Home » BIM Topic » BIM e GIS » openBIM e GIS: i vantaggi dell’integrazione tra le due tecnologie

openBIM e GIS integrazione technology

openBIM e GIS: i vantaggi dell’integrazione tra le due tecnologie

Tempo di lettura stimato: 5 minuti

Con usBIM.geotwin nasce l’integrazione intelligente tra openBIM e GIS: un nuovo paradigma per la digitalizzazione e la gestione geospaziale di edifici e infrastrutture

Il Building Information Modeling (BIM) e i Sistemi Informativi Territoriali (GIS) sono due tecnologie molto importanti per il mondo dell’architettura, dell’ingegneria e della costruzione. Entrambe hanno le loro specifiche funzioni e applicazioni, ma quando integrate insieme, offrono un grande valore aggiunto.

In questo articolo esploriamo i vantaggi dell’integrazione tra i modelli IFC openBIM e GIS e scopriamo insieme una nuova tecnologia per creare e gestire GIS Digital Twin dei progetti.

BIM e GIS - integrazione - appalti pubblici

Cos’è openBIM

openBIM è un approccio collaborativo per la progettazione e la gestione delle informazioni di costruzione, basato su standard aperti che consentono la condivisione di informazioni tra diverse piattaforme software. Con openBIM, tutti i membri del team di progettazione e costruzione possono collaborare in modo efficace, evitando errori e migliorando la qualità del progetto.

Cos’è GIS

I Sistemi Informativi Territoriali (GIS) sono un insieme di tecnologie utilizzate per la raccolta, l’elaborazione e la visualizzazione di informazioni geografiche. I GIS possono essere utilizzati in molteplici settori, come la pianificazione urbana, la gestione dei parchi, la gestione delle risorse idriche e molte altre.

8 vantaggi dell’integrazione tra openBIM e GIS

Le Stazioni Appaltanti e i gestori più illuminati hanno la necessità dell’integrazione BIM-GIS non solo con formati proprietari ma con formati aperti. Le tecnologie attualmente sperimentate hanno due limiti fondamentali:

  • operano su formati proprietari;
  • copiano e replicano dati tra i sistemi BIM e quelli GIS.

Da qui nasce la necessità di un nuovo sistema per integrare in maniera robusta i due mondi GIS ed openBIM.

usbim.geotwin dati

L’integrazione di openBIM e GIS offre numerosi vantaggi nel settore dell’edilizia e dell’architettura, migliorando la qualità del progetto, la gestione delle risorse e la pianificazione urbana.

Migliore pianificazione e progettazione del sito

L’integrazione tra openBIM e GIS consente di visualizzare i dati del progetto in un contesto geografico, permettendo ai progettisti di comprendere meglio la posizione del progetto, i fattori ambientali e la topografia del sito. Inoltre, l’integrazione consente di identificare e risolvere eventuali problemi del sito in modo più efficiente.

Nel video che segue vediamo come da una vista a scala territoriale (mostrata con visualizzatore Esri) sia possibile arrivare al dettaglio di singoli edifici o infrastrutture per visualizzare ed analizzare i corrispondenti modelli BIM ed in particolare openBIM. In pratica come dalla vista territoriale di competenza del GIS sia possibile vedere l’architettura, la struttura, o gli impianti di un modello openBIM o BIM, vedere il singolo oggetto con le sue proprietà IFC, effettuare interrogazioni spaziali.

Maggiore efficienza nell’elaborazione delle informazioni

L’integrazione tra openBIM e GIS permette la condivisione delle informazioni in modo più efficiente, riducendo il tempo e lo sforzo necessari per elaborare le informazioni del progetto.

Nel video che segue viene evidenziata la totale e dinamica integrazione tra openBIM e GIS e la capacità della tecnologia ACCA di supportare grandi quantità di dati. È rappresentata una vista territoriale con una serie di edifici (quindi molti modelli IFC integrati nel mondo GIS) ed è possibile notare come i dati non sono statici, ma si aggiornano dinamicamente sul GIS in base a quello che viene fatto sul modello IFC openBIM nella piattaforma usBIM. Questo perché i dati BIM non sono stati copiati nel GIS (come avveniva comunemente fino ad oggi), ma sono i dati fruiti in tempo reale dalla piattaforma deputata alla gestione del modello BIM.

Migliore gestione dei dati del progetto

L’integrazione tra openBIM e GIS consente di gestire meglio i dati del progetto, permettendo di identificare e risolvere eventuali problemi del progetto in modo più efficiente.

Gestione delle risorse

La combinazione di dati BIM e GIS consente una migliore gestione delle risorse, ad esempio la pianificazione delle rotte per il trasporto dei materiali e la valutazione dell’impatto ambientale.

Maggiore collaborazione tra i membri del team di progetto

L’integrazione di openBIM e GIS consente ai membri del team di collaborare in modo più efficace, evitando errori e migliorando la qualità del progetto. Inoltre, consente una comunicazione più chiara e trasparente tra i membri del team.

Maggiore precisione nella costruzione

Integrare i modelli IFC openBIM e GIS consente di migliorare la precisione nella costruzione, riducendo gli errori e migliorando la qualità del progetto.

Maggiore sicurezza del progetto

L’integrazione di openBIM e GIS consente di valutare i rischi di sicurezza e di salute sul lavoro, come l’accesso ai luoghi di lavoro, la sicurezza degli impianti, e la prevenzione degli incidenti.

Maggiore efficienza energetica. Monitoraggio, manutenzione e ispezione

L’integrazione tra openBIM e GIS consente di migliorare l’efficienza energetica del progetto, la manutenzione degli impianti elettrici e meccanici, e la gestione degli spazi interni ed esterni, permettendo di identificare le aree del progetto che richiedono maggiori attenzioni per ridurre i consumi energetici e migliorare la sostenibilità del progetto.

Nella parte finale del video che segue vediamo il modello IFC openBIM di un centro commerciale gestito dalla piattaforma usBIM, in cui sono attive anche le funzioni e i dati del facility management. Passando dal GIS al modello IFC openBIM è possibile notare come indagare i luoghi o gli asset della costruzione a fini manutentivi.
Vediamo anche come l’edifico e i suoi dati di manutenzione possono essere fruiti in Realtà Virtuale immersiva o in realtà Aumentata per avere indicazioni in cloud sulle attività da eseguire, prima o durante l’intervento.

Come integrare openBIM e GIS

L’integrazione tra openBIM e GIS richiede un’attenta pianificazione e un’adeguata formazione del team di progetto.

Dalla sinergia di ACCA con Esri®, i principali player a livello mondiale in ambito openBIM® e GIS, nascono gli ArcGIS Digital Twins di usBIM.geotwin, con cui i professionisti dell’AEC hanno a disposizione una tecnologia assolutamente innovativa per creare e gestire gemelli digitali dei loro progetti integrando dati geospaziali GIS con modelli IFC openBIM.

Non più un’importazione statica di dati da un sistema all’altro, ma un’integrazione dinamica e bidirezionale dei due sistemi: tutte le funzioni e le attività GIS sono gestite da ArcGIS di ESRI, tutte le funzioni e le attività BIM sono gestite da usBIM di ACCA.

I dati si aggiornano dinamicamente sul GIS in base a quello che viene fatto sul modello IFC openBIM nella piattaforma usBIM. Le modifiche e gli aggiornamenti apportati sul modello BIM sono accessibili in real time sul GIS: e questo riguarda sia le informazioni geometriche del modello che i suoi dati.

Un’integrazione totale e dinamica.

Tutto il costruito, edifici, ponti, strade, ferrovie ed ogni tipo di infrastruttura, può apportare dati di dettaglio in tempo reale al sistema GIS permettendo al sistema territoriale di interrogare i dati di ciascuna infrastruttura e di metterli a sistema.

Senza alcun limite alla complessità, al numero e all’aggiornamento continuo del dato.

Il risultato sono Digital Twins che interagiscono tra loro a livello territoriale per connettere informazioni prodotte in real time da tecnici, imprese di costruzione, manutentori, ma anche da edifici ed infrastrutture stesse, che divengono veri e propri device in grado di interagire tra loro a livello geospaziale.

Una rivoluzione che passa dalla semplicità!

L’utente GIS e quello BIM continuano a fare quello che hanno sempre fatto. Tecnologicamente tutto passa da un semplice componente che permette di inserire nelle applicazioni GIS di ESRI tutte le potenzialità del mondo IFC e openBIM.

 

usbim-geotwin
usbim-geotwin
0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *