicato a rullo a tre mani su pavimenti o supporti già esistenti o su massetto di calcestruzzo con caratteristiche antisdrucciolo, anti abrasione e resistenza ai detergenti. Compresa la formazione dei giunti e l’assistenza muraria. Esclusa la rete elettrosaldata e la formazione del massetto in calcestruzzo.

Prezzo al m²: 17,05 €

Campania LL.PP. 2021

Codice di tariffa:

E.13.090.060.a.CAM

Tipologie di pavimenti:

Pavimentazione industriale in resine epossidiche autolivellante.

Descrizione:

Resistenza all’abrasione Taber (ASTM D 1044) mola C 17 carico 1000 gr, perdita di peso 80 mg/1000 giri e con resistenza eccellente al traffico pedonale, ai carrelli gommati e all’urto, steso su supporto esistente e meccanicamente solido, con caratteristiche di resistenza all’abrasione, agli olii, agli acidi. Spessore 2 mm. Compresa preparazione meccanica del supporto(pallinatura oppure fresatura).

Prezzo al m²: 35,89 €

Codice di tariffa:

E.13.090.070.a.CAM

Tipologie di pavimenti:

Pavimento autolivellante realizzato con resine poliuretaniche.

Descrizione:

Resistenza all’abrasione Taber (ASTM D 1044) mola C 17 carico 1000 gr, perdita di peso 103 mg/1000 giri e con resistenza eccellente al traffico pedonale, ai carrelli gommati e all’urto, applicato direttamente su supporto monolitico esistente, avente caratteristiche di decontaminabilità, dielettricità e inattaccabilità ad acidi, olii, carburanti, alcali. Spessore 2 mm. Compresa preparazione meccanica del supporto(pallinatura oppure fresatura).

Prezzo al m²: 43,95 €

Codice di tariffa:

E.13.090.050.a.CAM

Tipologie di pavimenti:

Pavimento ad alta resistenza meccanica in malta sintetica epossidica tricomponente con speciali cariche quarzifere.

Descrizione:

Resistenza a compressione pari a 30 N/mm², resistenza a flessione pari a 10 N/mm², modulo elastico pari a 9.900 N/mm², resistenza all’abrasione Taber (ASTM D 1044) mola C 17 carico 1000 gr, perdita di peso 200 mg/1000 giri. Spessore minimo di 7 mm circa dato su supporto cementizio esistente e meccanicamente solido, spianato con frattazzatrice meccanica e preparato per renderlo idoneo all’applicazione, avente caratteristiche di antivibrazione, elasticità, antiabrasione, resistenza agli acidi, ai sali, agli olii e ai carburanti.

Prezzo al m²: 53,35 €

Lazio 2020

Codice di tariffa:

A14.01.005

Tipologie di pavimenti:

Pavimento ad alta resistenza meccanica in malta sintetica epossidica con speciali cariche quarzifere.

Descrizione:

Spessore minimo di 7 mm circa dato su supporto cementizio esistente e meccanicamente solido, spianato con fratazzatrice meccanica, avente caratteristiche di antivibrazione, elasticità, antiabrasione, resistenza agli acidi, ai sali, agli oli, ai carburanti e resistenza alla compressione 800 kg/cmq.

Prezzo al m²: 33,57 €

Codice di tariffa:

A14.01.006

Tipologie di pavimenti:

Pavimento autolivellante, realizzato con miscele di resine armate con fibra di vetro.

Descrizione:

Pavimentazione liscia e monolitica dello spessore finale di 2,50 mm avente caratteristiche di dielettricità, decontaminabilità, ottima resistenza agli acidi, ai detergenti, ai grassi e al calpestio.

Prezzo al m²: 32,02 €

Codice di tariffa:

A14.01.007

Tipologie di pavimenti:

Pavimento autolivellante realizzato con resine poliuretaniche.

Descrizione:

Steso direttamente su supporto esistente, convenientemente preparato, con spessore di 2 mm circa, avente caratteristiche di decontaminabilità, dielettricità e inattaccabilità ad acidi, olii, carburanti, alcali. Esclusa preparazione.

Prezzo al m²: 35,12 €

Codice di tariffa:

A14.01.008

Tipologie di pavimenti:

Pavimento antipolvere ed antiusura in resine epossipoliuretaniche.

Descrizione:

Su pavimenti o supporti già esistenti  caricate con aggreganti silicei dati a rullo in tre mani, aventi caratteristiche di antipolvere, antisdrucciolo, antiabrasione e resistenza ai detergenti da eseguire.

Prezzo al m²: 13,79 €

 

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.