Linee guida Anac n.6

Linee guida Anac n. 6: mezzi di prova

?Stampa l'articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)
Stampa articolo PDF

Cosa prevedono le linee guida Anac n. 6? Quali sono i gravi illeciti professionali motivo di esclusione da una gara d’appalto pubblico? Self-cleaning, criteri di valutazione

Linee guida Anac n. 6: cosa prevedono? Quali sono i gravi illeciti professionali di cui si parla? La dicitura completa è: “indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all’art. 80 comma 5 lettera c del Codice“.

Le linee guida Anac n. 6 sono state emanate nel 2016, aggiornate nel 2017 e modificate, in seguito, in base all’art. 80.

Per essere aggiornato sulle normative vigenti in materia di appalti pubblici, per avere una guida in tutte le fasi dell’opera (computo metrico, contabilità) ti consiglio di utilizzare un software contabilità lavori che ti accompagna dal progetto all’esecuzione fino all’ultimazione dei lavori.

Linee guida Anac n. 6: obiettivi

L’obiettivo è quello di semplificare la procedura di accertamento da parte delle stazioni appaltanti delle cause che bloccano la stipula di un determinato contratto pubblico derivante da gravi illeciti professionali, individuando i mezzi di prova utilizzabili per dimostrare tali mancanze.

L’Anac vuole favorire la corretta applicazione della normativa e l’adozione di buone pratiche con suggerimenti ed esempi volti ad aiutare gli addetti ai lavori. Un altro obiettivo di pari importanza è quello di ridurre il contenzioso sulle esclusioni dalle gare per gravi illeciti professionali, a prescindere dalla loro natura (civile, penale o amministrativa).

A chi si rivolgono le linee guida Anac n. 6?

Le linee guida Anac n. 6 sono rivolte alle amministrazioni giudicatrici di appalti e concessioni (sia sotto soglia che sopra soglia) e riguardano gli illeciti professionali gravi tali da mettere in dubbio l’integrità del concorrente.

Dimostrare l’integrità dell’operatore economico è un’attività vasta e complessa che include, tra gli altri elementi: la moralità professionale, l’affidabilità, la capacità tecnico-professionale nello svolgere la prestazione oggetto di gara.

Quali sono gli elementi rilevanti per verificare gravi illeciti professionali?

L’esclusione dalla gara non avviene in maniera automatica, ma previa verifica obbligatoria da parte della stazione appaltante.

Quali sono gli elementi rilevanti che possano delineare il profilo di un buon operatore economico (o di un cattivo operatore economico)? Tra gli elementi da tenere in considerazione per avere un quadro completo circa il concorrente, bisogna di sicuro tener presenti:

  • inadempimento di uno o più obbligazioni contrattualmente assunte;
  • carenze di un prodotto o di un servizio fornito che lo rendono inutilizzabile;
  • comportamenti scorretti;
  • ritardo nell’adempimento di un compito;
  • errore professionale nell’esecuzione di una determinata prestazione;
  • influenzare il giudizio dell’amministrazione;
  • qualsiasi omissione o errore di progettazione imputabile all’esecuzione che ha determinato una modifica o una variante ai sensi dell’art. 106 comma 2;
  • qualunque omissione o errore di progettazione imputabile al progettista che ha determinato una variante o una modifica ai sensi dell’art. 102 comma 2.

In caso di esclusione dalla gara, l’operatore economico è interdetto per 3 anni dalle gare d’appalto.

Verifica gravi illeciti professionali

Verifica gravi illeciti professionali

Gravi illeciti professionali: quali sono?

I gravi illeciti professionali sono riconducibili ad una serie di reati commessi nell’esercizio del proprio lavoro:

  • esercizio abusivo di una professione;
  • reati fallimentari;
  • reati tributari;
  • reati societari;
  • reati urbanistici;
  • reati di falso;
  • reati ai sensi del dlgs 231/2001;
  • reati richiamati dalla legge 190/2012.

Tentativo di influenzare il processo decisionale della stazione appaltante

Nei motivi di esclusione sono inclusi tutti gli atti diretti ad influenzare le decisioni della stazione appaltante relativamente a:

  • valutazione del possesso dei requisiti di partecipazione;
  • adozione di provvedimenti di esclusione;
  • attribuzione di punteggi.

A tutti questi motivi si aggiungono i tentativi di ottenere informazioni riservate sugli altri concorrenti, come ad esempio:

  • nominativo dell’operatore economico;
  • contenuto delle offerte.

Presentazione di informazioni false o fuorvianti

Sono da considerarsi informazioni false o fuorvianti tutte quelle informazioni suscettibili ad influenzare le decisioni sull’esclusione, la selezione o l’aggiudicazione, come ad esempio la presentazione di documenti e/o dichiarazioni non veritieri.

Carenze nell’esecuzione di precedenti contratti d’appalto o concessioni

Tra i gravi illeciti professionali si trovano anche le significative e persistenti carenze nell’esecuzione di lavori precedenti in materia di appalti pubblici.

Grave inadempimento nei confronti di uno o più subappaltatori

L’inadempimento riguarda:

  • mancata corresponsione di importi dovuti;
  • mancata consegna delle aree nei tempi stabiliti;
  • sospensione del cantiere per un tempo eccessivo;
  • mancata corresponsione di costi della sicurezza e della manodopera.
Gravi illeciti professionali: quali sono?

Gravi illeciti professionali: quali sono?

Criteri di valutazione

Per poter verificare eventuali illeciti professionali bisogna ricorrere all’accesso al casellario informatico di cui all’art. 213 comma 10 del codice.

Per verificare, invece, la sussistenza di provvedimenti di condanna non definitivi per reati di cui agli artt. 353, 353-bis, 354, 355, 356 bisogna acquisire il certificato dei carichi pendenti presso la Procura della Repubblica del luogo di residenza.

In ogni caso per verificare o meno la presenza di gravi illeciti professionali, la stazione appaltante deve rispettare il principio di proporzionalità, assicurando che:

  • l’obiettivo principale della procedura di verifica sia quello di scegliere il soggetto che possa offrire integrità e affidabilità;
  • l’esclusione vi sia solo se l’illecito individuato incida concretamente sull’affidabilità e sull’integrità dell’operatore economico;
  • la valutazione dovrà tener conto di un apprezzamento collettivo in relazione alla specifica prestazione affidata.

Cosa sono le misure di self-cleaning?

Le linee guida suggeriscono agli operatori economici di adottare misure di self-cleaning. L’operatore economico (sul quale si sta svolgendo una verifica circa affidabilità e integrità) ha la facoltà di dimostrare e provare la propria integrità nonché affidabilità ai sensi dell’art. 80 comma 7 del codice. Il motivo è chiaro: permettere anche agli operatori economici che abbiano dei carichi pendenti (che risultano essere motivo di esclusione), di poter partecipare ugualmente ad una gara d’appalto, a patto di dare prova della propria integrità.

In che modo possono gli operatori economici provare la propria affidabilità? Dimostrando la reale volontà di risarcire eventuali danni dovuti a reati commessi e la volontà di adottare tutte le misure necessarie per evitare che in futuro si verifichino altre situazioni illecite. Le misure di self-cleaning possono essere adottare entro il termine fissato per la presentazione delle offerte e, nel caso di attestazione, entro la data di sottoscrizione del contratto con la SOA.

Computo metrico estimativo, analisi dei prezzi, cronoprogramma dei lavori, direzione dei lavori: tutto in un unico software per computo e  contabilità dei lavori. In un solo file hai a portata di mano i listini con l’elenco dei prezzi ed il computo metrico così da gestire il tuo progetto, la contabilità e la direzione dei lavori in modo agevole. Puoi avvalerti del collegamento rapido tra progetto e computo, dell’importazione e l’esportazione in formati aperti e standard.

 

primus
primus

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.