Meno carte e più sicurezza! Arriva il Vademecum dei Vigili del Fuoco sul nuovo Regolamento Antincendio

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Il documento pubblicato dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco costituisce un vero e proprio Vademecum sul nuovo Regolamento antincendio.

Gianni è un imprenditore che desidera costruire un’autorimessa di 400 m²…
Maria è un’imprenditrice che vuole aprire un ampio locale per la vendita al dettaglio, la cui metratura si aggira intorno ai 1.000 m²…
Paolo ha intenzione di costruire una grande casa di riposo che riesca a ospitare e assistere fino a 110 anziani contemporaneamente…

Come dovrà operare ciascuno di questi tre imprenditori?
Fino a ieri (prima del 7 ottobre 2011) la procedura da seguire sarebbe stata la stessa per tutti e tre gli imprenditori: prima di cominciare i lavori, il titolare dell’attività doveva inviare al Comando dei VV.F. il progetto. I Vigili del Fuoco, dopo aver analizzato il progetto e entro 90 giorni, davano il proprio parere sulla conformità del progetto alle norme antincendio. I lavori potevano cominciare solo se il parere risultava positivo.

Oggi la questione cambia: le procedure sono notevolmente semplificate e viene adottato un criterio di proporzionalità degli adempimenti: gli adempimenti amministrativi sono diversificati sulla base della complessità dell’attività da avviare e in base al rischio per l’incolumità pubblica. Infatti:

  • Gianni può iniziare direttamente i lavori (attività di Categoria A). A lavori ultimati raccoglie la documentazione attestante la conformità dell’attività realizzata alle prescrizioni vigenti in materia di sicurezza antincendio e la spedisce, tramite procedura on-line, al SUAP, ottenendo la ricevuta. Può immediatamente cominciare la sua attività. I Vigili del Fuoco possono effettuare controlli a campione entro 60 giorni.

  • Maria (attività di Categoria B) prima di iniziare i lavori deve trasmettere, tramite il SUAP, istanza ai Vigili del Fuoco per l’esame del progetto. Entro 60 giorni dalla presentazione della documentazione completa i Vigili del Fuoco rilasciano il parere. A lavori ultimati dovrà raccogliere la documentazione attestante la conformità dell’attività realizzata alle prescrizioni vigenti in materia di sicurezza antincendio e spedire la documentazione tramite procedura on-line al SUAP. I Vigili del Fuoco possono effettuare controlli a campione entro 60 giorni.

  • Mario (attività di Categoria C) dovrà adottare la stessa procedura seguita da Maria. Il Vigili del Fuoco effettueranno il controllo entro 60 giorni. In caso di esito positivo, il Comando Provinciale rilascerà il CPI.

N.B. – Il CPI per le attività di Categoria C, così come il verbale di visita tecnica per le attività di Categoria A e B, non è più il provvedimento finale di un procedimento amministrativo, ma costituisce solo il risultato di un controllo effettuato e non ha scadenza temporale.

Questi sono solo alcuni esempi contenuti nel documento pubblicato dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che costituisce un vero e proprio Vademecum sul nuovo Regolamento antincendio.
Inoltre, in allegato a questo articolo, proponiamo uno schema con le procedure da adottare in funzione della Categoria di attività.

Clicca qui per scaricare il Vademecum del nuovo Regolamento Antincendio
Clica qui per scaricare lo schema

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.