Nuove UNI per ingegneria strutturale, ambiente, termotecnica, legno e amianto

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Da UNI nuovi progetti di norme in inchiesta pubblica preliminare in diverse tematiche legate all’edilizia. Ecco i dettagli

Sono diversi i progetti UNI (attualmente in inchiesta pubblica preliminare) su diverse tematiche legate alle costruzioni e all’edilizia.

Si tratta dei progetti:

  • UNI1609579Certificazione del personale tecnico addetto all’esecuzione delle prove non distruttive nel campo dell’ingegneria civile“;
  • UNI1609533Sistemi di gestione ambientale – Indicazioni relative all’applicazione della UNI EN ISO 14001 in Italia, formulate a partire dalle criticità emerse e dalle esperienze pratiche”;
  • UNI1609595Impianti alimentati a combustibile liquido e solido, per uso civile, in esercizio – Linee guida per la verifica dell’idoneità al funzionamento in sicurezza dei sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione“;
  • UNI1609515Legno strutturale – Classificazione a vista dei legnami secondo la resistenza meccanica – Parte 2: Latifoglie e sezione rettangolare“;
  • UNI1609612Metodi di prova per pietre naturali – Determinazione della stabilità dimensionale“;
  • UNI1609555 Attività professionali non regolamentate – Addetto al censimento dei materiali contenenti amianto – Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità

UNI1609579 sul personale per prove non distruttive in ingegneria civile

Il documento, redatto dalla commissione “Ingegneria strutturale“, stabilisce le linee guida per la certificazione del personale tecnico addetto all’esecuzione delle prove non distruttive (PND) nel campo dell’ingegneria civile, inclusi i beni culturali e architettonici.

La necessità ed i vantaggi di un sistema così armonizzato sono evidenti:

  • le competenze vengono verificate sulla base di evidenze oggettive;
  • la certificazione di terza parte garantisce indipendenza, imparzialità e trasparenza;

La certificazione delle competenze spinge il tecnico a possedere, mantenere e migliorare, con continuità nel tempo, la necessaria competenza.

UNI1609533 sui sistemi di gestione ambientale

Il rapporto tecnico sviluppato dalla commissione “Ambiente” fornisce indicazioni riguardanti l’applicazione, in Italia, dei sistemi di gestione ambientale conformi alla UNI EN ISO 14001:2015.

Non trattandosi di un documento normativo, non può essere utilizzato per aggiungere, ridurre o modificare i requisiti della UNI EN ISO 14001:2015.

La UNI1609533 nasce dalla necessità di produrre uno strumento informativo di supporto al mercato, mirando a favorire una migliore comprensione dei requisiti della UNI EN ISO 14001:2015 e di conseguenza una maggiore uniformità di applicazione.

La UNI1609533 sostituisce la UNI/TR 11331:2009.

UNI1609595 sugli impianti alimentati a combustibile liquido e solido

Anche questo progetto è proposto dal “CTI – Comitato Termotecnico Italiano“.

Il documento stabilisce i criteri per verificare la sussistenza dei requisiti di sicurezza dei sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione degli impianti ad uso civile in esercizio alimentati a combustibile liquido e/o solido, indipendentemente dalla data della loro realizzazione, al fine di stabilire se la parte di impianto oggetto di verifica può continuare o meno ad essere utilizzata nello stato in cui si trova, senza pregiudicarne la sicurezza.

La UNI1609595 nasce dall’esigenza di una norma per la verifica degli impianti (riscaldamento, cottura, acqua sanitaria) esistenti, sull’esempio della UNI 10738:2012, dedicata espressamente agli impianti alimentati a combustibile solido o liquido.

UNI1609515 sul legno strutturale

La commissione UNI “legno” si è occupata del progetto che specifica le regole da adottare per effettuare la classificazione a vista secondo la resistenza del legname strutturale.

La nuova norma nasce dalla necessità di un aggiornamento dello stato dell’arte richiesto dal mercato a livello nazionale.

La UNI1609515 sostituisce la UNI 11035-2:2010.

UNI1609612 e metodi di prova per pietre naturali

La commissione “Prodotti, processi e sistemi per l’organismo edilizio” si è occupata del progetto UNI1609612.

Il documento specifica il metodo di prova da utilizzare per la determinazione della stabilità dimensionale e dell’eventuale deformazione dei prodotti di pietra naturale.

La UNI1609612 nasce dalla ricerca di un immediato giovamento al mercato sia in termini di competenze tecniche che di trasparenza nei rapporti contrattuali con gli operatori della filiera.

UNI1609555 sugli addetti al censimento dei materiali contenenti amianto

La UNI1609555 proposta dalla commissione “sicurezza” specifica i requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità dell’addetto al censimento dei materiali contenenti amianto.

Il documento nasce dalla necessità di realizzare una corretta esecuzione dell’attività di censimento dei materiali contenenti amianto e di fungere da supporto all’attuale legislazione nazionale.

La nuova norma può rappresentare un utile riferimento anche per i soggetti obbligati per legge a svolgere quest’attività (datori di lavoro, gestori degli immobili, ecc.) e per le figure che a vario titolo già si occupano di tale attività, nell’ottica di una maggior tutela della salute delle persone.

 

Clicca qui per accedere alla pagina delle inchieste pubbliche preliminari dell’UNI

(andare sulla ricerca dei documenti a fine pagina e inserire, uno per volta, il progetto di norma desiderato nella casella “codice progetto” e poi cliccare su “cerca”)

 

certus-amianto
certus-amianto

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *