Home » Notizie » Professioni tecniche » Linee guida ANAC n. 3: nomina, ruolo e compiti del Rup

Linee guida ANAC n 3 Rup

Linee guida ANAC n. 3: nomina, ruolo e compiti del Rup

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Le linee guida ANAC Rup: compiti e responsabilità, esempio di certificato di pagamento PDF da scaricare

Le linee guida ANAC n. 3 definiscono la figura del Rup, come viene nominato, quali sono i suoi compiti e le sue funzioni, quando la sua figura può coincidere con quella del direttore dei lavori e/o del progettista. In seguito analizzo nel dettaglio le linee guida per far chiarezza su una figura fondamentale negli appalti pubblici: il responsabile unico del procedimento.

Il Rup ha diverse responsabilità complesse e delicate, tra cui la verifica della regolarità contributiva (operazione preliminare al rilascio del certificato di pagamento), strumento attraverso il quale viene comunicato che si può procedere alla liquidazione dell’importo dovuto all’impresa, in relazione allo stato di avanzamento dei lavori.

L’aspetto contabile è uno degli aspetti più critici, per cui ti consiglio di affidarti ad un software per la contabilità dei lavori che ti aiuta nella redazione degli atti contabili.

Rup codice appalti

Come previsto anche dal codice appalti, il Rup ha una funzione chiave nei contratti pubblici: a lui è attribuita l’autorità decisionale nell’intero procedimento. Esercita un’attività preliminare di controllo e verifica del progetto, si accerta del corretto svolgimento dei lavori nella fase esecutiva, collabora alle operazioni di verifica della conformità e di collaudo e rilascia i certificati di pagamento.

Nomina Rup

Ogni affidamento di contratto presuppone la nomina del Rup che avviene mediante atto formale del dirigente, in concomitanza con la fase iniziale della procedura (ad esempio la determina a contrarre).

Secondo l’art. 31 comma 1 del codice, le stazioni appaltanti individuano il responsabile unico del procedimento per tutte le fasi: programmazione, progettazione, affidamento, esecuzione. Il nominativo viene inserito nel bando (o nell’avviso). Il Rup è equiparabile ad un pubblico ufficiale e viene scelto tra i dipendenti di ruolo addetti all’unità organizzativa, dirigenti o dipendenti con funzioni direttive.

Deve essere necessariamente dotato di competenze professionali adeguate all’incarico da svolgere. Nel caso in cui non ci sia nessuno in possesso della professionalità necessaria, la stazione appaltante può scegliere anche un dipendente privo dei requisiti richiesti. In questo caso la stazione appaltante affida lo svolgimento delle attività di supporto al Rup a soggetti esterni aventi le specifiche competenze richieste dal codice e dalle linee guida.

Quali sono i compiti del Rup?

Il Rup vigila sul corretto svolgimento delle fasi di:

  • programmazione;
  • progettazione;
  • affidamento;
  • esecuzione.

Verifica che venga rispettata la normativa vigente e che il processo rispetti tempi, costi e qualità. Inoltre, assume il ruolo di responsabile dei lavori, per assicurare il rispetto delle norme sulla sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro.

Il Rup nella fase di programmazione

Ancor prima della programmazione, il Rup formula proposte e fornisce dati utili alla predisposizione del quadro esigenziale, documento redatto e approvato dall’amministrazione prima della programmazione dell’intervento nel quale vengono indicati gli obiettivi da raggiungere, i fabbisogni da soddisfare, le esigenze quantitative e qualitative da rispettare. Stabilisce chi può partecipare alla gara d’appalto verificando la regolarità della documentazione amministrativa.

Nella fase di programmazione vera e propria, il responsabile unico del procedimento formula proposte e fornisce dati per:

  • la predisposizione del programma triennale dei lavori pubblici (e relativi aggiornamenti) e programma biennale (e relativi aggiornamenti) per le forniture;
  • la preparazione di ogni atto di programmazione di contratti pubblici;
  • l’avviso per l’informazione nelle fasi di affidamento, elaborazione, approvazione del progetto di fattibilità tecnico-economica, definitivo ed esecutivo, nelle procedure di scelta del contraente per l’affidamento di appalti e concessioni.

Il Rup nella fase di progettazione

Nella successiva fase di progettazione, il Rup fornisce indirizzi, tenendo sempre presenti gli obiettivi da perseguire con relative strategie per raggiungerli, le esigenze e i bisogni da soddisfare. Fissa i limiti finanziari da rispettare e indica i possibili sistemi di realizzazione da impiegare, anche al fine di predisporre:

  • il documento di fattibilità delle alternative progettuali (art. 3, comma 1, lett. ggggg)-quater);
  • il capitolato prestazionale (all’art. 3, comma 1, lett. ggggg)-decies).

Il Rup ha il compito di proporre all’amministrazione:

  • i sistemi di affidamento dei lavori;
  • la tipologia di contratto da stipulare;
  • il criterio di aggiudicazione da adottare.

Nel caso di procedura competitiva con negoziazione o di procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando:

  • promuove il confronto competitivo;
  • garantisce adeguata pubblicità negli atti.

Il Rup verifica la documentazione amministrativa

Ha il compito di controllare la documentazione amministrativa, da un seggio di gara istituito ad hoc oppure, se presente nell’organico della stazione appaltante, da un apposito ufficio/servizio a ciò deputato, sulla base delle disposizioni organizzative proprie della stazione appaltante.

Il Rup esercita una funzione di coordinamento e controllo volta ad assicurare il corretto svolgimento delle procedure.

Esempio certificato di pagamento PDF

Uno dei compiti del Rup è quello di emettere il certificato di pagamento a seguito dell’emissione del SAL da parte del direttore dei lavori.

Di seguito ti fornisco un esempio PDF elaborato con PriMus, il software per il computo e la contabilità lavori, utile al progettista, al direttore dei lavori e al Rup.

Il Rup nella fase di affidamento

Nella fase di affidamento, il Rup si occupa della verifica della congruità delle offerte nel caso in cui si scelga il criterio del minor prezzo; nel caso in cui venga scelto, invece, il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, il Rup verifica la congruità delle offerte con eventuale supporto della commissione giudicatrice.

Il Rup nella fase di esecuzione

L’esecuzione dei contratti è diretta dal Rup che controlla i livelli di qualità delle prestazioni e accerta il corretto ed effettivo svolgimento delle funzioni affidate ad ognuno. Nella fase di esecuzione il Rup si avvale del supporto del direttore dei lavori. Ha diversi compiti, quali:

  • sovrintendere a tutte le attività;
  • assicurare il rispetto delle leggi nelle attività svolte;
  • garantire il rispetto dei tempi di esecuzione;
  • garantire la qualità delle prestazioni offerte.

Autorizza il direttore dei lavori alla consegna dei lavori e si accerta della data di inizio e del rispetto di ogni altro termine di svolgimento delle operazioni. Può stabilire penali per il ritardato adempimento degli obblighi contrattuali.

Formazione Rup

Il Rup deve essere dotato di adeguata formazione professionale e di adeguata esperienza maturata in attività simili a quelle oggetto di appalto.

Requisiti sotto soglia

Per servizi e forniture per importi inferiori alle soglie di cui all’art. 35 del codice:

  • diploma di istruzione superiore di secondo grado e un’anzianità di servizio ed esperienza almeno quinquennale nell’ambito delle attività di programmazione, progettazione, affidamento o esecuzione di appalti e concessioni di servizi e forniture;
  • laurea triennale ed esperienza almeno triennale nell’ambito delle attività di programmazione, progettazione, affidamento o esecuzione di appalti e concessioni di servizi e forniture;
  • laurea quinquennale ed esperienza almeno biennale nell’ambito delle attività di programmazione, progettazione, affidamento o esecuzione di appalti e concessioni di servizi e forniture.

Requisiti sopra soglia

Per servizi e forniture pari o superiori alle soglie di cui all’art. 35 del codice:

  • laurea triennale, magistrale o specialistica e di un’anzianità di servizio ed esperienza di almeno 5 anni nell’ambito delle attività di programmazione programmazione,
    progettazione, affidamento o esecuzione di appalti e concessioni di servizi e forniture;
  • diploma di istruzione superiore di secondo grado e un’anzianità di servizio ed esperienza di almeno 10 anni nell’ambito delle attività di programmazione, progettazione, affidamento o esecuzione di appalti e concessioni di servizi e forniture.

Per appalti complessi che richiedono valutazioni e competenze altamente specialistiche, il Rup deve avere un titolo di studio nelle materie attinenti all’oggetto dell’affidamento.

Per gli acquisti attinenti a prodotti o servizi con particolari caratteristiche tecniche (ad esempio dispositivi medici, dispositivi antincendio, sistemi informatici e telematici) la stazione appaltante può richiedere:

  • requisiti di anzianità di servizio ed esperienza;
  • possesso della laurea magistrale o quinquennale, di specifiche competenze e/o abilitazioni tecniche;
  • l’abilitazione all’esercizio della professione.

In ogni caso, a decorrere dalla data di entrata in vigore del nuovo sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti di cui all’art. 38 del codice, a prescindere dall’importo del contratto, il Rup dovrà possedere, oltre ai requisiti già indicati nella presente lettera, adeguata formazione in materia di Project Management.

Il Rup può coincidere con il direttore dei lavori e con il progettista?

Rup e direttore dei lavori possono coincidere? Il Rup può coincidere con il progettista? Può coincidere con entrambe le figure, a patto che sia in possesso dei seguenti requisiti:

  • titolo di studio richiesto dalla normativa vigente per l’esercizio di una specifica attività;
  • esperienza di almeno 3 anni o 5 anni in base alla complessità dell’intervento;
  • formazione in materia di programmazione, progettazione, affidamento, esecuzione di opere e servizi pubblici.

Non può coincidere nel caso di:

  • lavori complessi o di particolare rilevanza sotto il profilo architettonico, ambientale, storico-artistico e conservativo, oltre che tecnologico;
  • progetti integrali;
  • interventi di importo superiore a 1.500.000 .

Per gli appalti di importo inferiore a 1.000.000 € si applicano le disposizioni di cui all’art. 26, comma 6, lett. d) del codice. Restano fermi il disposto dell’art. 26, comma 7, del codice e l’incompatibilità tra lo svolgimento dell’attività di validazione e lo svolgimento, per il medesimo intervento, dell’attività di progettazione.

Rup e Dec: possono coincidere? Le differenze

Il responsabile unico del procedimento può coincidere con il direttore dell’esecuzione del contratto (Dec)? In linea di massima si, ma ci sono alcuni casi in cui le due figure non possono coincidere, quali:

  • prestazioni di importo maggiore di 500.000 €;
  • prestazioni particolarmente complesse dal punto di vista tecnologico.

Il Dec provvede al coordinamento, alla direzione ed al controllo tecnico-contabile dell’esecutore del contratto. Assicura la regolare esecuzione del contratto, segnala al Rup eventuali ritardi  e/o disfunzioni nell’esecuzione del contratto.

Linee guida ANAC n. 3 aggiornate pdf

Di seguito ti propongo le linee guida ANAC n.3 aggiornate.

 

Che tu sia un Rup, un progettista o un direttore dei lavori, certamente dovrai affrontare problematiche relative al computo e alla contabilità dei lavori: l’emissione degli atti contabili è un’operazione delicata che può decretare la buona riuscita di un appalto pubblico. Per questo ti consiglio il software per la contabilità dei lavori più utilizzato sul mercato.

 

primus
primus

 

0 commenti

Lascia un Commento

Cosa ne pensi?
Lascia un commento sull'articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *