Offerta prestazioni professionali

Offerta prestazioni professionali, modello e calcolo compensi

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Offerta prestazioni professionali: il modello di conferimento incarico, come si calcolano i compensi e quali informazioni inserire nel preventivo

Il DL Bersani 223/2006 ha abrogato l’obbligo di adottare i minimi tariffari, passando quindi ad un sistema che prevede onorari liberi concordati tra professionista e cliente. In seguito il decreto legge 1/2012 ha introdotto 2 importanti novità:

  • la completa abolizione delle tariffe professionali;
  • la pattuizione del compenso al momento del conferimento dell’incarico (art.9).

Il compenso, dunque, è ricondotto alla libera trattazione tra professionista e cliente; la pattuizione del compenso, però, dovrà avvenire in maniera adeguata all’importanza dell’opera.

La legge 124/2017 stabilisce che il professionista è tenuto a comunicare (in forma scritta o verbale) il grado di complessità dell’incarico e fare un preventivo di massima da consegnare al cliente.

Il professionista, non avendo un tariffario fisso di riferimento da cui attingere, potrebbe trovarsi in difficoltà nel momento dovrà quantificare il compenso, già in fase di redazione del preventivo (obbligatorio) chiederà un compenso al proprio cliente. Al riguardo, prima di entrare nello specifico della questione, ti consiglio subito di scaricare un software per compensi gratis. aggiornato secondo la normativa vigente. Potrai calcolare con facilità i corrispettivi per ogni tipo di prestazioni commisurati al livello qualitativo dei lavori.

Modello conferimento incarico professionale PDF da scaricare

Di seguito ti riporto un modello di conferimento incarico professionale da compilare secondo le tue esigenze. Puoi anche scaricare il modello in formato PDF.

CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE

(art. 9, comma 4, L. n. 27/2012)

L’anno __ il giorno __ del mese di __, in __,

T RA

il sottoscritto __ (nato a __ il __ – C.F. __), residente in __, di seguito denominato “Committente”,

E

il libero professionista, ing. __ (nato a  __ – C.F.: __), residente in  __, iscritto all’albo professionale: Ordine degli Ingegneri della Provincia di  __ al numero  __, di seguito denominato “Professionista”,

PREMESSO CHE

  •  Il “Committente”, munito dei necessari poteri di rappresentanza, intende conferire l’incarico in oggetto;
  •  Il “Committente” dichiara, sotto la propria responsabilità, che l’incarico in oggetto non è stato in precedenza affidato a soggetti terzi, ovvero, che eventuali precedenti incarichi sono stati risolti;
  •  Il “Professionista” si dichiara interessato ad accettare il relativo incarico professionale alle condizioni di seguito riportate;
  •  Il “Professionista” dichiara altresì di disporre risorse e capacità organizzative adeguate per l’esecuzione di tutte le attività professionali previste.

TUTTO QUANTO PREMESSO

nonché ritenuto parte integrante e sostanziale del presente incarico,

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

Art. 1) Natura e oggetto dell’incarico

Il “Committente” affida al “Professionista”, che accetta, l’incarico fiduciario di seguito esaustivamente descritto nella natura e nell’oggetto: “Progettazione preliminare di un edificio per civile abitazione sito in  __

Per lo svolgimento dello stesso saranno fornite le seguenti prestazioni:

Progettazione architettonica

Progettazione architettonica  __Valore dell’oggetto della prestazione: __

Grado di complessità: ___

Relazioni, planimetrie, elaborati grafici (art. 17, comma 1, lettere a), b), e), D.P.R. 207/2010); Calcolo sommario spesa, quadro economico di progetto (art. 17, comma 1, lettere g), h), D.P.R. 207/2010); Relazione di indagine geotecnica (art. 19, comma 1, D.P.R. 207/2010); Relazione di indagine sismica (art. 19, comma 1, D.P.R. 207/2010); Progettazione integrale e coordinata – Integrazione delle prestazioni specialistiche (art. 90, comma 7, D. Lgs. 163/2006) – Relazione tecno-alimentare; Prime indicazioni e prescrizioni per la stesura dei Piani di Sicurezza.

Progettazione strutturale

Progettazione strutturale –  __

Valore dell’oggetto della prestazione: __

Grado di complessità: Complessità media

Relazioni, planimetrie, elaborati grafici (art. 17, comma 1, lettere a), b), e), D.P.R. 207/2010); Calcolo sommario spesa, quadro economico di progetto (art. 17, comma 1, lettere g), h), D.P.R. 207/2010); Relazione di indagine geotecnica (art. 19, comma 1, D.P.R. 207/2010); Relazione di indagine sismica (art. 19, comma 1, D.P.R. 207/2010); Progettazione integrale e coordinata – Integrazione delle prestazioni specialistiche (art. 90, comma 7, D. Lgs. 163/2006) – Relazione tecno-alimentare; Prime indicazioni e prescrizioni per la stesura dei Piani di Sicurezza.

Progettazione impianti meccanici a fluido

Progettazione impianti meccanici a fluido – progettazione preliminare

Valore dell’oggetto della prestazione: __

Grado di complessità: Complessità media

Relazioni, planimetrie, elaborati grafici (art. 17, comma 1, lettere a), b), e), D.P.R. 207/2010); Calcolo sommario spesa, quadro economico di progetto (art. 17, comma 1, lettere g), h), D.P.R. 207/2010); Progettazione integrale e coordinata – Integrazione delle prestazioni specialistiche (art. 90, comma 7, D. Lgs. 163/2006) – Relazione tecno-alimentare; Prime indicazioni e prescrizioni per la stesura dei Piani di Sicurezza.

Progettazione impianti elettrici

Progettazione impianti elettrici – progettazione preliminare

Valore dell’oggetto della prestazione: __

Grado di complessità: Complessità media

Relazioni, planimetrie, elaborati grafici (art. 17, comma 1, lettere a), b), e), D.P.R. 207/2010); Calcolo sommario spesa, quadro economico di progetto (art. 17, comma 1, lettere g), h), D.P.R. 207/2010); Progettazione integrale e coordinata – Integrazione delle prestazioni specialistiche (art. 90, comma 7, D. Lgs. 163/2006) – Relazione tecno-alimentare; Prime indicazioni e prescrizioni per la stesura dei Piani di Sicurezza.

Si intendono escluse dal presente incarico qualsiasi prestazione o attività non esplicitamente precisata o descritta.

Art. 2) Decorrenza e durata dell’incarico

In considerazione della programmazione del lavoro e delle normali tempistiche conseguenti ai termini osservati dalle amministrazioni preordinate al rilascio dei documenti di assenso o delle certificazioni, le prestazioni saranno espletate presumibilmente entro  __ giorni, a decorrere dalla data di sottoscrizione del presente incarico, ovvero, dalla data di avvenuta consegna della documentazione necessaria, salvo il tempo ulteriormente necessario al fine di far fronte a motivate e oggettive circostanze sopravvenute che giustifichino la dilazione del termine (a titolo di esempio: ritardo delle amministrazioni preordinate al rilascio dei documenti di assenso o delle certificazioni, ecc.).

Art. 3) Compenso

Il compenso per le prestazioni professionali oggetto del presente incarico, determinato tenendo conto (come previsto all’art. 9 del D.L. n. 1/2012 come convertito dalla L. n. 27/2012) delle prestazioni professionali da svolgere, del grado di complessità dell’incarico e nel rispetto della dignità professionale in relazione all’art. 2233 del Codice Civile, ammontano a complessivi netti __.

Per le eventuali prestazioni da computare a vacazione verrà corrisposto al “Professionista” incaricato l’importo di 75.00 €/ora, all’aiuto iscritto all’albo 50.00 €/ora e all’aiuto di concetto 37.00 €/ora.

Ai compensi per le prestazioni professionali suindicate è riconosciuto uno sconto pari al 20%.

Nel compenso non sono comprese le “Spese generali di studio”, determinate in maniera forfettaria e pari al 20% del compenso per prestazioni professionali.

Nel compenso non sono comprese le “Spese a piè lista”, se necessarie ed oggettivamente connesse all’incarico, da rimborsare a pié lista (es.: spese per viaggi, vitto e alloggio per trasferte fuori sede, ecc.).

Ai compensi per le prestazioni professionali vanno aggiunti, e sono a carico del committente, gli oneri accessori di legge in vigore al momento della fatturazione, attualmente costituiti da:

–    Addebito del Contributo Previdenziale INPS, pari al 4%

–    Contributo integrativo Cassa di Previdenza, pari al 4%

–    IVA, pari al 22%

nonché eventuali oneri fiscali sopravvenuti successivamente alla stesura del preventivo e dovuti ai sensi di legge all’atto della fatturazione delle prestazioni.

Nel compenso non sono comprese il rimborso delle spese, degli oneri e dei contributi pertinenti l’evasione di pratiche amministrative (diritti di segreteria, diritti erariali, ecc), esenti, documentate e anticipate dal “Professionista” per conto del “Committente”, il cui rimborso sarà richiesto a parte ed effettuato a pié di lista.

Art. 4) Liquidazione delle competenze

Il “Committente” si impegna al pagamento del compenso convenuto, presuntivamente pari a  __ €, con le seguenti modalità:

  • Acconto alla stipula del contratto, 10% pari a __;
  • Acconto al rilascio della concessione, 20% pari a __;
  • Acconti successivi proporzionali agli stati di avanzamento dei lavori
  • Saldo delle competenze, 50% pari a __
  • Saldo a conclusione dei lavori, 20% pari a __.

Il “Committente” dovrà effettuare ogni singolo pagamento entro 30 giorni dal ricevimento del relativo avviso di pagamento, cui seguirà regolare fattura che sarà emessa al momento del ricevimento del versamento.

Art. 5) Obblighi del “Professionista”

  1. Con l’assunzione dell’incarico il professionista si impegna a prestare la propria opera usando la diligenza richiesta dalla natura dell’attività da esercitare, dalle leggi e dalle norme deontologiche.
  2. Il “Professionista” ai sensi dell’art. 2235 c.c., custodisce la documentazione fornita dal “Committente” per il tempo strettamente necessario all’espletamento dell’incarico e per quello ulteriormente previsto dalla legge.
  3. Il “Professionista” si impegna a rispettare il segreto professionale e a non divulgare fatti o informazioni di cui è venuto a conoscenza in ragione dell’espletamento dell’incarico, né degli stessi può fare uso, sia nel proprio che nell’altrui interesse, avendo cura e vigilando che anche i collaboratori, i dipendenti ed i tirocinanti mantengano lo stesso segreto professionale.

Art. 6) Obblighi del “Committente”

Il “Committente” si impegna a fornire al “Professionista” la documentazione necessaria all’espletamento dell’incarico.

Il “Committente” si impegna a collaborare con il “Professionista” ai fini dell’esecuzione del presente incarico, consentendogli ogni attività di accesso e controllo alla proprietà, ai documenti ed ai dati necessari per l’incarico stesso.

Il “Committente” si impegna a comunicare formalmente al “Professionista” qualsiasi fatto o circostanza o variazione, la cui conoscenza possa risultare utile e inerente all’incarico conferito.

Art. 7) Clausola risolutiva espressa

Con riferimento al precedente articolo 4), qualora il ritardo dei pagamenti si protragga oltre il termine pattuito, il “Professionista”, ai sensi dell’art. 1456 c.c., ha facoltà di risolvere il presente contratto comunicando al “Committente” la propria volontà di avvalersi della presente clausola con riserva di ulteriori azioni.

Art. 8) Recesso

Il “Committente” può recedere dal presente contratto in qualsiasi momento, revocando il mandato conferito, senza alcun obbligo di motivazione. In tal caso, il “Committente” sarà comunque tenuto a rimborsare le spese sostenute.

Il “Professionista” può recedere dal presente contratto per giusta causa. In tale circostanza, egli ha diritto al rimborso delle spese sostenute ed al compenso per l’opera svolta. Il mancato adempimento degli obblighi di cui all’art. 6) costituisce giusta causa di recesso.

Art. 9) Rinvio

Per quanto non espressamente previsto dalla presente lettera di incarico, si fa esplicito rimando alle norme del Codice Civile che disciplinano il lavoro autonomo (art. 2229 e seguenti), alle altre norme vigenti in materia nonché all’ordinamento professionale, agli obblighi deontologici ed agli usi locali.

Art. 10) Elezione di domicilio

Per gli effetti della presente, le parti eleggono domicilio nei luoghi in precedenza indicati.

Art. 11) Controversie

Le parti convengono che, in deroga ai principi di individuazione del Foro competente, per ogni controversia che dovesse insorgere in relazione al presente contratto, comprese quelle relative alla sua validità, interpretazione, esecuzione e risoluzione, e degli atti che ne costituiscono emanazione, compresa ogni ragione di danni, il Foro competente sarà in via esclusiva quello competente in ragione del domicilio del “Professionista”.

Art. 12) Registrazione

Essendo i compensi previsti dalla presente lettera di incarico soggetti ad IVA, l’eventuale registrazione in caso d’uso deve ritenersi soggetta ad imposta fissa.

Art. 13) Titoli e Specializzazioni

Al fine di assicurare la trasparenza delle informazioni nei confronti dell’utenza (come previsto dalla Legge 4 agosto 2017, n. 124), il professionista precisa che i titoli posseduti e le eventuali specializzazioni possedute sono le seguenti:

Titoli: __

Specializzazioni: __

Art. 14) Polizza assicurativa

Il “Professionista” dichiara di essere assicurato per la responsabilità civile contro i rischi professionali, con polizza n. __, contratta con la Compagnia di Assicurazioni __ con massimale.

Redatto e sottoscritto in doppio originale.

IL COMMITTENTE

(_____)
IL PROFESSIONISTA

(_____)

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del c.c. si accettano espressamente gli articoli: 1), 2), 3), 4), 6), 7), 8), 9), 10), 11) e 12).

IL COMMITTENTE

(_____)

Ai sensi del D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 il “Committente” autorizza lo Studio al trattamento dei propri dati personali per l’esecuzione dell’incarico.

IL COMMITTENTE

(_____)

Come calcolare i corrispettivi professionali?

Il Codice appalti (dlgs 50/2016) prevede l’obbligo di utilizzare le tabelle presenti nel dm 17 giugno 2016 per calcolare i corrispettivi professionali da porre a base di gara.

Questo diventa un valido supporto anche per la determinazione dei compensi professionali per lavori privati, ove sarà possibile avere un importo indicativo su cui applicare il proprio (eventuale) sconto.

Di seguito ti riporto un esempio di calcolo di corrispettivo a base d’asta da cui prendere spunto, da scaricare e modificare secondo le tue esigenze.

Come previsto dall’art. 2 del dm 17 giugno 2016, per la determinazione del compenso si applicano i seguenti parametri:

  • a) parametro «V», dato dal costo delle singole categorie componenti l’opera;
  • b) parametro «G», relativo alla complessità della prestazione;
  • c) parametro «Q», relativo alla specificità della prestazione;
  • d) parametro base «P», che si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera.

Le tabelle si applicano per calcolare i corrispettivi di relativi alle seguenti attività:

  • progettazione;
  • coordinamento della sicurezza;
  • direzione dei lavori;
  • collaudo;
  • incarico di supporto tecnico-amministrativo al RUP e al dirigente.

Per tutti i dettagli, ti rimando al focus sul calcolo dei compensi professionali.

Quali sono le informazioni obbligatorie da inserire nel preventivo?

Il professionista dovrà inserire necessariamente alcune informazioni nel preventivo da consegnare al cliente:

  • il valore della prestazione (preventivo di massima);
  • il grado di complessità dell’incarico;
  • gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell’incarico;
  • gli estremi della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale.

Ti ricordo che esiste già un software per il calcolo di compensi gratis per sempre, con il quale puoi determinare automaticamente il corrispettivo. Le stampe possono essere personalizzate con facilità secondo le tue esigenze. I compensi professionali saranno calcolati in base al codice appalti e al dm 17/06/2016. Il software è la soluzione migliore sia per il RUP che per i professionisti.

 

compensus
compensus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.