Home » Notizie » Sicurezza Cantieri e Luoghi di Lavoro » Libretto ministeriale ponteggio, cos’è e cosa contiene

autorizzazione ponteggi

Libretto ministeriale ponteggio, cos’è e cosa contiene

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

La costruzione e l’impiego di ponteggi avvengono nel pieno rispetto del libretto di autorizzazione ministeriale. Scopri cosa contiene e quando rinnovarlo

I ponteggi rientrano nelle cosiddette opere provvisionali, si tratta di strutture utilizzate per attività di tipo temporaneo non facenti parte integrante della costruzione, ma impiegate per la realizzazione, la manutenzione e il recupero di opere edilizie. La loro presenza è necessaria nei lavori svolti ad altezze superiori a 2 m rispetto a un piano stabile, per evitare il rischio di caduta dall’alto di lavoratori o di materiali.

I ponteggi hanno la funzione di seguire lo sviluppo dei lavori in quota per garantire in ogni fase della commessa la sicurezza e la protezione di chi ci lavora. E’ necessario, quindi, che la progettazione di un ponteggio avvenga rispettando i parametri alla base della relazione di calcolo del fabbricante e gli schemi tipo allegati al libretto di autorizzazione ministeriale. Con il software per ponteggi, partendo dal semplice disegno del ponteggio, puoi ottenere automaticamente tutti i documenti previsti dalle norme per la sicurezza ed integrare il piano di montaggio, uso e smontaggio (PiMUS) con il libretto di autorizzazione ministeriale del ponteggio.

Libretto ministeriale ponteggio, cos’è

L’art. 131 del D.Lgs. 81/08 stabilisce che per ciascun tipo di ponteggio, il fabbricante debba chiedere al Ministero del lavoro l’autorizzazione alla costruzione ed all’impiego. L’autorizzazione ministeriale è parte integrante del libretto del ponteggio il quale comprende anche tutte le necessarie informazioni per l’utilizzo del ponteggio. Il ponteggio, anche se realizzato nel rispetto della normativa vigente e alle circolari ministeriali, deve successivamente essere sottoposto, in laboratori specializzati, a prove di carico su tutti (o quasi) gli elementi da cui è costituito. Se i risultati delle prove sono conformi, il Ministero provvederà a rilasciare al costruttore l’autorizzazione.

Libretto ponteggio, cosa contiene

Il libretto ponteggio contiene:

  • una copia dell’autorizzazione alla costruzione e all’impiego rilasciata al fabbricante dal Ministero del Lavoro;
  • uno stralcio della relazione tecnica del ponteggio.

La relazione tecnica, a sua volta, contiene:

  • descrizione degli elementi che costituiscono il ponteggio, loro dimensioni con le tolleranze ammissibili e schema dell’insieme;
  • caratteristiche di resistenza dei materiali impiegati e coefficienti di sicurezza adottati per i singoli materiali;
  • indicazione delle prove di carico, a cui sono stati sottoposti i vari elementi;
  • calcolo del ponteggio secondo varie condizioni di impiego;
  • istruzioni per le prove di carico del ponteggio;
  • istruzioni per il montaggio, impiego e smontaggio del ponteggio;
  • schemi-tipo di ponteggio.

Gli schemi-tipo del libretto sono costituiti da disegni schematici di tutti gli elementi che costituiscono il ponteggio come il tipo e la posizione del marchio, lo schema d’insieme del ponteggio, l’indicazione dei correnti, delle diagonali sia di facciata che in pianta, la disposizione degli ancoraggi, l’altezza e la larghezza degli impalcati. Vengono, inoltre, riportati alcuni esempi di allestimento per i quali non sussiste l’obbligo del calcolo.

Il libretto del ponteggio, dunque, attesta che rispettando gli schemi-tipo la stabilità è garantita dalle prove di carico effettuate.

Qualora il ponteggio debba essere realizzato secondo schemi geometrici diversi da quelli tipo e/o sollecitato con carichi differenti da quelli previsti nel calcolo (anche in relazione alla presenza di tabelloni pubblicitari, graticci, teli o altre schermature e alla differente posizione degli ancoraggi), occorre un nuovo progetto secondo le istruzioni approvate nell’autorizzazione e riportate nel libretto.

Libretto ponteggio ministeriale, rinnovo

L’autorizzazione è soggetta a scadenza e quindi deve essere rinnovata ogni 10 anni al fine di garantire l’adeguatezza del ponteggio a seconda dell’evoluzione del progresso tecnico riguardante la costruzione dei ponteggi fissi, in relazione ai criteri e alle modalità con cui sono state rilasciate le autorizzazioni in corso.

Progetto del ponteggio

L’art. 133 del D.Lgs. 81/2008 definisce i criteri fondamentali per la progettazione del ponteggio. Nello specifico, quando la realizzazione del ponteggio non rientra tra gli schemi tipo contenuti nel libretto di autorizzazione ministeriale e/o l’altezza è superiore a 20 metri, è necessario il progetto del ponteggio che deve essere allegato al PiMUS e firmato da un ingegnere o da un architetto abilitati alla libera professione.

Il progetto comprende:

  • calcolo di resistenza e stabilità eseguito secondo le istruzioni approvate nell’autorizzazione ministeriale;
  • disegno esecutivo comprensivo di piante, prospetti e sezioni.

Questi ponteggi sono oggetto di calcolo strutturale che, per eseguirlo correttamente e nel pieno rispetto delle normative vigenti, ti suggerisco ancora una volta di utilizzare un software calcolo ponteggi.

certus-pn
certus-pn
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *